Tipress
CANTONE
21.04.20 - 06:380

Migliaia di spettatori per la messa online: «È la conferma che la chiesa è viva e unita»

L'esperienza digitale della Diocesi di Lugano sta riscontrando molto successo: «Sono dati che ci sorprendono»

LUGANO - La terza domenica di quaresima - che cadeva lo scorso 15 marzo - ha segnato una svolta digitale per la Diocesi di Lugano. Quel giorno per la prima volta tutte le chiese ticinesi erano completamente vuote. A parte quella del Cristo Risorto di Lugano, dove il vescovo Valerio Lazzeri ha infatti celebrato una messa in assenza di fedeli dal vivo. Ma con un seguito virtuale collegato attraverso una diretta streaming su YouTube, sul canale del portale cattolico catt.ch. Una svolta dovuta alle disposizioni cantonali adottate per rallentare la diffusione del nuovo coronavirus sul nostro territorio e che da allora prevedono anche la sospensione delle funzioni religiose.

In pochi giorni l'offerta online della Diocesi, a cui è stata da subito aggiunto anche un momento di preghiera quotidiano con il vescovo, ha riscosso un forte interesse da parte dei fedeli. E in più occasioni registra oltre un migliaio di visualizzazioni online (si pensi che il rosario dello scorso 7 aprile ne ha nel frattempo superate 2'000). E lo streaming delle messe è anche stato inserito nel palinsesto RSI.

«Per lo streaming siamo sull'ordine delle migliaia di visualizzazioni - ci dice Luca Montagner, addetto stampa della Curia Vescovile - in merito all'offerta televisiva, invece, i dati d'ascolto sono stati davvero soddisfacenti e ci hanno sorpreso». La Domenica delle Palme e la Veglia pasquale del Sabato Santo, per esempio, hanno avuto oltre 20'000 telespettatori. «Ciò senza tenere conto che su altre reti, nei momenti forti prima e durante la Pasqua, l'offerta tv vedeva la presenza di Papa Francesco dalla Basilica di San Pietro».

Tale iniziativa e il suo successo potrebbero avvicinare o riavvicinare fedeli alla Chiesa? «Forse, più che riavvicinare o avvicinare alla fede - afferma ancora Montagner - abbiamo avuto la conferma che la Chiesa che è a Lugano è viva e unita, e ha il desiderio di accostarsi ai sacramenti, anche se attualmente non può farlo fisicamente».

La chiesa digitale non sarà comunque dimenticata una volta che l'emergenza sarà passata. Iniziative simili erano già state proposte in passato. E per il futuro si ritiene che la digitalizzazione possa aiutare la Chiesa ticinese «a raggiungere il maggior numero di persone possibile» conclude Montagner.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Lugano
6 ore
Più Donne chiede delucidazioni sul caso dell'ex funzionario del Dss
Dopo che la loro interrogazione non ha avuto seguito dai vertici, tornano con un'interpellanza che contiene 15 domande
CANTONE
8 ore
I più scattanti con il "booster" agli over16
A questa cifra vanno aggiunte le persone che si sono rivolte alle farmacie e agli studi medici
RIAZZINO
9 ore
Al Vanilla la musica resta spenta
Il Consiglio federale è andato incontro alle discoteche. Ma la struttura di Riazzino mantiene la propria decisione
BELLINZONA
11 ore
Il villaggio natalizio di Bellinzona solo per vaccinati e guariti
Per il mercato del sabato e i mercatini in programma varrà invece l'obbligo di mascherina
Ticino
11 ore
Ecco dove verranno posizionati i radar la prossima settimana
La polizia ricorda che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause d'incidenti»
CANTONE
12 ore
La cucciolata che non intenerisce gli allevatori
Il nascita di tre lupacchiotti è «una cattiva notizia» commenta l'associazione per la protezione dai predatori
LUGANO
13 ore
Obbligo di mascherina in centro a Lugano
La misura scatta domani, sabato 4 dicembre, nella zona pedonale della città
SVIZZERA
14 ore
Niente test a scuola, il sindacato protesta
Il Vpod/Ssp invoca una maggiore protezione dell'insegnamento in presenza
CANTONE
17 ore
Gli anni ticinesi di Highsmith in un documentario
Le riprese del film sono di recente iniziate sul Lago Maggiore e in Valle Maggia
CANTONE
18 ore
In Ticino il booster è per tutti
Da subito tutti gli over 16 che hanno ricevuto la seconda dose da almeno sei mesi possono prenotare il richiamo
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile