Ti-press (Francesca Agosta)
CANTONE / SVIZZERA
21.04.20 - 19:280
Aggiornamento : 22.04.20 - 08:05

Il Ticino chiede a Berna di prolungare la finestra di crisi per un'altra settimana

Se la Confederazione acconsentisse, il nostro Cantone non dovrebbe allinearsi alle direttive nazionali fino al 4 maggio

BELLINZONA - Il Governo ticinese ha inviato una lettera alla Confederazione per richiedere di poter prolungare di altri sette giorni la cosiddetta finestra di crisi legata alle misure messe in atto per contrastare l'espansione della pandemia, lo ha comunicato la RSI.

Se Berna decidesse di acconsentire alle richieste del Consiglio di Stato, l'estensione della finestra di crisi permetterebbe al Ticino di non allinearsi alle regole in vigore per tutti gli altri Cantoni fino al 4 maggio. Data che sarebbe definitiva, visto che nella lettera è esplicito il fatto che questa è l'ultima richiesta di proroga.

La lettera non fa l'unanimità - La lettera questa volta non ha però convinto tutti i partner sociali. Il sindacato Unia non ha infatti voluto sottoscrivere l'accordo, dichiarando di non trovarsi concorde alle modifiche messe in atto in seguito alle richieste dell'economia cantonale.

Infatti, nella richiesta ticinese sono inclusi degli allentamenti. In primis, è presente la richiesta di permettere a un massimo di 15 operai (invece dei 10 attuali) di poter lavorare contemporaneamente nei cantieri. Inoltre, viene richiesto di aumentare il limite d'impiego per l'industria dal 50% al 60%.

La situazione di disaccordo potrebbe pesare sulla decisione di Berna, visto che l'articolo 7e dell'Ordinanza sui provvedimenti contro il Covid-19 richiede un accordo sostenuto da tutte le parti coinvolte, compreso patronato e sindacati.

Domani mattina Berna dovrebbe comunicare la propria decisione in merito, e capiremo così lo scenario che ci aspetta nei prossimi giorni. Come detto infatti dal Presidente del Consiglio di Stato Christian Vitta lunedì in conferenza stampa, il Cantone comunicherà domani sera le decisioni riguardanti il regime che varrà a partire da settimana prossima.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Davide Bergami 5 mesi fa su fb
Mary Lepori 5 mesi fa su fb
Sono sconcertata da quanto sto leggendo ! Ancora non e' chiaro il motivo per cui si rimanda l apertura !!! Firmato : Personale sanitario al fronte !
Patricia Widy 5 mesi fa su fb
A senso vogliono evitare casini per il 1 maggio
Mattiatr 5 mesi fa su tio
''I Cantoni sono sovrani per quanto la loro sovranità non sia limitata dalla Costituzione federale ed esercitano tutti i diritti non delegati alla Confederazione.'' ''La Confederazione lascia ai Cantoni la massima libertà d’azione possibile e tiene conto delle loro particolarità.'' '' Il diritto federale prevale su quello cantonale contrario.'' L'ho letto in un bel libro che consiglio a tutti, la trovate su internet, si chiama costituzione svizzera. I cantoni sono tutti considerati uguali, pertanto il Ticino non può richiedere di essere l'unico in stato di emergenza.
SSG 5 mesi fa su tio
@Mattiatr e voilà! l'eccezione per lo stato d'emergenza per il Ticino.
Mattiatr 5 mesi fa su tio
@SSG A dire il vero non mi piace come precedente, in pratica si stanno gettando le basi per violare nuovamente la costituzione federale in futuro. Brutta storia.
Elisabetta Iorio 5 mesi fa su fb
Ma basta, stare ancora a casa non serve, bisogna ricominciare stando attenti e rispettando le regole.. Soprattutto se non ci si sente bene!
Massimo Ferrantini 5 mesi fa su fb
Che ci dicano qualcosa in fretta Suzana Daminelli Daniela Pisciani-Crystal Ball Elena Vonzun
Sabrina Mason 5 mesi fa su fb
Bisogna convivere adesso con questa cosa 1 sett o una sett dopo il problema c'è prima o poi bisogna affrontarlo
Fran 5 mesi fa su tio
Perché i nst scìenziati Berset, Koch, Merlani, Vitta e Co non si orientano all'esempio di Hong Kong? Loro, 7 milioni su un territorio limitato, non devono chiudersi in casa. Scuole e div attività chiuse da metà febbraio. Ristoranti aperti. Tutti! obbligatoriamente con mascherine. Alle entrate misuraz febbre e disinfettante. Nessuno porta guanti. Hanno 125 infettati! Ma. Hanno chiuso il confine con le zone rosse! Cosa che il Ticino non fa. Il Ticino apre a oltre 20000 frontalieri che vengono dalle zone più rosse del.secolo! Il Ticino esige una "finestra". Per impedire a NOI di lavorare. Non ai frontalieri che vengono da Varese e Como, i peggior messi!!!
ugo202230 5 mesi fa su tio
@Fran Il problema è che da noi non ci sono mascherine sufficienti per tutti, quindi..... a casa Vedrai, fra 1 o 2 settimane quando saremo riforniti di mascherine, allora sarà obbligatorio indossarle. Non ci resta che piangere
Fran 5 mesi fa su tio
In Italia non possono nemmeno uscire di casa. Como, Varese zone rosse. Luino un aumento di infettati. A noi TI è proibito recarci in italia. A noi TI viene impedito di lavorare. Ma oltre 20'000 frontalieri che a casa loro NON possono mettere il naso fuori casa, possono venire a lavorare in TI. Noi a casa. Loro in mezzo a noi! In Ticino gli infettati è morti stanno diminuendo, ma non possiamo lavorare. Al nord Italia stanno peggiorando, ma LORO da NOI possono venire.... Scommettiamo che nell'arco di 2 settimane dal rientro frontalieri avremo la 2. ondata!
Fiore Marchesi 5 mesi fa su fb
Il Ticino è più collegato con la Lombardia che col resto della Svizzera, quindi...
ugo202230 5 mesi fa su tio
Vero, una settimana probabilmente non cambia molto. Ma vi è un piccolo ma, il governo Ticinese vuole chiedere la proroga fin ad inizio maggio, e come la mettiamo con i 20000 o 25000 frontalieri che entrano tutti i giorni sul nostro territorio? Nulla contro il frontalierato, ma qualche cosa non quadra. O rimane tutto chiuso fino ad inizio maggio o così è discriminazione, visto oltretutto che noi Svizzeri non possiamo recarci all’estero, anzi se ti fermano con la spesa, Fr. 100di multa. Ma scusate, noi ticinesi abbiamo la peste.Gia siamo l’ultima ruota del carro, ora basta le regole sul nostro territorio devono valere per tutti, Ticinesi, Svizzeri tedeschi e francesi, e frontalieri. Allora si possiamo parlare di parità nei diritti e naturalmente doveri.
Maxy70 5 mesi fa su tio
In Ticino ovviamente non si è in grado di concordare una presa di posizione fra tutti i partner e poi presentarsi uniti nei confronti di Berna. Se i Ticinesi non vanno neppure d’accordo fra di loro, il Consiglio Federale a chi deve dare ragione? “Divide et impera”, il Ticino perderà la possibilità di prendere provvedimenti in modo autonomo. Congratulazioni. Non si impara proprio mai nulla!
Dalila Fattorini 5 mesi fa su fb
Be’ utile tenere tutto chiuso e di botto spalancare le frontiere. Ricordiamoci che siamo attaccati alla Lombardia, che in questo momento è zona rossa . Cosa credete che appena tutto si riapre 70’000 persone non entrano? Fateli stare a casa e date lavoro prima ai residenti, così vedono quanto disoccupati che vivono qui ci sono!
Ester Cereghetti 5 mesi fa su fb
aprite le porte a chi si vuol suicidare...e prolungate per gli anziani e i bambini
roma 5 mesi fa su tio
Ben fatto.
Evry 5 mesi fa su tio
Certo, ma misure più severe per i frontalieri che al loro domicilio NON pssono uscre di casa !! come la mettiam ? Ci sono allggi liberi da noi ! Inoltre abbiamo tanti disoccupati da noi mi quali si devono integrare da subito e formarli all'eventuale impiego !!! tante PAROLE ma FATTI zero !!!
Miriam Gennari 5 mesi fa su fb
Sentite Ci sono state diverse malattie anche peggiori di queste ma, si sono sempre rialzati al termine, e si sono tirati indietro le maniche per ricominciare Stessa cosa per le guerre, tutto distrutto distrutto, case ecc...persone morte eppure si sono rialzati e hanno ricominciato . Quello che abbiamo oggi noi, è anche grazie ai vostri nonni. Se decideranno di prolungare di una settimana non credo sia la fine del mondo. Magari i contagi diminuiscono o magari no. Ma vi rendete conto che le persone le quali dovranno prendere una decisione, in queste notti non dormiranno eppure sono più calmi di tutti noi messi insieme.
Monica Rhabarberbarbara Midali 5 mesi fa su fb
Non ha senso prolungare le chiusure. Lo avrebbe avuto se ci fosse stata serietà e un coprifuoco. Ma han fatto chiudere solo le aziende e centinaia di persone erano a spasso contagiandosi ben di più che al lavoro in aziende attente e responsabili. L'unica danneggiata è stata l'economia. Riapriamo finché c'è ancora qualcosa da riaprire!
Alessandra Rocca 5 mesi fa su fb
“Ma che sia l’ultima volta “ è la risposta di mi madre quamdo non facevo i compiti. Così, tanto per dire...
MEO 5 mesi fa su tio
Uuuhhhhh!!!!!
Sheryl Cataldo 5 mesi fa su fb
Ti prego no... Cosa cambia una settimana?
Roberto Oliboni 5 mesi fa su fb
Fino in settembre!!
Hardy 5 mesi fa su tio
Ovviamente potrei sbagliarmi, non essendo del mestiere, ma credo ci voglia pazienza. Davvero non vorrei che si torni alla normalità un po' troppo frettolosamente e capiti un nuovo contagio, magari peggiore, ergo si riparte da zero e altri 6 mesi a casa. Credo sia giusto ripartire con importanti misure, e un ruolo fondamentale lo giocherà la popolazione che dovrà essere paziente e comportarsi correttamente.
Tito Petocchi 5 mesi fa su fb
Ah sì perché non abbiamo ancora perso abbastanza posti di lavoro.
tip75 5 mesi fa su tio
tra l altro come la mettiamo con l italiano che entra qui a lavorare ma in italia non può uscire di casa?ricominciamo da zero???pensate bene alle regole di igiene e distanza e fatele rispettare, aprite le dogane quando apre l italia e non prima e quando le regole saranno rispettate e uguali per tutti. definite sanzioni severissime per chi non le rispetta con tanto di restituzione degli aiuti e attribuzione di responsabilità per attentato alla salute poi certamente si può pensare di aprire ove possibile essere rigorosi
tip75 5 mesi fa su tio
tipico ticinese si cerca di strappare accordi cambiando le carte...quasi fosse un tu mi dai due io ti do uno....andate a vedere nei supermercati dove han già smesso di rispettare regole e dosar la gente...irresponsabili, per soldi venderebbero la mamma
Sonia Frascati 5 mesi fa su fb
Non serve a nulla aspettare. Prima o poi bisogna APRIRE E ANDARE AVANTI. Cosa cambia una settimana in più? Il virus NON SPARISCE tra una settimana e nemmeno tra 2 e nemmeno tra 1 mese. Sveglia !! Se ragionassimo tutti come voi allora bisogna stare a casa tutto l'anno?!?! Il rispetto c'è e lo si porta alle persone morte, non è che si ha poco rispetto se si apre lunedì 27 aprile! Ma che discorsi sono?!?!? Comunque basta solamente un contagiato e ricomincia tutto! Quindi non cambia proprio nulla a mio avviso.. tra 1 settimana o 2. Il VIRUS NON SPARISCE AGLI INIZI DI MAGGIO. Prima lo accettiamo meglio è.
Luca Tarchini 5 mesi fa su fb
Bravissima Sonia, purtroppo la gente è molto ignorante
Yvonne Dellamora 5 mesi fa su fb
Luca Tarchini non ignorante...pieno di paura, e quella blocca il ragionamento!
Luca Tarchini 5 mesi fa su fb
paura messa nella testa da persone che vogliono controllare sempre di più il mondo.
Silvia Silvietta 5 mesi fa su fb
La penso come te Sonia
Sandro Bizzozzero 5 mesi fa su fb
Hanno dovuto prolungare perché non c’è l’accordo con i sindacati. Una delle clausole, è che tutte le parti sociali siano d’accordo, per togliere la finestra di crisi...
Stefania Sangiorgio 5 mesi fa su fb
Spero che chi è più in alto non accetta la posticipazione
Stefania Sangiorgio 5 mesi fa su fb
Sonia Frascati qui a Cadenazzo c'era 5 anni fa la tubercolosi e non è stato chiuso nulla quindi? Tutti hanno portato i loro figli a scuola o andavano a lavorare
Mattia Lanza 5 mesi fa su fb
Ma basta basta sono stufo di sta finestra di Crisi, spero che Berna non gli e l’ha accetta,🤘🏼 ad un certo punto bisogna uscire da sta case!.
Marcella Lanza 5 mesi fa su fb
Simona Tdb , ehm , purtroppo ama andare nei negozi di abbigliamento a curiosare .. è questo il suo problema .😉
Simona Tdb 5 mesi fa su fb
Marcella Lanza si appunto, a chi non piace. Vogliamo tutti l'apertura ma bisogna farlo gradualmente. In italia sono messi male, tanti contagiati a Varese, Como, Ponte Tresa e tanti entrano in Svizzera. Poi aprendo poco alla volta si riesce a tenere a bada la sanità. Sai Marcella ho una gran voglia anch'io di uscire e tornare alla normalità ma bisogna farlo con coscienza. Purtroppo con questo virus ci saranno gravi conseguenze sanitarie ed economiche.
Mattia Lanza 5 mesi fa su fb
tanto le riaperture ci sono, quella che a deciso Berna, vale per tutti informatevi😉😉😉😉
Massimo D'Onofrio 5 mesi fa su fb
AL TICINO serve il blocco momentaneo della Libera Circolazione PRIMA della FASE2! https://www.facebook.com/chezmax/posts/10157053369361629 Se il nostro Governo ticinese si coalizza e chiede di sospendere la LC solo per il Ticino vista la situazione particolare nei confronti della Lombardia, Berna dovrà accettarlo. Esattamente come per l'emergenza COVID.
Ste Croce Poelgeest 5 mesi fa su fb
https://www.iene.mediaset.it/video/coronavirus-wuhan-cosa-successo-davvero_763729.shtml Interessante da guardare ...fa capire...
Pollon75 5 mesi fa su tio
Aggiungerei... oh tutti o nessuno! Coerenza!
Pollon75 5 mesi fa su tio
Siamo tutti operai alla fine. A parte chi lavora in banca??
Adriana Genuizzi Da Silva 5 mesi fa su fb
Haaaa come mai sui cantieri non c’è stop 😡ma chi se ne frega sono solo operai 😡
Laura Brindicci 5 mesi fa su fb
Adriana Genuizzi Da Silva ma se hanno appena ricominciato dopo un mese di stop!?!?
Pollon75 5 mesi fa su tio
Riaprire sarebbe stata un piccolo boccata d’aria . Così preparatevi al fallimento di moltissimi. Questa volta non sono d accordo con Il Ticino mi spiace... nn sopravvivere o con 4 spicci che ci danno???????? nulla contro chi dal Italia oggi è venuto. A lavorare qui..ma loro si è io no. Eh non mi sta molto bene. Che la Confederazione non molli,!!!
giampa 5 mesi fa su tio
@Pollon75 I frontalieri che entrano in questi giorni sono operai in fabbrica soprattutto, non certo banchieri
Pollon75 5 mesi fa su tio
Riaprire sarebbe stata un piccolo boccata d’aria . Così preparatevi al fallimento di moltissimi. Questa volta non sono d accordo con Il Ticino mi spiace... nn sopravvivere o con 4 spicci che ci danno????????
Fran 5 mesi fa su tio
Va beh. Noi Ticinesi dobbiamo stare a casa. Mentre 1/3 dei frontalieri (oltre 20'000!!) ha ricominciato a lavorare. Ma vi sembra normale questo?? Oggi alle 17.00 le strade del Gambarogno erano affollate: di auto targate italia. Senza i frontalieri le nostre strade sarebbero LIBERE e abbandonate. Ciula: NOI siamo COSTRETTI da parte di VITTA & Co di restare in clausura. Via libera solo per i badìn!
Norvegianviking 5 mesi fa su tio
@Fran Allora al posto che fare sempre i piangina (sport preferito da noi ticinesi), anzichè far costituire le aziende agli stranieri, apriamole e creiamole noi, diventiamo imprenditori, esponiamoci, mostriamo coraggio, così (a parole) assumeremo solo autoctoni. Salvo poi vedere i bilanci e capire che anche avere in azienda qualche permesso G non sarà mica un dramma...
centauro 5 mesi fa su tio
@Fran Non hai mai pensato quali sono le categorie che possono lavorare e quelle no? Hai detto giusta una cosa, le nostre strade senza i frontalieri sarebbero libere e abbandonate, libere per mancanza di traffico e abbandonate per mancanza di operai frontalieri che le sistemano!
Fran 5 mesi fa su tio
@centauro Non mi sembra di aver visto un cantiere stradale aperto.
centauro 5 mesi fa su tio
@Fran L'ho inteso in senso generalizzato.
Mattiatr 5 mesi fa su tio
@Norvegianviking Vero, se in Ticino chi si lamenta facesse qualcosa per cambiare la propria situazione saremmo la prima economia in Svizzera. Ovviamente criticare la classe imprenditoriale è un must, si accollano a tutti i peccati di pochi.
Barcella Giuseppina 5 mesi fa su fb
Giusto..x proteggere tutti i cittadini..anziani..bambini..👏👏👏👏
Luca Tarchini 5 mesi fa su fb
Cerchiamo di fare presto a riaprire , dogane comprese
Milano Milano 5 mesi fa su fb
Luca Tarchini per carità! Le dogane assolutamente no, in Italia si stanno facendo un mazzo pazzesco da 6 settimane senza mettere il becco fuori di casa e dovrebbero aprire le frontiere a noi che al momento siamo tutti possibili untori? Anch’io ho voglia d’andare a passarmi il week end a Milano o andare a fare la spesa all’Esselunga ma sarebbe un disastro per i paesi di confine aprire a noi
Luca Tarchini 5 mesi fa su fb
e certo, allora continuiamo così fino al`infinito, poi pagheremo salatissime le conseguenze, va bene la salute, ma vediamo di non esagerare con divieti inutili
Milano Milano 5 mesi fa su fb
Luca Tarchini ma noi qui possiamo continuare come vogliamo, di conseguenza in Italia hanno diritto a non aprire le dogane.
Francesco Serrao 5 mesi fa su fb
Ora che i cantieri sono aperti mi viene da ridere purtroppo.. oggi non farò nomi della ditta ma ho visto 7 operai in un solo furgone..
Dario Mario 5 mesi fa su fb
Io veramente non capisco tutta questa fretta di riaprire tutto, nella realtà dei fatti e sono i numeri che parlano, tutto questo miglioramento esiste solo perché molti sono attenti e non escono di casa e se lo fanno usano delle protezioni corrette, siamo da quasi due mesi in casa e leggo proprio qui di un sacco di persone che vogliono necessariamente riaprire. Mi chiedo: ma l'esperienza non insegna proprio nulla, questa non è una normale influenza di questo si muore, e mettere sempre il Dio Denaro davanti a tutto é sbagliato. Che senso ha aprire le scuole, quando sino ad oggi i nostri ragazzi sono stati in casa, e di colpo dall'11 di maggio dovrebbero andare in 50 su un pullman o in 25 in classi già' piccole prima. Cosa significa riaprire tutto in prospettiva quasi certa di un ritorno fortissimo che potrebbe portare realmente ad una moria generale, informatevi, i virus mutano e pertanto il prossimo giro chi è già' stato contagiato lo potrà essere nuovamente e chissà per quanto tempo durerà tutto questo. Oggi in autostrada il traffico é tornato alle normali colonne, noi abbiamo già problemi a livello locale e posso garantire che far rientrare orde di frontalieri non migliorerà la situazione. Non piu' tardi di questa mattina in molti cantieri riaperti non veniva rispettata nessuna regola ne di distanza sociale ne di protezione, la riapertura andava sicuramente fatta ma in modi e tempi consoni, questa é una vera pandemia non un giocattolo con cui divertirsi. Era da riaprire tutto quando realmente i contagiati quotidiani si contavano su una mano. Scusate lo sfogo, ma ho visto gente stare molto male e se domani toccasse a qualcuno che oggi vuole la riapertura a tutti i costi, costui poi avrebbe anche il coraggio di incolpare il governo per non aver fatto nulla. Il vero problema siamo noi esseri umani ormai troppo legati al benessere a 360 gradi...pensiamo tutti che la salute ci sia dovuta. Spero di cuore di sbagliarmi
Simona Tdb 5 mesi fa su fb
Dario Mario dobbiamo dire anche che i contagi si sono abbassati xché tutto chiuso, ma se non si riapre gradualmente e con intelligenza vedremo la curva schizzare. Spero anch'io di sbagliarmi ma ho paura che sarà così
Violet Barrow 5 mesi fa su fb
Anche di piu !
Alessandro Casiraghi 5 mesi fa su fb
Se un numero predefinito di persone deve essere contagiata, abbassare eccessivamente la curva prolunga semplicemente l'agonia ed espone ad un più probabile picco successivo. Ora che si è all'erta bisogna aprire buona parte delle attività a mio parere. Perchè ora tendiamo a tenere un comportamento ancora responsabile, direi da R di 1.5 in condizioni di totale apertura con comportamenti attuali (do numeri a caso ovviamente, ma mi sembra credibile). Più contagiati ci sono stati più decresce automaticamente R. Quindi ..se tra 5 mesi i contagiati sono ancora solo il 25% della popolazione (come succede se fai crollare la curva e la tieni ipercontrollata), l'R a ottobre rischia di essere molto alto. Con la nostra insofferenza alle misure e il freddo in arrivo oltre tutto. Poi può essere che questa decisione di richiesta sia stata fatta per tutelare la sanità intesa come ospedali..ma altre ragioni (di salute, pratiche o economiche) non ne vedo proprio.
Night Warrior 5 mesi fa su fb
Dopo questa crisi sanitaria, ne arriverà una economica di sicuro ed il modo più conveniente per spostarsi sarà il seguente. http://cstfnc73.altervista.org/files/autostoppisteintelligenti.jpg
Mirketto 5 mesi fa su tio
Bello vedere tutti gli esperti che si confrontano...qui nei commenti!!!
Marc Room 5 mesi fa su fb
Ma per il covid o in generale?
marco17 5 mesi fa su tio
Non è che tenendo chiuso tutto più a lungo i morti risusciteranno e i malati guariranno più in fretta. Chi vuol continuare a stare rintanato in casa, lo faccia pure, nessuno glielo impedisce. Ma che costoro non impongano agli altri le loro paure e le loro isterie. Grazie.
giampa 5 mesi fa su tio
@marco17 Forse non è ancora chiaro a tutti che questo virus purtroppo uccide. Più si tiene la maggior parte della gente a casa = meno contagiati inutilmente e soprattutto più possibilità di vaccino per tutti al momento della libertà
miba 5 mesi fa su tio
@marco17 Concordo e tutto comincia a trasformarsi in una farsa. Volevamo prendere quale esempio la Lombardia? Quasi ci siamo: regioni che litigano tra loro, chi ha fatto meglio e chi ha fatto peggio, scaricamento a più non posso di colpe a destra ed a manca... E per quale o quali VALIDI motivi il Ticino non dovrebbe allinearsi con Berna e tutta la Svizzera???
pillola rossa 5 mesi fa su tio
@marco17 È il fascismo del ventunesimo secolo
giampa 5 mesi fa su tio
@miba Siamo un Cantone piccolo, 300000 abitanti. Vai a vedere le cifre dei contagiati ticinesi, ca 3000, e fatti la risposta del perché Giustamente il Ticino chiede ancora tempo a Berna prima di allinearsi
marco17 5 mesi fa su tio
@giampa Tu rovesci il senso delle cose: il Ticino ha voluto e ottenuto misure più severe, ma il tasso di contagi, malati e morti più elevato del resto della Svizzera. Come mai nella Svizzera tedesca dove prendono le cose in modo meno drastico, ci sono molti meno contagiati e meno morti? L'intensità e la gravità della malattia non dipende dalle misure di confinamento prese. I più confinati di tutti, i degenti nelle case anziani, sono tra i gruppi più duramente colpiti. È poco probabile che si siano contagiati facendo jogging, andando nei supermercati o lavorando sui cantieri.
pulp 5 mesi fa su tio
@giampa Esatto... ben 1 per cento. E ca. 0.1 per cento di morti. Nessuno fra 0 e 20 anni. La metà over 80. Fai tu... ma la problematica iniziale (emergenza sanitaria) l'abbiamo superata... adesso pensiamo a far vivere chi è stato salvato... sennò si muore d'altro (e la crisi economica è peggio fidati)
Mattiatr 5 mesi fa su tio
@giampa In Ticino ospita 350'000 persone, quindi nella conta non hai considerato il Mendrisiotto. La percentuale dei contagi quindi raggiunge quota 0.8%. Inoltre bisogna considerare che infetto non significa morto e che nell'arco di due settimane ci sono anche delle persone guarite, e non solo infette. Inoltre secondo i dati di fatalità federali in Svizzera c'è stato un decesso sotto i 30 anni, 4 dai 30 ai 40 e 2 dai 40 ai 50, per un totale di 7 totali, su più di 27'000 contagi e più di 1700 decessi. Quindi come sempre vige in primis il buon senso, cosa pare sempre più rara, durante uno dei servizi di patti chiari difatti un infetto intervistato è andato a pranzare dai genitori perché era rimasto a casa per malattia (allora ammettilo che sei bigolo). Inoltre il Ticino non ha il diritto a livello costituzionale federale di chiedere un trattamento speciale rispetto agli altri cantoni. Ah, non dimentichiamoci che il tasso di fatalità maggiore è stato rilevato perché in Ticino il Covid ha visto ampia diffusione iniziale nelle case anziani, non perché siamo speciali. Chiudere gli occhi dinnanzi a una probabilissima recessione pensando che fra un mesetto te ne tornerai a lavoro esattamente come prima è pura fantasia
giampa 5 mesi fa su tio
@Mattiatr Aggiungo che pensare di tornare alla normalità significa anche pensare di far tornare al lavoro gli altri 50000 frontalieri provenienti in buona parte dalla Lombardia, ovvero la regione più colpita in Italia....
Mattiatr 5 mesi fa su tio
@giampa I frontalieri sono 67'000, che come dici bene vengono dalla Lombardia e dal Piemonte, che presentano una situazione territoriale al Ticino. Ergo è come se ci fossero 50'000 persone che si spostano da Lugano a Bellinzona per lavoro, solo che in questo caso non frega niente a nessuno. Il fatto è che se un domani si vogliono avere delle imprese in cui lavorare, non dobbiamo limitare il flusso di chi ci lavora, ma garantire una buona igiene nei posti di lavoro e limitare i contatti ravvicinati. In CH interna io sono stato mi hanno piazzato a lavorare in segreteria e gli apprendisti in pratica non hanno più una postazione fissa, niente pause e disinfettante dappertutto. Senza poi considerare il blocco di parchi, centri sportivi pubblici e norme di sicurezza nei negozi. Il Ticino continua a essere l'unico cantone in cui ho visto code di bigoli davanti ai kebabbari, con o senza frontalieri.
giampa 5 mesi fa su tio
@marco17 Sbagli, la percentuale di contagiati nel nostro Cantone non è la più alta della Svizzera, c'e' Ginevra prima. Aprire tutto di nuovo significa riaprire anche le scuole e mettere dunque a rischio anche i nonni che si occupano dei nipoti dato che i genitori lavorerebbero durante il giorno
miba 5 mesi fa su tio
@giampa Contagiati in Svizzera: meno dello 0,30% della popolazione. Decessi avvenuti in Svizzera di persone SANE: 0,015% della popolazione. Queste sono le cifre REALI del covid19 nel nostro paese... Se ci pensi un attimo arrivi da solo ad una considerazione più che logica e scontata :)
marco17 5 mesi fa su tio
@giampa Forse non ti è ancora chiaro che siamo tutti mortali e che l'alcol. il fumo, il cancro e persino l'influenza stagionale e la canicola uccidono, e che di qualcosa dobbiamo morire. Questa è unica delle poche certezze.
giampa 5 mesi fa su tio
@miba Riaprire significa riaprire anche le scuole. Vai a dirlo alle centinaia di allievi che hanno chiesto giustamente a gran voce di chiudere le scuole
pulp 5 mesi fa su tio
@giampa a chiedere a gran voce la chiusura delle scuole sono genitori isterici e male informati. Rapporto UNICEF italia... morti in italia tra 0 e 20 anni ZERO!!! Ricoverati in terapia intensiva fra 0 e 20 anni ZERO. E parlo dell'Italia... una delle nazioni se non la nazione più colpita.
giampa 5 mesi fa su tio
@pulp L'università americana dice tutt'altro: Il Coronavirus colpisce più bimbi del previsto: “Per uno in terapia intensiva, infetti altri 2.381” Il numero di bambini contagiati da Coronavirus potrebbe essere di molto superiore a quello riportato finora. E' quanto emerso da una ricerca dell'Università della Florida del Sud, secondo la quale per ogni minore che necessita di terapia intensiva per Covid-19 ce ne sarebbero altri 2.381 infettati dal virus: "Gli ospedali dovrebbero prepararsi ad un afflusso di pazienti più giovani".
lollo68 5 mesi fa su tio
@pulp E sono gli stessi che ora chiedono che non vengano riaperte con tanto di petizione. Io farei una petizione per aprire le scuole superiori pure all'11 maggio! I miei figli non vedono l'ora di andarci!
Mattiatr 5 mesi fa su tio
@giampa Secondo i tuoi dati dovrebbe esserci un bambino e mezzo infetto in Ticino.
Dante Marco Pollini 5 mesi fa su fb
In tanto molti dipendenti cantonali non essenziali che lavoravano in telelavoro, ieri hanno fatto rientro ai loro uffici... mah? 🤔🤔
Sjllas Fagetti-Cancellier 5 mesi fa su fb
Se ci pensate vogliono evitare il 1 maggio che è festa e quindi ci sarebbe troppa gente in giro.
Barbara Manieri 5 mesi fa su fb
No all’obbligo di frequenza firmate grazie https://www.facebook.com/100022678311264/posts/679500276149243/?d=n
Conny Suter 5 mesi fa su fb
Barbara Manieri già firmata
Dario Mario 5 mesi fa su fb
ho lasciato anche un commento lo legga, non basta firmare, ma bisogna agire finché abbiamo tempo
Cristina Santoro 5 mesi fa su fb
e fanno bene....
Monica Ca 5 mesi fa su fb
Mah
Fabrizio Terraneo 5 mesi fa su fb
Immagino che fra 1 settimana il virus sarà magicamente sparito...
Aurora Sothis 5 mesi fa su fb
Fabrizio Terraneo non mi stupirei. Succederà qualcosa di grosso nel mondo..... e nessuno parlerà più del virus. Scommettiamo? 😊
Manu Barcella Capobianco 5 mesi fa su fb
Aurora Sothis magari fosse cosi!!
Piera Laera 5 mesi fa su fb
Fabrizio Terraneo si come in Italia che sta scomparendo poi i politici non l'anno preso il virus strano solo le persone deboli e indifese
Aurora Sothis 5 mesi fa su fb
Manu Barcella Capobianco è sempre stato così.. fidati.. stesso copione... 😉
Aurora Sothis 5 mesi fa su fb
https://m.youtube.com/watch?v=CZPYEBo3_Qk
Aurora Sothis 5 mesi fa su fb
Guardate il video.. è importante..
Simona Tdb 5 mesi fa su fb
Fabrizio Terraneo non sarà sparito ma se si apre lentamente lo si tiene sotto controllo
Milano Milano 5 mesi fa su fb
Fabrizio Terraneo si per diventare devastante fra tre settimane
Milano Milano 5 mesi fa su fb
Piera Laera Fontana l’ha preso, Zingaretti l’ha preso, Porro, noto giornalista l’ha preso, Bertolaso l’ha preso, diversi sindaci l’hanno preso e qualcuno è anche morto...e nessuno ha mai detto che sta scomparendo ma semplicemente che con la quarantena vera, come è stata fatta in Italia, ovviamente i casi di contagio si sono abbassati di molto
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Io sono X la popolazione , ho fatto DIC assistenza nei Buker e so cosa vuol dire , aiutavo anziani e ero Capo Isolato ..!!
seo56 5 mesi fa su tio
Saggia decisione!!!
ciapp 5 mesi fa su tio
ahah a berna per quest'anno abbiamo già chiesto troppo , i bonus sono finiti!!!!!!!
Mariangela Delco 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
X il bene del popolo e propio così , si è fatto 30 e facciamo 31 , complimenti X iniziativa politica . X proteggere i cittadini e anziani e bambini ..!! 👋👋👋👋👍👍😊
Igor Garlaschelli 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia 👏👏👏
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia per protegge re quegli anziani che sono i primi a voler andare al supermercato....
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
Allora chiudiamo in casa gli anziani e fuori gli altri
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter questo è il loro istinto di sopravvivenza , e chi non lo farebbe ,dopo anni di lavoro e rinunce ..!!
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter un domani potrebbe toccare a lei 😢😢
Gianca Meroni G 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter 😭
Pip Po 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia fai tanto la bocca grande, ma poi quando ti trovi disoccupato per le chiusure, non farai più il gradasso
Ivana Kohlbrenner 5 mesi fa su fb
Pip Po eheheh tanti di noi sino gia disoccupati noi Ticinesi eravamo già ai piedi della scala
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Io penso prima al popolo ,e i suoi anziani e bambini .
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
Ingiustificate le chiusure con così pochi nuovi contagi ogni giorno. Vogliamo riaprire!!!!
Fation Talaj 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter c’è chi vorrebbe guarire
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
E chi glielo impedisce scusa
Igor Garlaschelli 5 mesi fa su fb
Fation Talaj 👏👏👏🙏
Damiano Iannino Schipilliti 5 mesi fa su fb
Fation Talaj se dovessero riaprire in ogni caso non sei obbligato ad uscire..
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter riaprire? Solo a determinate condizioni.
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter allora non vede molto lontano lei.
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Damiano Iannino Schipilliti ma il virus 🦠 prenderebbe più forza ,e sarà ancora più pericoloso dopo .
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Marilena Decarli quali sarebbero x lei .
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia non è così evidente rispondere perché dipende da cosa si vuol riaprire, se nel determinato settore si possono mantenere le dovute distanze. Si dovrà aprire tutto piano piano ma appunto quel "vogliamo riaprire solo perché secondo la signora ci sono pochi contagi" non mi è piaciuto; abbiamo ancora dei morti, dei contagi nonostante stiamo andando con i piedi di piombo.
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Marilena Decarli io X il bene di tutto il popolo, preferirei che si possa aspettare ,ancora fino a i primi di maggio , come i nostri vicini confinanti . X livellare tutto .
Fation Talaj 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter che poi i beni di prima necessità sono aperti, quindi una settimana in più non vedo cosa le cambia
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia concordo. E x certi settori (scuole x esempio) aspetterei a settembre. Non posso nemmeno immaginare i mezzi di trasporto strapieni 😢
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Marilena Decarli pensiamo a un futuro ,migliore X tutti.
Willy Montella 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter oggi erano 7 ma negli ultimi giorni quasi sempre piu di 30...insomma
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
Willy Montella non mi pare proprio
Willy Montella 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter guarda bene perche e così, in ogni cso come dice il Dottor Denti e intelligente far svuotare quasi del tutto le cure intense, se il virus dovesse ripartire con le riaperture (e nessuno sa se succederà oppure no) non dobbiamo farci cogliere impreparati e far saturare in poco tempo la rianimazione.
Znec Aleunam 5 mesi fa su fb
Concordo con una riapertura graduale con il rispetto delle distanze e dei presidi igenici corretti. Rimanere chiusi ad oltranza è deleterio all'economia che, piaccia o meno, coinvolge tutti.
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
Willy Montella 14 aprile nuovi contagi 12, 15 aprile erano 26, 16 aprile 24, 18 aprile 17. Soloni 19 erano 38. Il 20 aprile 26 e oggi 7. Veramente pochi!!!!
Alice Crivelli 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter ma ci fai o ci sei?! Boh sconvolta. Parli così perché sicuramente nessun tuo conoscente o parente ha avuto o ha questo virus.. voglio però vedere se qualcuno a te caro si ammala dopo come ragioni. (E mi riferisco alla tua risposta “chi glielo impedisce di guarire” )
Sandra Cottini 5 mesi fa su fb
Alice Crivelli ci sono persone che scrivono solo per non fare intorpidire il dito o le dita!! Peccato però che le mani non siano collegate al cervello!
Marilena Decarli 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter ma sta scherzando? Se fosse lei o un suo parente uno di quei pochi ragionerebbe così? C'è gente intubata, ci sono medici, infermieri .... che si stanno facendo in mille e lei parla così? Pazzesco!!!!
Alice Crivelli 5 mesi fa su fb
Morena Locarno non auguro niente di così brutto a nessuno.. però piuttosto che prenderlo noi che abbiamo una coscienza, che se lo prenda gente del genere
Stefania Reiter 5 mesi fa su fb
Morena Locarno 😊
Morena Locarno 5 mesi fa su fb
Alice Crivelli anch'io non .lo auguro a nessuno ma almeno un po.di rispetto.per.la gente morta e quella malata
Dario Mario 5 mesi fa su fb
Lei é veramente molto superficiale, le auguro nella vita che le vada sempre tutto bene e non debba mai perdere qualcuno a cui tiene per persone insofferenti come lei.
Bianca Rose White 5 mesi fa su fb
Incredibile la superficialità di certe persone...non avete idea della seconda ondata di contagi...sarebbe opportuno aspettare e rispettare i tempi,questo non è un gioco,la vita non è un gioco e soprattutto avere rispetto per la vita di tutti.
Macc Eli 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter si ricorda con che velocita' sono aumentati? In due setimane tre vicini al collasso e i dati non li scopri il giorno dopo ma settimane dopo. Aperture si ma graduali. Ora siamo ripartiti con il lavoro vediamo a cosa portano queste aperture. Se va bene via si apre ancora ma piano piano. Pure l'economia ne uscirebbe meno ammazzata se evitiamo un altro blocco totale che ci sara' se si ritorna come prima. In cire intense ci sono ancora diverse persone non partiamo da 0. Scuola chiuse. Aprire si ma gradualmente
Ivana Kohlbrenner 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter riaprire si ma ..come la mettiamo con chi non rispetta le distanze sociali no mette mascherine ..in breve se ne frega ....?
Jacqueline Soldati 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter son poi solo 150 persone a settimana...🤔😡 per ora con tutto chiuso...(che secondo me è ancora fuori controllo) vedremo dove si va a finire, vedremo....😢
Roberto Oliboni 5 mesi fa su fb
Stefania Reiter no comment
Milano Milano 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia i nostri vicini confinanti sono in quarantena vera da quasi 7 settimane, qui la quarantena non si è mai fatta, si sono limitati a chiudere le attività poi ognuno era libero di fare quello che voleva. Per come è stata fatta la quarantena qui tanto vale riaprire, il solo fatto che non fanno aprire i negozi d’abbigliamento ma estetiste e parrucchiere dove non è possibile mantenere la distanza sociale dice già tutto
Nadietta Nadia Canzali 5 mesi fa su fb
XRCHE NE VORREBBE DI PIU ? si vergogni
Cristina Rossi 5 mesi fa su fb
a questo punto piuttosto che ricadere ... si !
Alessandro Ferrari 5 mesi fa su fb
Altra sett?????mesi nn sett....mesi.....virus c'è...nn vá in vacanza....niente antidoto,crisi....
Verena Tengattini 5 mesi fa su fb
Alessandro Ferrari spero davvero che Berna dica un bel NO visto la gente nn resta in casa nn rispetta le regole e in più anche pagata x stare in giro ...se si devono ammalare caso o lavoro nn cambia un bel pip ma basta mungere
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Verena Tengattini scusi lei è propio disperata ,.
Verena Tengattini 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia no no ma molto realista
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Verena Tengattini ma non pensa ,a un futuro migliore X tutti
Verena Tengattini 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia certo bisogna crederci e contribuire a crearlo guardato in giro che gente maleducata e poco rispettosa...la quarantena la passano fuori casa con qualsiasi scusa,usano le mascherine e guanti e ne trovi ovunque x terra buttati allora questo per lei e il modo giusto x avere un mondo migliore ...bravo complimenti ...su su a lavorare e a guadagnarsi il mondo migliore nel rispetto e con sudore basta mungere le casse
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Verena Tengattini lei a perfettamente ragione, ma bisogna pensare al resto del popolo e anziani e bambini innocenti , pensiamo X il loro futuro , qui non si può tornare in dietro, e in gioco la vita .
Verena Tengattini 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia certo certo ne tengo conto eccome visto ci lavoro con gli anziani e credimi nn è facile pure x loro capire xché nn possono vedere i famigliari ecc
Verena Tengattini 5 mesi fa su fb
Massimiliano Verdaglia però bisogna ricominciare a vivere
Massimiliano Verdaglia 5 mesi fa su fb
Verena Tengattini allora sa benissimo ,cosa ci aspetta in caso di ricaduta , complimenti X il suo lavoro .
Elena Bignone 5 mesi fa su fb
Vedremo ...!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile