TiPress - foto d'archivio
CHIASSO
30.04.20 - 07:470

Case anziani, anche i dipendenti chiedono «chiarezza»

Presso gli istituti sociali della località di confine viene denunciata una certa omertà.

Ma il direttore si difende: «I numeri ci danno ragione»

CHIASSO - Quasi la metà dei decessi per Covid-19 in Ticino sono avvenuti nelle case anziani. Tanto che cinque strutture sono sotto osservazione e in due sono stati intimati dei provvedimenti dall’Ufficio del medico cantonale. Tra queste non figurano Casa Giardino e Casa Soave di Chiasso, che però ricevono le critiche da parte di alcuni dipendenti.

Proprio a Chiasso si è registrato il primo decesso nel cantone per coronavirus. E sono proprio alcuni dipendenti ora a chiedere «chiarezza», perché - come riferisce La Regione - alcuni aspetti sarebbero stati nascosti dall’omertà.

In particolare, i dipendenti delle case anziani avrebbero ricevuto più missive interne in cui venivano invitati al silenzio. La prima l’8 marzo, in cui veniva chiesto loro di «rispettare il segreto professionale», anche con i media e le autorità politiche, e di mantenere discrezione anche sul proprio stato di salute. La seconda il 13 aprile: qualora avessero presentato dei sintomi, i dipendenti avrebbero dovuto passare dalla struttura, non rivolgendosi al proprio medico curante. 

Ma dubbi vengono sollevati anche sulle direttive cantonali: una mascherina e un camice per tutto il giorno, personale che entra ed esce dal reparto Covid-19 e si sposta in altre zone, spogliatoi in comune. L’ultima direttiva il 23 aprile: niente cambio di turni se manca qualcuno, ma gli straordinari devono essere autorizzati preventivamente.

Una situazione che porta i dipendenti delle case anziani di Chiasso a cercare «chiarezza», anche perché da inizio pandemia sarebbero morti 30 ospiti (non tutti collegati al coronavirus).

Si tratta di critiche che, in prima battuta, hanno portato il direttore degli istituti sociali di Chiasso Fabio Maestrini sulla difensiva: «I numeri ci stanno dando ragione - ha dichiarato a La Regione -. E oggi possiamo dire di non registrare più una situazione positiva».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
35 min
L'ex funzionario DSS torna alla sbarra
Si apre oggi il processo in Appello. Ma stavolta si trattano soltanto i fatti relativi a una delle tre vittime
CANTONE
35 min
Telelavoro obbligatorio, ma stesso traffico
La conta dei veicoli mostra che la chiusura dei negozi avrebbe inciso più dello smart working che marcia sul posto
BELLINZONA
10 ore
«Non abbiamo potuto dirgli addio»
L'ultimo saluto è un diritto garantito (in teoria) anche in tempi di Covid. Ma allo Iosi qualcosa è andato storto
LUGANO
12 ore
«Abbiamo bisogno di quest'opera»
Dopo l'annunciato referendum dell'Mps, Roberto Badaracco interviene in difesa del nuovo stadio di Cornaredo
FOTO
CANTONE
14 ore
Neve fin nel Sottoceneri e forti disagi a nord
Un furgone è andato a sbattere sul'A2, all'altezza di Faido.
CONFINE
14 ore
Positivo alla variante inglese, da St. Moritz a Como in treno e taxi
L'uomo, un cameriere 30enne, è stato denunciato.
AIROLO
15 ore
San Gottardo chiuso... per neve
La galleria è stata chiusa poco dopo le 14.00 a causa del maltempo. Forti disagi al traffico.
CANTONE
16 ore
Governo e Cellula sanitaria insieme per prevedere l'evoluzione della pandemia
Si è discusso dello scambio continuo di informazioni sulla situazione epidemiologica.
CANTONE
20 ore
Diciotto pazienti in meno all'ospedale
Nelle ultime 24 ore 4 persone sono state ricoverate, mentre 20 sono state dimesse.
CANTONE / SVIZZERA
21 ore
Ecco le sfide 2021 per i consumatori
Al centro della “battaglia” ci saranno il Nutri-Score sugli imballaggi e le azioni collettive
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile