Deposit
CANTONE
04.05.20 - 08:000
Aggiornamento : 10:22

«Scorribande e pirati della strada» nelle notti del Covid

I controlli stradali, spiega il capitano Marco Guscio, hanno fatto emergere alcune gravi infrazioni di velocità

«La diminuzione del traffico ha portato taluni automobilisti e motociclisti a comportarsi in maniera non consona». In compenso si è drasticamente ridotto il numero di incidenti causati da un tasso alcolemico superiore ai limiti.

BELLINZONA - Meno alcol al volante, ma piede assai più pesante. Il "tutti a casa", nei primi due mesi di pandemia, ha trasformato alcuni in pirati della strada. E c’è chi ha pagato pegno con una denuncia penale e il sequestro del veicolo.

Da alcune settimane la Polizia cantonale, nei suoi comunicati, faceva infatti cenno a “segnalazioni di comportamenti pericolosi e irresponsabili al volante”. Segnalazioni che sono state numerose, dichiara a Tio/20minuti il capitano Marco Guscio, responsabile del Reparto cantonale del traffico.

Può confermarci che il comportamento degli automobilisti è peggiorato?
«Durante la prima fase della pandemia - afferma Guscio - la totalità delle forze di Polizia è stata impiegata, come noto, per la messa in atto delle misure ordinate dalla Confederazione e dagli enti cantonali. Questo, unitamente ad una palese diminuzione del traffico, ha verosimilmente portato taluni automobilisti e motociclisti a comportarsi in maniera non consona e, in certe occasioni, ad addirittura organizzare delle scorribande in regioni discoste». 

Come se lo spiega?
«Evidentemente il messaggio che “la Polizia aveva altro da fare” non è stato ovunque interpretato a favore della sicurezza stradale e del buonsenso. Puntualmente, malgrado gli impegni prioritari citati, la Polizia è intervenuta per porre un freno a tali comportamenti pericolosi ed inopportuni».

Automobilisti giovani, orari notturni e strade periferiche, si può affermare che da questo mix arriva la maggior parte delle infrazioni alla velocità?
«Esatto, la maggior parte delle segnalazioni sono giunte con questi criteri. I controlli effettuati hanno regolarmente confermato la presenza di comportamenti illegali, alcuni dei quali hanno comportato la denuncia quale pirata della strada ed il sequestro del veicolo».

Con la chiusura dei bar dovrebbero essere crollate le infrazioni al volante per superamento del tasso alcolemico. Ciò è confermato dai vostri controlli?
«In effetti nel mese di marzo ed aprile i controlli legati alla guida in stato d’inattitudine sono più che dimezzati e le contravvenzioni si riducono ad una paio di decine. Verosimilmente il tutto non è esclusivamente da ricondurre alla chiusura degli esercizi pubblici, ma anche per il fatto che la popolazione è rimasta più a casa essendo state annullate tutte le manifestazioni sportive e ricreative. Quale positiva conseguenza, possiamo constatare che anche il numero degli incidenti della circolazione, in particolare quelli legati allo stato del conducente, si è drasticamente ridotto».

Strade deserte la notte non significa pista libera. Cosa rischiano gli automobilisti dal piede pesante?
«Evidentemente no, le regole della circolazione valgono tutto l’anno, con o senza coronavirus, sia di giorno che di notte ed ovunque. Le sanzioni sono le stesse applicate tutto l’anno». Una sottolineatura che può salvare la patente, e magari qualche vita.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
MESOCCO (GR)
1 ora
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
FOTO
LOCARNO
6 ore
Un Nicolao tutto blu è tornato in città
Dopo lo stop dello scorso anno, il Nicolao color blu ha potuto tornare in azione, portando regali ai più piccoli.
CANTONE
7 ore
Quattro giorni consecutivi di nebbia: «Non capita tutti gli anni»
Facendo un bilancio del mese di novembre, MeteoSvizzera ha rilevato un'anomalia per quanto riguarda il sud delle Alpi.
FOTO
MELIDE
23 ore
Fiamme da una canna fumaria, pompieri in azione
Il fuoco è stato domato prima che si propagasse al tetto
CANTONE
1 gior
Un paio di cose da sapere quando si prenota la terza dose
Da «Ci si può prenotare anche se vaccinati da meno di 6 mesi?» a «Siamo sicuri che mi danno il farmaco giusto?».
CANTONE
1 gior
Qualche fiocco di neve in arrivo in serata?
Sarà in ogni caso una breve parentesi. Ma la neve, fino a basse quote, potrebbe tornare durante la settimana
Lugano
1 gior
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
1 gior
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
1 gior
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
2 gior
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile