depositphoto
CANTONE
07.05.20 - 15:110

Il governo vuole "pensionare" le Arp

Verranno sostituire con un nuovo ente: le Preture di protezione

BELLINZONA - Nell'immaginario comune, sono spesso associate alla polemica. Tempo fa è nata anche un'associazione per chiederne l'abolizione. Ora le Autorità regionale di protezione (Arp) cambiano nome e pelle. Il governo ha messo mano agli enti che, in Ticino, si occupano della protezione dei minori e delle persone sotto curatela. 

Il Consiglio di Stato - si legge in una nota odierna - vuole creare una nuova autorità giudiziaria, specializzata nel diritto di protezione. La decisione arriva al termine di un lungo confronto, in cui è stato attivato un gruppo di esperti e rappresentanti istituzionali per analizzare problematiche e soluzioni. 

Conclusione: le Arp (come le conosciamo) devono andare in pensione. E lo faranno a partire dall'anno prossimo, al termine di un percorso che - si legge - le trasformerà «da autorità amministrative comunali ad autorità giudiziarie cantonali». 

La riorganizzazione prevede, nell'ambito del diritto di famiglia, una suddivisione di competenze tra le nuove Preture di protezione e le attuali Preture, che si occuperanno dei casi attribuiti dal Codice civile al "giudice di prima istanza".

I vantaggi della riforma? Una maggiore «autorevolezza derivante dalla natura giudiziaria dell’autorità, che rafforzerà pure il suo riconoscimento verso l’esterno anche per quanto riguarda le vertenze internazionali» si legge nella nota. I prossimi passi: il Dipartimento delle istituzioni preparerà un messaggio da presentare entro fine anno al Parlamento. La riforma rientrerà nel grande progetto "Ticino 2020" mirato a ripartire le competenze - amministrative e finanziarie - del Cantone e dei Comuni nei prossimi anni. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
2 ore
Fischi a Valenzano Rossi: il PLR Lugano li condanna «fermamente»
La sezione cittadina ha espresso «massima solidarietà» alla municipale contestata il 1° d'agosto.
LUGANO
5 ore
«Non la prendo sul personale»
Karin Valenzano Rossi fischiata in piazza Riforma si toglie qualche sassolino dalla scarpa
LOCARNO
7 ore
Ci mancavano le zanzare
Dopo gli allagamenti è boom nel Piano di Magadino. La Confederazione ha inviato una missione insetticida
URI / CANTONE
9 ore
Più di due ore per superare il San Gottardo
Al portale nord della galleria sono stati raggiunti i 16 chilometri di coda, a quello sud si è arrivati a sette
LUGANO
10 ore
«Ci danno degli imbecilli, ma ciò dice più di loro che di noi»
Per gli organizzatori, la "cifolata" di ieri è stata un successo. E non solo per la presenza dei molinari.
FOTO
ITALIA
12 ore
L'A9 diventa un lungo cantiere, Como a rischio collasso
Le prossime settimane saranno di sofferenza per chi viaggia, sia in direzione sud che nord.
CANTONE
12 ore
Un'altra settimana di maltempo
Piccole parentesi di sole, molte di pioggia.
CANTONE
14 ore
Ottanta positivi in 72 ore
Dal decesso di giovedì non si registrano nuove vittime a causa del virus
FOTO
LUGANO
15 ore
Raccolta una montagna di occhiali usati
L'iniziativa del Lions Club Lugano è stata un successo: «Le 9'517 paia raccolte vanno oltre ogni più rosea aspettativa».
LUGANO
16 ore
L'eco dei "cifolatori" di Piazza Riforma
L'inedita cornice di fischi durante l'allocuzione di Karin Valenzano Rossi non ha mancato di generare reazioni.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile