Tipress
CANTONE
29.03.20 - 17:270

Mon Repos dà ragione al Governo: «Elezioni comunali rinviate»

Il Tribunale federale di Losanna non ha concesso l'effetto sospensivo al ricorso effettuato da tre locarnesi

Il Governo si felicita della scelta e ribadisce: «Decisione presa all'unanimità»

BELLINZONA - La decisione di annullare le elezioni comunali del 5 aprile è confermata. Il Tribunale federale di Losanna ha infatti deciso di non concedere l'effetto sospensivo come richiesto dal ricorso presentato lo scorso 21 marzo dagli avvocati locarnesi Fiorenzo Cotti e Annie Griessen Cotti e da Pierluigi Zanchi. Le operazioni di voto non potranno perciò proseguire - come avrebbero voluto i tre ricorrenti - e le comunali sono quindi ufficialmente rinviate al 2021. 

Il Governo - dando notizia della decisione emessa dai giudici di Mon Repos in un breve comunicato stampa - precisa e ribadisce che la scelta di posticipare le elezioni era stata «presa all'unanimità». 

 

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 1 anno fa su tio
A volte anche la casta dei ( quasi intoccabili), le prende sul groppone, a differenza del cittadino comune che paga se sbaglia, questi per compiacenze e inciuci vari, non passa mai alla cassa.
tazmaniac 1 anno fa su tio
Tiè, infilatevele dove non batte il sole le elezioni comunali...
Zico 1 anno fa su tio
maun pò di ripetibili e spese varie non le hanno accollate ai ricorrenti? o siccome si tratta di avvocati ricorrono al TF gratuitamente, tanto per far perdere un pò di tempo?
Tato50 1 anno fa su tio
Potevano ricorrere contro l'invio degli acconti d'imposta, specialmente a chi non può entrare nei supermercati, perché le buste potrebbero essere infettate ;-)))
Nmemo 1 anno fa su tio
(ricaricamento) S’inviti Andrea Bersani a rassegnare le dimissioni! Quale credibilità vanta il Bersani da Giubiasco che già non si era ricandidato, considerate le azioni messe in atto utilizzando la carica istituzionale per difendere interessi personali e di famiglia? È un ex sindaco, ora vicesindaco, in palese conflitto d’interesse, che ha omesso di far passare alla cassa i responsabili dei danni causati della discarica abusiva di Scarpapè scivolata a valle per un temporale estivo, tra questi anche suo padre. I danni, valutati dell’ordine di 7-800 mila franchi sono tuttora a carico dei cittadini del Comune. Il 22.03.2002, Bersani aveva firmato l’ordine municipale, con la comminatoria di sanzioni penali per la sospensione dei lavori per la discarica abusiva privata di Scarpapè rendendo responsabili le persone coinvolte nell’abuso per qualsiasi danno a cose o a terzi che si dovessero verificare a seguito del deposito abusivo…
Nmemo 1 anno fa su tio
… È impresentabile, su tutto per il suo partito PLRT. È impensabile pensare che abbia il pudore di alta autocritica che toglierebbe dal quotidiano imbarazzo il suo Partito, i suoi compagni di merende e le istituzioni, quelle della città di Bellinzona in particolare. Giova richiamare che il Presidente del PLRT, Bixio Carrara, non a caso scriveva: “Per poter servire al meglio le Istituzioni non basta i farsi eleggere grazie ad una certa notorietà. Nello svolgimento del proprio mandato è altrettanto indispensabile che questa notorietà sia accompagnata da una reputazione irreprensibile ciò che significa in particolare e senza alcun tentennamento privilegiare l’interesse generale rispetto a quello personale .… Quando la reputazione viene messa irrimediabilmente in dubbio, anche senza necessariamente che vi siano fatti di rilevanza penale, è la credibilità delle Istituzioni e del partito che si rappresenta ad essere messa in discussione".
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FAIDO
4 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
4 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
5 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
6 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
6 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
8 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
CANTONE
10 ore
Passa da Berset il caso dei neo-psicologi non riconosciuti
Il Consiglio di Stato ha scritto al ministro dell'Interno proponendo una soluzione
CANTONE
10 ore
La Nuova Valascia scivola sui pagamenti agli artigiani
La nuova Valascia ha qualche problema di liquidità. Malumori tra chi ha eseguito i lavori
ASCONA
19 ore
«Così ho perso lentamente la mia amica»
Nelly Morini racconta il dramma dell'Alzheimer nel romanzo Clarianne, ispirato a una storia vera.
MESOCCO (GR)
1 gior
Ventenni escono di strada e finiscono nella scarpata
L'incidente è avvenuto la scorsa notte in zona Alp Frach. I due occupanti del veicolo sono rimasti leggermente feriti.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile