foto Rumors Ticino
La foto pubblicata ieri sui social
LUGANO
15.03.20 - 12:570
Aggiornamento : 17:44

«L'ultima birra, adesso prudenza»

Marco Borradori sulle misure adottate dal governo. «Modifichiamo le nostre abitudini»

LUGANO - L'ultimo sorso prima della grande serrata. I bar e ristoranti in Ticino hanno chiuso i battenti ieri a mezzanotte, come decretato dal Consiglio di Stato. E tra gli ultimi avventori, qualcuno ha fatto in tempo a "pizzicare" il sindaco di Lugano Marco Borradori, al tavolino di un bar-ristorante in piazza della Riforma. 

La foto è stata pubblicata sul gruppo Facebook Rumors Ticino, in un post ironico. «Il sindaco non dovrebbe dare l'esempio?» si chiede l'autore dello scatto. E Borradori, contattato da tio.ch/20minuti, risponde per le rime. 

«Ho passato la mattinata di sabato a Rivera per l'incontro con il Consiglio di Stato. Il pomeriggio e la sera in Municipio a seguire le comunicazioni del governo. Sono ore di grande sforzo e impegno da parte di tutte le istituzioni e - sì - dopo una giornata impegnativa a sera non avendo niente a casa da mangiare mi sono fermato in uno dei pochi locali aperti» racconta il sindaco.

«Scherzi a parte abbiamo davanti settimane difficili» continua Borradori. «Condivido appieno la decisione del governo, improntata a una giusta prudenza. La situazione impone delle modifiche alla nostra vita quotidiana, e tutti dovremo rinunciare a qualcosa. Sperando nelle prossime due settimane di vedere dei risultati concreti».

Le conseguenze sugli esercizi pubblici, a Lugano come altrove, si faranno sentire. «Parlando con gli esercenti ho riscontrato comunque un atteggiamento di appoggio alle misure. Ieri la città era deserta, e rimanere aperti per pochissimi clienti era, per molti, una situazione difficile da gestire».

Intanto a Lugano oggi pomeriggio è prevista una nuova riunione del Municipio. Sul tavolo c'è la questione elezioni. Il governo ha ventilato, ieri, la possibilità di un rinvio, e i Comuni sono chiamati a dire la loro. Non solo. Verrà elaborato anche un protocollo per il personale dell'amministrazione comunale di Lugano. «Dobbiamo decidere chi lavorerà, e chi no. La carne al fuoco è tanta». 

Insomma per il sindaco è stato un weekend intenso, e non è ancora finito. Una birra meritata, vien da dire, dopotutto. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
RIAZZINO
23 min
Cede il terreno sotto i binari: disagi, ma danni limitati
Le FFS sono al lavoro per ripristinare la linea ferroviaria tra Cadenazzo e Locarno.
CANTONE
4 ore
Dieci ricoveri, un decesso e altri 257 contagi
Negli ospedali ticinesi ci sono 62 persone positive al coronavirus.
FOTO
RIVIERA
5 ore
Esce di strada e finisce contro i ripari fonici della ferrovia
L'incidente della circolazione ha avuto luogo questa notte all'incrocio fra via Traversa e via Cantonale.
CANTONE
17 ore
Un deputato positivo, ma il Gran Consiglio non va in quarantena
Il rispetto delle misure anti-contagio non rende necessario il provvedimento
CANTONE
19 ore
«Il mini lockdown non serve»
L'esperto in malattie infettive Christian Garzoni si appella per l'ennesima volta alla responsabilità dei cittadini
CANTONE
20 ore
Una classe in quarantena alla Scuola Media di Viganello
Lo comunicano il DSS e il DECS in un comunicato congiunto
CANTONE
20 ore
Condonate ai club sportivi le spese d’ordine pubblico
La decisione presa oggi da Governo e Comuni interessati riguarda la stagione 2019/20
CANTONE
20 ore
Ecco i radar di settimana prossima
La polizia ha diffuso la lista delle località che saranno interessate dai controlli, a partire da lunedì
ASCONA
21 ore
Il passaporto risveglia vecchi scheletri
Vive qui da 58 anni e vuole diventare svizzero, ma qualcuno gli rinfaccia la vecchia vicenda degli "immobili SUVA"
BELLINZONA
1 gior
Spacciatore in manette
L'uomo è stato arrestato a Sementina. Presso il suo domicilio c'erano diverse centinaia di grammi di sostanza da taglio
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile