Immobili
Veicoli
Tipress
CANTONE
23.04.20 - 11:470
Aggiornamento : 15:47

«Un miliardo di crediti Covid-19»

Sono importanti le cifre che le banche hanno concesso per sostenere l’economia locale in questo difficile momento.

L'Associazione Bancaria Ticinese: «È una dimostrazione di come le imprese ticinesi stiano apprezzando questa opportunità».

LUGANO - Un miliardo di franchi. A tanto ammonta il volume dei crediti Covid-19 richiesti in Ticino. «Si tratta di una cifra considerevole rapportata all'economia del nostro Cantone», commenta l'Associazione Bancaria Ticinese (ABT) che rileva regolarmente questi dati. «Questo dimostra come le imprese ticinesi stiano apprezzando l’opportunità di finanziarsi a condizioni vantaggiose in questo difficile momento congiunturale».

L'Associazione Bancaria, poi, snocciola altre cifre. «I crediti Covid-19 sotto il mezzo milione di franchi attualmente concessi sono 8'430 per un totale di 898 milioni. Quelli superiori ai 500'000 franchi sono invece 42 per un totale di 92 milioni». Riassumendo sono quindi 8'472 le imprese ticinesi a cui sono stati concessi prestiti pari a 990 milioni. «Cifre queste - precisa l'ABT - in difetto in quanto non tutte le banche su suolo nazionale forniscono dati regionali». Il miliardo quindi è sicuramente già stato superato.

Mezzi importanti - Le banche stanno quindi o investendo mezzi e risorse importanti per analizzare e smaltire in tempi brevi le numerosissime richieste. «Questo lavoro amministrativo - precisa l'Associazione - sta richiedendo un impegno notevole da parte degli istituti e dei collaboratori, generando una serie di costi che però, come chiesto dal Consiglio federale, non sono addebitati ai clienti». L’unico obolo richiesto, infatti, riguarda il bollo cantonale che colpisce i documenti bancari e che il Cantone non ha voluto abolire, almeno temporaneamente, nemmeno in questa fase di crisi. «Un’esenzione - sottolinea l'ABT - che sarebbe stato un gesto apprezzato da tutte le imprese ticinesi».

Dati svizzeri - Anche i dati a livello elvetico, pubblicati dalla Segreteria di Stato dell’economia (SECO), dimostrano l’efficacia e la bontà di questo strumento creditizio. «Finora a oltre 100'000 imprese sono stati concessi quasi 20 miliardi di franchi. Questa operazione - ricorda ABT - durerà fino al 31 luglio prossimo e il Consiglio federale ha recentemente aumentato il fondo di garanzia da 20 a 40 miliardi di franchi».

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Yoebar 1 anno fa su tio
Vedremo quanti di questi non dichiareranno fallimento una volta ricevuto i soldi per poi riaprire da un altra parte con un altro nome, i furbi son sempre sull’uscio......
Isaia96 1 anno fa su tio
Se non sono le banche ad aiutare la nostra economia in questa difficile e delicata situazione, non vedo chi possa farlo.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
9 ore
Il Ceresio è da livello B... una secca da record
Non piove da mesi, il bacino è ai minimi storici e tra i proprietari di imbarcazioni cresce il malcontento
CANTONE
9 ore
Nessun distretto sfugge ai radar
La lista dei controlli della velocità annunciati per la settimana dal 31 gennaio al 6 febbraio
CANTONE
12 ore
Droni peggio degli avvoltoi: rischiano di rovinare il nido del Gipeto
«Lasciamo tranquilli questi rapaci» è l'appello lanciato da Ficedula ai disturbatori
FOTO
BELLINZONA
14 ore
Dorme al gelo, lo aiutano e tenta la fuga
Un giovane, al freddo, in un sacco a pelo. È quanto osservato questa mattina di fronte a un negozio in via Henri Guisan
CANTONE/ITALIA
15 ore
Ancora uno sciopero, Tilo fermi domenica in Italia
Disagi per chi viaggerà tra il Ticino e l'Italia domenica. Circoleranno solo gli Eurocity
CANTONE
19 ore
«Don Tamagni si sente come se il mondo gli fosse crollato addosso»
La solitudine del prete in carcere per avere rubato 800.000 franchi. Nonostante tutto, riceve visite e sostegno.
AGNO
1 gior
L'operaio schiacciato da un macchinario è deceduto
Si tratta di un 51enne svizzero domiciliato nel canton Zurigo.
LUGANO
1 gior
Frontaliere, ma «vive in Marocco»
Nuovi dettagli sul caso del presunto prestanome della 'ndrangheta con un piede in Ticino
LUGANO
1 gior
Lugano, dopo anni in calo, diventa più grande
Nel corso del 2021 la popolazione è aumentata di 95 unità.
CANTONE
1 gior
«La cassa nera mi è stata ordinata»
Al Tribunale militare parlano l’ex comandante Antonini e l’ex capo dello stato maggiore delle guardie di confine
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile