EOC
CANTONE
28.05.20 - 10:320

Dall'EOC alla Facoltà di Biomedicina dell'USI

Il dottor Olivier Giannini, viceprimario di medicina interna all'OBV, è stato nominato libero docente.

LUGANO - Il Consiglio dell’Università della Svizzera Italiana ha formalizzato la nomina a libero docente del dottor Olivier Giannini, viceprimario di Medicina interna all’Ospedale Regionale di Mendrisio. «La sua nomina - precisa l'Ente Ospedaliero Cantonale in una nota - riconosce il contributo che il dottor Giannini ha dato alla ricerca nel campo delle malattie renali, della terapia sostitutiva renale nel paziente acuto e cronico e nel campo della sicurezza e dell’appropriatezza delle cure».

Quello ottenuto da Oivier Giannini non è il primo riconoscimento del genere che "premia" un dipendente dell'EOC. «Questa nomina - sottolinea l'Ente - accresce ulteriormente la presenza di docenti con titolo accademico attivi negli ospedali pubblici ticinesi. La possibilità di ottenere un titolo di abilitazione all’insegnamento presso l’USI è una prospettiva che aumenta ulteriormente la nostra attrattività come pure quella della Facoltà di Biomedicina, perché offre alle giovani leve in ambito medico la possibilità di una carriera accademica».

Il Curriculum Vitae - Dopo la laurea in medicina a Losanna nel 1994 e i primi anni di assistentato svolti a Mendrisio, nel 1996 il PD Dr. med. Olivier Giannini (1969) ha partecipato alla creazione del laboratorio di analisi e coltura di cellule renali in vitro, presso il reparto di patologia dell'Ospedale cantonale di Lucerna. Nel 2000 ha frequentato il Servizio di anestesia e medicina intensiva del Cardiocentro, dove ha contribuito a creare protocolli di presa in carico dell’insufficienza renale acuta in pazienti di medicina intensiva e dopo interventi di cardiochirurgia. Nel contesto della stessa collaborazione, nel 2001 ha ottenuto il dottorato (MD) presso l’Università di Basilea. Nel 2005 ha ottenuto la specializzazione in medicina interna e nefrologia.

Rientrato in Ticino nel 2005, ha dapprima ricoperto la funzione di capo-clinica presso i Servizi di medicina interna e di nefrologia dell’Ospedale Regionale di Mendrisio e nel 2009 è diventato responsabile dell’ambulatorio di calcolosi renale. Nel 2010 è stato nominato viceprimario di Medicina interna e responsabile de Servizio di nefrologia.

Oltre a occuparsi della formazione dei medici assistenti, ha partecipato come relatore a numerosi congressi nazionali e internazionali; è anche attivo nell’insegnamento presso la SUPSI e l’USI. Collabora inoltre con il Politecnico di Zurigo e il Karolinska Institute di Stoccolma al progetto attualmente in corso volto ad analizzare i disturbi della deambulazione nei pazienti con insufficienza renale cronica.

Il PD Dr. med. Giannini si è impegnato a favore della sensibilizzazione della popolazione alla donazione d’organi. Lo studio svolto in collaborazione con il DSS e il Liceo di Mendrisio, ritenuto di grande interesse da Swisstransplant, è stato presentato al Congresso dell’European Society of Transplantation lo scorso anno a Copenhagen.

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
10 ore
Un "corridoio vasariano" a luci rosse tra Iceberg e Moulin Rouge
Progetto di passerella per unire i due locali erotici in un solo postribolo da 60 stanze
CANTONE
11 ore
Valle di Blenio senza radar, Luganese sotto stretta sorveglianza
La prossima settimana nessun radar mobile in Valle di Blenio. Nel Luganese possibili controlli in ben 23 località.
CADENAZZO
13 ore
Due anni di lavori per 7 km di strada: «È inevitabile»
La strada cantonale tra Cadenazzo e lo svincolo di Rivera avrà un cantiere per 24 mesi.
CANTONE
18 ore
Altri 15 contagi in Ticino
Le strutture sanitarie accolgono 19 pazienti con sintomi gravi della malattia. Sei si trovano in cure intense.
CANTONE
18 ore
Vaccinazione: un weekend dedicato agli adolescenti
Il primo fine settimana di ottobre verranno riaperti quattro centri cantonali.
RIAZZINO
19 ore
Al Vanilla si torna a ballare
Il reopening, a lungo rimandato a causa della pandemia, è previsto per il 9 ottobre prossimo.
LOCARNO
22 ore
«Che imbarazzo, io trattato come un mostro»
Calci, pugni e pallone: dopo la rissa delle Semine, settimana da incubo per Mauro Cavalli, presidente del FC Locarno.
CANTONE
1 gior
«Metà dei clienti scappati per il pass»
Nel mondo "bio" la diffidenza nei confronti dei vaccini è maggiore. Lo sfogo di un esercente in difficoltà
MENDRISIO
1 gior
La biblioteca si trasferisce e diventa una palestra
Il progetto SportAcademy riunirà sotto lo stesso tetto, a Genestrerio, diverse discipline sportive.
CANTONE
1 gior
Salario minimo: «La situazione va monitorata»
Le parti convocate al tavolo delle discussioni hanno condiviso che la deroga prevista per i CCL non va stralciata.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile