Keystone - foto d'archivio
CANTONE
02.04.20 - 10:510
Aggiornamento : 13:17

Il coronavirus non ferma truffe e frodi

Anzi, c’è chi ne approfitta. «State attenti»

BELLINZONA - E-mail dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) o dall’Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Visite a domicilio per una valutazione sanitaria. Tamponi a domicilio. E ancora donazioni per malati, vendita di mascherine e disinfettanti online. I tentativi di truffa e frodi non si fermano con il coronavirus. Anzi. Ci sono malintenzionati che approfittano della situazione per cercare di introdursi in casa delle persone, rubare dati riservati, o intascarsi soldi che la generosità vorrebbe mettere a disposizione di chi ora ne ha più bisogno.

Sono anche stati anche segnalati messaggi WhatsApp da profili clonati che hanno l’obiettivo di infettare con programmi malevoli i cellulari per prenderne il controllo da remoto e infine chiedere il versamento di somme di denaro per il loro sblocco. Pure presenti catene di Sant’Antonio il cui unico scopo è il diffondere false notizie intasando la rete. 

Per proteggere la popolazione dai malintenzionati, la polizia cantonale diffonde (nuovamente) dei consigli. «Vi invitiamo a informarvi unicamente tramite i canali ufficiali di informazione per non incorrere in false notizie (fake news) pubblicate in particolare sui social. Diffidate delle attrezzature mediche o dei prodotti disinfettanti il cui prezzo è elevato, poiché chi li vende sfrutta l’attuale situazione di incertezza. Inoltre, le autorità sanitarie solitamente non contattano i cittadini per e-mail o per telefono. In caso di sospetti contattate immediatamente la polizia al 117. Informate inoltre familiari e conoscenti in relazione a questo tipo di fenomeni.

I consigli delle autorità

  • Se ricevete email da sconosciuti e senza sollecitazione non aprite link e allegati e non rispondete. In particolare nei casi di phishing, il mittente tende a sfruttare indirizzi riconducibili a ditte o enti riconosciuti.
  • Non condividete dati personali, password o dati di accesso ai vostri account o dispositivi.
  • Mantenete costantemente aggiornati il sistema operativo e le applicazioni presenti sui vostri dispositivi (ad es. antivirus).
  • Non lasciatevi mettere sotto pressione da persone sconosciute che vi chiamano al telefono. In caso di dubbio interrompete immediatamente la telefonata.
  • Effettuate pagamenti anticipati unicamente su piattaforme di shopping sicure e per importi poco elevati. Per importi maggiori scegliete un altro tipo di pagamento.
  • Prima di dar seguito a richieste di pagamento per beni e prestazioni verificatele attentamente.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Meglio la calca, o una multa da 90 franchi?
Per evitare i bus pieni, alcuni studenti del Cpt di Trevano optano per l'auto. Ma anche qui i problemi non mancano
FOTO E VIDEO
QUARTINO
3 ore
Fiamme in una carrozzeria: un operaio ricoverato
Il rogo è divampato attorno alle 18.30 in via Mondette. Ingenti i danni alla struttura
CANTONE
4 ore
«Sindaci ticinesi, uscite dal buco»
Giovanni Cossi, presidente della Conferenza dei sindaci del Malcantone, lancia un appello: «Salviamo il Cantone».
CANTONE
5 ore
Gastroticino: «Grazie Governo»
Soddisfatti bar e ristoranti per le scelte del Consiglio di Stato: «Così possiamo lavorare»
CANTONE
6 ore
Covid: scatta l'obbligo della mascherina all'aperto
La protezione sarà da adottare laddove le distanze non possono essere mantenute, in particolar modo nei mercati.
CANTONE
9 ore
Fregati dalla solitudine e dal bisogno di affetto
Col Covid-19 aumentano i rischi di truffe amorose. Il ricercatore Luca Brunoni si è trasformato in esca.
CANTONE
12 ore
Quando gli applausi non bastano più
Al via la settimana di protesta per migliori condizioni per gli operatori sociosanitari
CANTONE
12 ore
Una classe in quarantena al Liceo di Lugano 2
Ieri la misura era stata decisa anche per allievi della Scuola cantonale di commercio
CANTONE
13 ore
Coronavirus in Ticino: altri 147 contagi e 15 ricoveri in 24 ore
Negli ospedali ticinesi sono attualmente ricoverate 80 persone positive al coronavirus.
CANTONE
13 ore
Anche il Ticino avrà il suo rumorometro
È iniziata negli scorsi giorni la sperimentazione del congegno che informerà sul livello di rumore generato dai veicoli.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile