tipress
SVIZZERA
11.05.20 - 10:380
Aggiornamento : 12:00

Scandalo AutoPostale: s'indaga sugli inviti al Pardo

Pranzi, cene, pernottamenti offerti a dipendenti pubblici. La Procura federale sospetta uno "scambio di favori"

BERNA - Ci sono anche degli inviti al Locarno Film Festival nel calderone dello scandalo AutoPostale. L'inchiesta sui sussidi indebiti si allarga: la Procura federale sta indagando su presunti "scambi di favori" tra alcuni dipendenti della Confederazione - in particolare dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) - e il Gigante Giallo.  

Il procedimento - ha riferito oggi il Blick - è per ora contro ignoti. L'ipotesi di reato: delle possibili concessioni di vantaggi. Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha confermato oggi a Keystone-ATS una notizia anticipata dal Blick. 

Più di un anno fa, il 22 marzo 2019, l'MPC aveva già ricevuto una denuncia penale dall'Ufficio federale di polizia (fedpol). Sulla base di tale denuncia, l'MPC aveva avviato un procedimento penale contro ignoti per sospetta concessione di vantaggi. Al momento, il MPC non fornisce ulteriori dettagli.

Secondo il Blick l'MPC indaga se i dipendenti dell'UFT e i collaboratori di aziende di trasporto si siano reciprocamente conferiti dei vantaggi. Secondo fonti del Blick, ai dipendenti dell'UFT sarebbero stati offerti costosi inviti al Festival del film di Locarno con pranzi e pernottamenti. Non è tuttavia chiaro se si tratti veramente di questo.

Le irregolarità riguardo ai sussidi percepiti indebitamente da AutoPostale sono venute a galla nel 2018. Hanno portato al rimborso di 205 milioni di franchi a Confederazione, Cantoni e Comuni e alle dimissioni dell'allora Ceo della Posta Susanne Ruoff.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
48 min
235 nuovi casi di Covid-19 in Ticino
Sedici persone sono state ricoverate in ospedale, mentre sei sono state dimesse
FOTO
CANTONE
1 ora
Un ospite sgradito sbarca in Ticino
Il primo ritrovamento della vespa velutina è avvenuto l'8 ottobre a Ludiano, in Valle di Blenio.
CANTONE
4 ore
È bella, chatta con te e ti chiede soldi: lei non esiste
A caccia di truffatori romantici in rete. Lo ha fatto il ricercatore Luca Brunoni che racconta la sua esperienza.
LOCARNO
4 ore
«Vomito, bottiglie rotte e altri vandalismi»
I gestori di un bar locarnese denunciano il comportamento dei ragazzi che si riuniscono sotto i portici
LUGANO
13 ore
Meglio la calca, o una multa da 90 franchi?
Per evitare i bus pieni, alcuni studenti del Cpt di Trevano optano per l'auto. Ma anche qui i problemi non mancano
FOTO E VIDEO
QUARTINO
15 ore
Fiamme in una carrozzeria: un operaio ricoverato
Il rogo è divampato attorno alle 18.30 in via Mondette. Ingenti i danni alla struttura
CANTONE
16 ore
«Sindaci ticinesi, uscite dal buco»
Giovanni Cossi, presidente della Conferenza dei sindaci del Malcantone, lancia un appello: «Salviamo il Cantone».
CANTONE
17 ore
Gastroticino: «Grazie Governo»
Soddisfatti bar e ristoranti per le scelte del Consiglio di Stato: «Così possiamo lavorare»
CANTONE
17 ore
Covid: scatta l'obbligo della mascherina all'aperto
La protezione sarà da adottare laddove le distanze non possono essere mantenute, in particolar modo nei mercati.
CANTONE
20 ore
Fregati dalla solitudine e dal bisogno di affetto
Col Covid-19 aumentano i rischi di truffe amorose. Il ricercatore Luca Brunoni si è trasformato in esca.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile