tipress
SVIZZERA
11.05.20 - 10:380
Aggiornamento : 12:00

Scandalo AutoPostale: s'indaga sugli inviti al Pardo

Pranzi, cene, pernottamenti offerti a dipendenti pubblici. La Procura federale sospetta uno "scambio di favori"

BERNA - Ci sono anche degli inviti al Locarno Film Festival nel calderone dello scandalo AutoPostale. L'inchiesta sui sussidi indebiti si allarga: la Procura federale sta indagando su presunti "scambi di favori" tra alcuni dipendenti della Confederazione - in particolare dell'Ufficio federale dei trasporti (UFT) - e il Gigante Giallo.  

Il procedimento - ha riferito oggi il Blick - è per ora contro ignoti. L'ipotesi di reato: delle possibili concessioni di vantaggi. Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha confermato oggi a Keystone-ATS una notizia anticipata dal Blick. 

Più di un anno fa, il 22 marzo 2019, l'MPC aveva già ricevuto una denuncia penale dall'Ufficio federale di polizia (fedpol). Sulla base di tale denuncia, l'MPC aveva avviato un procedimento penale contro ignoti per sospetta concessione di vantaggi. Al momento, il MPC non fornisce ulteriori dettagli.

Secondo il Blick l'MPC indaga se i dipendenti dell'UFT e i collaboratori di aziende di trasporto si siano reciprocamente conferiti dei vantaggi. Secondo fonti del Blick, ai dipendenti dell'UFT sarebbero stati offerti costosi inviti al Festival del film di Locarno con pranzi e pernottamenti. Non è tuttavia chiaro se si tratti veramente di questo.

Le irregolarità riguardo ai sussidi percepiti indebitamente da AutoPostale sono venute a galla nel 2018. Hanno portato al rimborso di 205 milioni di franchi a Confederazione, Cantoni e Comuni e alle dimissioni dell'allora Ceo della Posta Susanne Ruoff.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
7 min
Piogge intense sul Luganese, cede la pensilina del benzinaio Coop
Il maltempo imperversa ancora sulla regione. La struttura danneggiata era stata inaugurata poche settimane fa
MENDRISIO
1 ora
Una notte di (relativa) quiete dopo la tempesta
«Abbiamo terminato gli interventi e nella notte non abbiamo ricevuto nessuna richiesta», spiega Alberto Ceronetti.
CANTONE
3 ore
Pronto, centro vaccini? Due ore senza risposta
I tempi di attesa per parlare con il numero verde cantonale possono essere molto lunghi. Colpa delle vacanze?
BELLINZONA
3 ore
Paglia, i reclamatori seriali e le sue memorie
L'ex municipale, che se ne andò in seguito alla questione dei sorpassi milionari, si racconta in un libro.
FOTO
MENDRISIOTTO
17 ore
«Limitare gli spostamenti nelle zone colpite»
Emergenza nel Mendrisiotto: costituito uno Stato Maggiore regionale di condotta. L'appello della polizia agli abitanti
MESOCCO (GR)
17 ore
L'A13 piena di rotoli di plastica
Si tratta del carico che un mezzo ha perso lungo la semiautostrada in territorio di Mesocco
ROVEREDO (GR)
22 ore
Il lupi fanno incetta di pecore, anche in Mesolcina
Diverse predazioni sono avvenute in varie zone dei Grigioni. Ordinato l'abbattimento di un esemplare
CANTONE
23 ore
Covid: 31 nuovi casi, oltre la metà dei ticinesi sono vaccinati
Stabili i ricoverati, che rimangono a quota 12. Le cure intense ospitano 4 di loro.
CANTONE
1 gior
C'è un pacco sospetto per te
I pirati informatici sono in agguato: e via mail si spacciano per la Posta
CANTONE
1 gior
Viaggi e svaghi all'osso... i ticinesi pagano le tasse
La pandemia colpisce duramente il gettito, ma nella cassa delle persone fisiche le entrate sono tornate a crescere
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile