Tipress
CADENAZZO
20.04.20 - 11:260
Aggiornamento : 13:19

Pirata della strada beccato a 157 km/h sull'80 sul Ceneri

Un 50enne del Luganese è stato fermato ieri pomeriggio in territorio di Cadenazzo

L'uomo è stato denunciato al Ministero pubblico e si è visto sequestrare il veicolo e ritirare la patente.

CADENAZZO - Sfrecciava a 157 chilometri orari su un tratto di strada, la vecchia cantonale del Monte Ceneri, il cui limite è fissato a 80. La folle corsa di un 50enne italiano domiciliato nel Luganese è però terminata ieri pomeriggio a Cadenazzo, dove la sua automobile è stata intercettata dalla polizia. 

L'uomo - precisa la Cantonale in una nota - è stato denunciato al Ministero Pubblico quale «pirata della strada» per grave infrazione alla Legge federale sulla circolazione stradale. Al 50enne è stata immediatamente ritirata la patente e la sua automobile è stata sequestrata. 

Il pirata della strada di Cadenazzo non è però l'unico conducente dal piede pesante finito nel mirino delle forze dell'ordine ticinesi negli ultimi tempi. Altri quattro automobilisti erano infatti stati beccati - lo scorso 5 aprile - durante quattro distinti controlli effettuati in Leventina, nel Luganese e nel Bellinzonese. Il primo, un 20enne, era incappato in un controllo a Bodio mentre sfrecciava a 185 km/h sull'A2.  Gli altri tre viaggiavano rispettivamente a 160, 165 e 166 chilometri orari là dove il limite era di 120. 

Valvola di sfogo - Il problema dell'alta velocità ai tempi del Covid-19, d'altronde, è un tema conosciuto. La scarsa circolazione di veicoli e il nervosismo crescente possono portare anche a comportamenti sconsiderati. «Le strade vuote - spiega lo psicologo del traffico Benjamin Graber dell'Università di scienze applicate di Zurigo - possono certamente incoraggiare la guida veloce», precisando che molte volte l'automobile funge da «valvola di sfogo» alle preoccupazioni e a «convivenze forzate».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
5 ore
Cucina in fiamme a Viganello
È accaduto questa sera in via Pedemonte. Pompieri e polizia sul posto
CANTONE
6 ore
«Perché noi no, e i bordelli sì?»
Locali a luci rosse di nuovo aperti in Ticino. Decisive le scelte federali. E ora c'è chi è furioso.
CANTONE
7 ore
«Non mi dimentico dei nervi della gente»
Il Covid-19 ci sta mettendo a dura prova. L'appello di Raffaele De Rosa, direttore del DSS: «Teniamo duro».
CANTONE
9 ore
Don Guanella, due focolai: 89 positivi
Le strutture colpite sono quelle di Maggia e Castel San Pietro. Contagiati 44 ospiti e 45 collaboratori. Sette i decessi
CANTONE
10 ore
Nessuna vacanza per i radar
L'elenco dei rilevamenti della velocità previsti durante la prossima settimana
BRISSAGO
10 ore
Sette positivi alla Clinica Hildebrand
Uno di questi si trova in isolamento. Gi altri sono stati trasferiti alla Carità.
CANTONE
11 ore
Halloween e vacanze scolastiche: ma attenti, il virus non se n'è andato
Il Governo invita la popolazione a rispettare le disposizioni anti-Covid. E i locali erotici possono riaprire
BELLINZONA
11 ore
«Ben 20'000 franchi di danni e non si scusano»
Ritrovate le persone a bordo dell'auto in fuga che nella notte tra sabato e domenica aveva causato un incidente.
CANTONE
11 ore
Il coronavirus annulla Espoprofessioni
La quattordicesima edizione dell'evento avrebbe dovuto avere luogo il prossimo marzo 2021
NOVAZZANO / CHIASSO
15 ore
Due “strane scoperte" in dogana
700 litri di olio non dichiarato a Ponte Faloppia. Armi e documenti contraffatti a Brogeda
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile