tipress
CANTONE
09.04.20 - 06:000
Aggiornamento : 10:00

Famiglie in difficoltà: «L'assegno non arriva»

Il grido d'aiuto di alcune famiglie bisognose. Lo Ias: non risultano ritardi. Dove sta l'inghippo?

L'associazione di San Vincenzo conferma: «Diverse segnalazioni, ma fiduciosi in una soluzione»

BODIO - Uffici chiusi. E assegni che non arrivano. La rivoluzione imposta dal Covid-19 all'amministrazione cantonale sta causando qualche problema ad alcuni cittadini bisognosi.

Tio.ch/20minuti ha raccolto le segnalazioni di diversi genitori beneficiari di assegni Afi-Api (familiari e prima infanzia) che non avrebbero ricevuto versamenti all'inizio di questo mese. «Ho sollecitato più volte, ma non riesco a parlare con nessuno» racconta ad esempio una 31enne del Sopraceneri, madre di due figli piccoli.

La donna è molto preoccupata. L'assegno di marzo (1100 franchi) se ne è andato in affitto, spese e cassa malati. «Siamo rimasti con due franchi sul conto» racconta. «Se i ritardi continuano non sappiamo come fare». La famiglia si è rivolta a un'associazione benefica, per provvedere alla spesa alimentare. 

Non è un caso unico. «Anche noi abbiamo ricevuto diverse segnalazioni» spiegano dall'associazione San Vincenzo De Paoli, che si occupa di sostegno alla povertà. «Purtroppo a farne le spese sono al momento le famiglie più deboli, e in particolare con figli a carico, in un momento già di evidente difficoltà». 

Dal Cantone assicurano che «le pratiche AFI/API sono a giorno». Al DSS non risultano ritardi, ma «è bene precisare che i servizi emanano le decisioni ed effettuano i pagamenti soltanto quando i dossier sono completi». Gli sportelli del Cantone - che rimangono in attività - sono però chiusi al pubblico, e per qualsiasi problema gli utenti sono invitati ad annunciarsi via mail. 

Dov'è l'inghippo? «Abbiamo provato a contattare gli uffici più volte, senza ricevere spiegazioni» lamenta la 31enne. L'associazione di San Vincenzo dal canto suo si dice «fiduciosa che il problema è temporaneo e verrà risolto in fretta». Alle famiglie non resta che aspettare.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Il Covid colpisce anche via Nassa
Bucherer licenzia, ma tutto il settore orologiero in Ticino è in difficoltà. «Mancano i clienti arabi e americani»
CANTONE
1 ora
Gobbi sorpreso dalla decisione sugli eventi: «Si parlava di fine anno»
Secondo il Presidente del Governo cantonale, la decisione porrà molte competenze e costi sulle spalle dei cantoni
CANTONE
3 ore
Pornografia fra minorenni: «A chi sgarra confischiamo il telefono»
Il fenomeno dello scambio di materiale via chat o social è in aumento. Così come le segnalazioni alla magistratura.
CONFINE
4 ore
Pregiudicato napoletano estradato a Ponte Chiasso
Gravi capi d'imputazione, da omicidio ad associazione mafiosa. Avrebbe dovuto trovarsi in custodia cautelare a Napoli
FOTO
MESOCCO (GR)
7 ore
Centro sportivo vittima dei ladri
Qualcuno si è introdotto nel locale dopo aver tentato di sfondare la vetrina e aver rotto alcune finestre
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
«I turisti persi tra marzo e maggio non si possono recuperare»
Per gli alberghi ticinesi si prospetta un calo del giro d'affari di almeno il 25%, nonostante il turismo interno
CANTONE
10 ore
Covid, due mesi senza decessi
È di 3'460 il totale dei tamponi finora risultati positivi da inizio pandemia nel nostro cantone.
FOTOGALLERY
BREGAGLIA (GR)
10 ore
Non solo acqua per produrre energia
Oltre 1'200 pannelli sono stati posati sulla diga dell'Albigna. Sarà il più grande impianto solare alpino in Svizzera.
AGNO
14 ore
Scintille tra e-biker e pedoni
La convivenza sulla frequentata passeggiata "Bill Arigoni" è messa a rischio dalla velocità dei ciclisti
CANTONE / LIBANO
14 ore
Un ticinese a Beirut: «Vivo per miracolo»
L'ex granconsigliere ha raccontato la sua esperienza durante gli scoppi: «L'appartamento è completamente distrutto»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile