Lettore Tio/20Minuti
CANTONE
14.05.20 - 06:320
Aggiornamento : 08:54

Covid-19: quei francobolli "da leccare" che fanno discutere

Generosa operazione benefica della Posta. Ma ai consumatori non è passato inosservato un dettaglio curioso.

In un momento in cui l'igiene è prioritaria, perché non optare per la variante adesiva? Il portavoce Marco Scossa: «Tempi troppo ristretti».

BELLINZONA - Un'iniziativa lodevole lanciata a inizio aprile dalla Posta. Il progetto "COVID-19 Solidarietà" sta raccogliendo ampi consensi. Ma tra i consumatori non è passato inosservato un dettaglio curioso: i francobolli in vendita (il cui ricavato finisce in beneficenza) non sono adesivi, bensì "da leccare". In un momento storico in cui l'igiene è prioritaria, perché non optare per la variante adesiva?

Le motivazioni – «Il francobollo è stato creato in brevissimo tempo dall’atelier bernese Nulleins Kommunikationsdesign – precisa Marco Scossa, portavoce della Posta –. I grafici e le grafiche hanno lavorato insieme. Ma ognuno da casa propria, per rispettare le distanze. La scelta di optare per la forma “gommatura” e non autoadesiva è in parte da ricondurre ai tempi strettissimi di realizzazione».

Nessun problema di salute pubblica – Scossa fa notare come questa soluzione secondo i vertici del Gigante Giallo non comporti comunque implicazioni di alcun tipo a livello di salute pubblica. «Vorrei invece sottolineare quanto di buono abbiamo fatto. Ad oggi sono stati raccolti oltre 1 milione e mezzo di franchi (1.523.600 per l'esattezza) che saranno interamente devoluti alla Catena della Solidarietà e alla Croce Rossa Svizzera. Con il francobollo "COVID-19 Solidarietà" la Posta si impegna a favore della coesione all’interno della nostra società».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 ore
«Ambasciatrice del Ticino? Un sogno che si avvera»
Michelle Hunziker ha visitato Bellinzona, Lugano, Ascona e il Mendrisiotto
CANTONE
12 ore
«Che emozione girare per le strade di Lugano»
Ultima tappa del tour svizzero della testimonial dell'ente turistico nazionale
CANTONE
14 ore
Dal Covid-19 alla parità di genere: le sfide del cinema svizzero
L'intervento del ministro della cultura Alain Berset nell'ambito del Locarno Film Festival
CANTONE
14 ore
Altri 31 contagi e un ricoverato in più
Le strutture sanitarie cantonali accolgono undici pazienti.
CANTONE / SVIZZERA
15 ore
Aumentano ancora i frontalieri
A fine giugno, in Ticino i lavoratori provenienti dall'Italia erano 71'586.
LUGANO
17 ore
Pericolo di piena per il Ceresio
L'allerta di livello 3 (pericolo marcato) resterà in vigore fino alle 12 di domani
CANTONE
18 ore
«Il settore turistico deve osare di più»
Anche quest'anno gli alberghi ticinesi stanno facendo il pieno di ospiti, registrando un +27,4% rispetto al 2019
LOCARNO
1 gior
Excellence Award a Laetitia Casta: «Se un film lo scegli con il cuore, non puoi sbagliare»
L'attrice è stata premiata nel corso della serata di apertura della 74a edizione del Locarno Film Festival.
LOCARNO
1 gior
Berset apre il Locarno Film Festival
«Questa estate il cinema contribuirà a eliminare la pandemia dalla superficie dei nostri pensieri».
CANTONE
1 gior
«È diventata la pandemia dei non vaccinati»
I primi dodicenni sono stati vaccinati anche in Ticino. Ma serve farlo? Lo abbiamo chiesto all’esperto Alessandro Diana.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile