Immobili
Veicoli
tipress
Il direttore del DFE Vitta e il collega del DSS De Rosa.
CANTONE
15.03.20 - 08:530

Un danno da 100 milioni, se tutto va bene

Se lo chiedono gli esperti di sanità ed economia. E le previsioni non sono ottimistiche

LUGANO - Le conseguenze del coronavirus sull'economia e sul sistema sanitario ticinese non sono facili da prevedere. Gli scenari cambiano di giorno in giorno. Ma nella sua edizione odierna il Caffè prova a fare delle stime, e non sono incoraggianti. 

Secondo i dati forniti oggi dal settimanale, dal 25 febbraio al 12 marzo l'Eoc ha effettuato 1170 test del tampone. Di questi il 15 per cento ha dato esito positivo. Il ritmo è aumentato, attestandosi questa settimana a 150 test al giorno. I numeri mostrano «quanto sia veloce» la progressione dell'epidemia, e proprio questo elemento - la velocità - preoccupa maggiormente gli osservatori. 

Il sistema sanitario ticinese reggerà? La risposta è: dipende. Secondo le stime del domenicale, se il picco influenzale non si protrarrà oltre le 5-6 settimane (quindi entro fine aprile) i posti letto disponibili nei reparti di terapia intensiva in Ticino dovrebbero risultare sufficienti.

Il problema è che i contagi procedono più rapidamente del previsto. A breve la media potrebbe salire a 50-60 nuovi casi al giorno, la maggior parte non gravi. 

Attualmente sono 13-15 i pazienti ricoverati in terapia intensiva. Ma secondo le previsioni più negative entro tre-quattro settimane potrebbero essere occupati un'ottantina di posti letto in cure intense. «Sarebbe un dramma» scrive il domenicale. Tutto dipende dall'effetto che sortiranno le misure straordinarie decise ieri dal Cantone, il cui obiettivo è di "spalmare" lo stesso numero di ricoveri intensi «nell'arco di tre o quattro mesi». 

Intanto anche l'economia trema. Secondo Stefano Modenini, direttore dell'Aiti, il danno per l'industria ticinese potrebbe aggirarsi «intorno ai 100 milioni di franchi» se la situazione di crisi attuale dovesse protrarsi. Nel settore della ristorazione invece gli utili delle imprese «sono già calati del 90 per cento» secondo le stime di GastroTicino raccolte dal settimanale. Più difficili da quantificare le conseguenze per il settore bancario (e della cospicua clientela italiana) e nell'edilizia. In quest'ultimo settore, ricorda la Ssic, gran parte delle materie prime e circa il 56 per cento dei lavoratori in Ticino provengono dalla vicina Italia. 

 

 

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOSONE
19 min
Il "re del karaoke" insegna calcio e inglese ai ragazzini
Sfida estiva per lo showman Jimmy Smeraldi: «Abbino pallone e apprendimento della lingua. Ci divertiremo».
CANTONE
3 ore
Turisti spaventati dai lupi? «Il problema non esiste»
I lupi, contrariamente a quanto affermato da Germano Mattei, non influenzerebbero negativamente il turismo ticinese.
CANTONE
3 ore
Il vaiolo delle scimmie «non è il coronavirus»
Giorgio Merlani tranquillizza tutti sulla malattia: «Per contrarla ci vuole un contatto molto stretto e prolungato».
CANTONE
6 ore
Anche in ospedali, cliniche e case anziani si ritorna (quasi) alla normalità
L’andamento epidemiologico attuale permette di allentare ulteriormente le misure di protezione in atto.
POSCHIAVO (GR)
6 ore
L'amo tocca i fili della corrente: pescatore muore folgorato
La tragedia è avvenuta domenica mattina nel fiume Val Pednal, a Li Curt nel Comune di Poschiavo.
CANTONE/SVIZZERA
9 ore
Fa troppo caldo, anche per lavorare?
La colonnina di mercurio sta superando nuovi record già nel mese di maggio
CANTONE
9 ore
I contadini si scagliano contro il Governo: «A quando l'abbattimento?»
A causa del lupo «anche il turismo sta subendo ripercussioni», così Germano Mattei, fondatore di Montagna Viva.
LUGANO
11 ore
Cede il letto a due profughe e ora dorme sul divano
Patrick Flachsmann, 48enne informatico di Besso, vive in un due locali e mezzo. Ora gli spazi si sono ridotti.
FOTO
LOCARNO
1 gior
Lo street food ha conquistato Locarno
Tanto caldo e tanto movimento al Festival del cibo di strada.
FOTO E VIDEO
CANTONE
1 gior
Le cantine hanno svelato i loro tesori
Si è tenuto il primo dei due weekend di Cantine Aperte, quello focalizzato sul Sottoceneri.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile