Immobili
Veicoli
Davide Perpignano
MORBIO INFERIORE
04.06.20 - 08:090
Aggiornamento : 10:39

«Il Covid-19 si è preso mio padre a soli 67 anni, questo brano è dedicato a lui»

Federico Perpignano è morto il 14 marzo, è il sesto ticinese deceduto per coronavirus. L’iniziativa del figlio Davide.

La canzone “Un nuovo giorno” è scaricabile dal sito dell’artista. Le offerte saranno completamente devolute alla Catena della Solidarietà.

MORBIO INFERIORE - Per le statistiche il signor Federico Perpignano è il paziente numero sei deceduto in Ticino per Covid-19. Un uomo di soli 67 anni, che se ne è andato in silenzio lo scorso 14 marzo, praticamente all’inizio dell’emergenza. Il figlio Davide, 42enne di Morbio Inferiore, consulente di web marketing e cantante, ha deciso di dedicargli un brano struggente intitolato “Un nuovo giorno”. Lo si può scaricare direttamente dal sito dell’artista (www.didimusic.ch) e ogni offerta sarà devoluta alla Catena della Solidarietà.

Davide, chi era tuo padre?
«Soprattutto un amico. Insieme facevamo tante cose. Bevevamo il caffè, viaggiavamo, facevamo musica. Quando a inizio marzo si è ammalato, si pensava a una banale influenza. Anche perché lui era una persona in salute, non aveva particolari malattie pregresse».  

Invece aveva contratto il Covid-19…
«In gennaio e febbraio, quando ne sentivamo parlare, ci sembrava qualcosa di lontanissimo. E invece ci è piombato in casa da un giorno all’altro. Finché non si è colpiti da vicino, alcune cose non vengono capite. È accaduto anche a livello politico. Forse è umano che sia così».

Come hai vissuto la morte di tuo padre?
«Inizialmente con una reazione di chiusura. È stato terribile non poterlo più vedere dopo il suo ricovero all’ospedale La Carità di Locarno. Questa sarà una ferita che non si chiuderà mai. Poi mi sono detto che, forse, avrei potuto dare un senso a tutto ciò, creando un brano. Per lui. Ma non solo».

Hai scelto di donare tutto il ricavato in beneficenza…
«Sì. Più precisamente alle famiglie e alle persone che, in un modo o nell’altro, hanno avuto a che fare con il Covid-19».   

Il Covid-19 è la malattia degli estremi e delle incognite. Tu oggi come ti poni di fronte a questo virus?
«Io non sono favorevole alla tecnica del terrore, ma penso che non si possa neanche banalizzare il nuovo coronavirus come fanno alcuni. Ho notato tanta confusione politica e mediatica. “Un nuovo giorno” nasce come messaggio di speranza, ma anche come spunto di riflessione».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
53 min
Pochi decessi, ma «il numero dei contagi resta rilevante»
L'Ufficio del medico cantonale sulla situazione pandemica: «Molto dipenderà dalla variante circolante in futuro»
CONFINE
13 ore
Frontalieri italiani, l'accordo avanza
La commissione economia e tributi del Nazionale promuove la riforma fiscale (quasi) all'unanimità
CANTONE
15 ore
La marcia di chiusura dei Centri vaccinali: «Affrettatevi ad iscrivervi»
Il rallentamento delle richieste ha portato le autorità a ridimensionare progressivamente il dispositivo
CANTONE
18 ore
Identikit dell'astensionista ticinese
Chi è, che lavoro fa, cosa ha votato e perché non vuole votare più. Lo studio dell'Università di Losanna
BELLINZONA
19 ore
La capitale è ancora più grande
A fine 2021 sotto l'ombra dei Castelli abitavano 44'530 persone, ovvero 474 in più rispetto a un anno prima.
CANTONE
20 ore
Altri due decessi in Ticino, dieci nuove quarantene nelle scuole
Negli ospedali si contano quattro Covid-pazienti in meno, per un totale di 173.
CHIASSO
22 ore
«Insultata e minacciata solo per aver svolto il mio lavoro»
Finita più volte al centro di un polverone mediatico, la dottoressa Mariangela De Cesare ha voluto “vuotare il sacco”.
FOCUS
1 gior
I detenuti che non vogliono uscire
Il reinserimento sociale è un problema, per chi è dietro le sbarre. Tanto che molti preferiscono rimanerci
LUGANO
1 gior
«Non era il pianto di mia figlia»
Una 90enne luganese vittima dei "falsi poliziotti". Racconta come ha morso la foglia
CANTONE
1 gior
«Una relazione moralmente inappropriata, ma legale»
«Si è trattato di una relazione consenziente, e lei aveva 16 anni», si è giustificato il Governo.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile