Tipress
BELLINZONA
02.03.20 - 06:430

A causa del coronavirus annullato il corteo di domenica 8 marzo, ma «la lotta femminile non si ferma»

Il collettivo femminista iolotto invita le donne a promuovere piccole iniziative di lotta e mobilitazione

BELLINZONA - Le disposizioni delle autorità federali per contenere la diffusione del coronavirus impongono il divieto di manifestazioni con una partecipazione superiore alle 1000 persone. Per questo le organizzazioni promotrici hanno deciso di annullare la manifestazione prevista l’8 marzo a partire dalle 14.00 a Bellinzona.

In questi ultimi anni la partecipazione alla manifestazione dell’8 marzo ha sfiorato il migliaio di persone e sull’onda dello sciopero del 14 giugno è realistico pensare che l’affluenza potesse superare questa cifra, fanno sapere le organizzatrici.

Nonostante queste disposizioni, la lotta delle donne non si ferma.

Il collettivo femminista iolotto invita quindi tutte le donne, come del resto avviene a livello nazionale, a promuovere piccole iniziative di lotta e di mobilitazione. «L’obiettivo è quello di disseminare il territorio delle nostre rivendicazioni, dando libero sfogo alla nostra creatività» si legge in un comunicato.

«Le discriminazioni contro le donne non si fermano la domenica, molte di noi sono attive in settori nei quali si lavora anche la domenica con salari bassi e condizioni di lavoro precarie, tutte noi svolgiamo il lavoro di cura e il lavoro domestico non retribuito anche la domenica, siamo vittime di violenze, molestie e soprusi anche la domenica. Per questo anche se l’8 marzo cade quest’anno di domenica sarà per noi una giornata di sciopero dal lavoro produttivo e da quello riproduttivo».

Il prossimo 8 marzo sarà quindi una nuova giornata di protesta e di sciopero. «Sciopereremo insieme contro tutte queste discriminazioni, sciopereremo per noi stesse, per i nostri diritti, ma non solo. Sciopereremo contro questo sistema e per trasformare in profondità la società, per costruire un movimento femminista capace di ripensare e sovvertire l’intera organizzazione economica e sociale» si legge sempre nel comunicato.

L’invito è quindi quello «di mobilitarsi in tutti i luoghi dove possibile, portare le nostre rivendicazioni in modo decentralizzato e far sentire la nostra voce».

Chi volesse partecipare alle azioni promosse dal collettivo iolotto l’appuntamento è alle 14.00 in stazione a Lugano da dove si partirà per una sorta di sciopero itinerante che toccherà alcuni luoghi simbolo delle discriminazioni delle donne.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
ZURIGO
18 min
«Sono giovane e sano, non ho paura». Ecco perché è un errore pensarlo
Si ha sì un minor rischio di morire, ma sono molti i fattori da valutare.
Vacallo
30 min
Da otto anni, Edo Pellegrini chiede spiegazioni al Municipio sul fondo 451
Ci sono un sentiero impraticabile, una costruzione di utilità non specificata e delle domande rimaste senza risposta
STABIO
4 ore
Non accetta il salario fuorilegge: licenziata
Alle dipendenze della sua azienda da cinque anni, la donna è stata messa alla porta.
CANTONE / SVIZZERA
4 ore
«Spostarli nel Luganese non è una soluzione»
Simonetta Sommaruga ha risposto a Marco Romano, che si è fatto portavoce delle preoccupazioni dei comuni momò.
FAIDO
10 ore
Alcuni bimbi in sciopero: niente scuola
Genitori in protesta. Manifestazione pacifica contro l'obbligo della mascherina durante le lezioni.
CANTONE
10 ore
Otto arresti per droga
I soggetti finiti in manette sono sospettati di aver preso parte allo smercio tra Albania, Italia e Ticino.
CANTONE
11 ore
Altre 20 classi in quarantena
Si tratta di 15 sezioni di scuola elementare e 5 di scuola dell'infanzia. Il totale sale a quota 62
CANTONE
12 ore
In Ticino oltre 400 casi e tre decessi nel weekend
I pazienti Covid ospedalizzati salgono a quota 77.
CANTONE
12 ore
Controlli e multe in vista per chi è al telefono alla guida
L'operazione della Polizia cantonale ha il via già da questo mese.
CANTONE
14 ore
Per rimpiazzare i boomer non basteranno i salari
In vista del pensionamento di massa dei boomer è necessario, secondo l'AITI, puntare di più sulle condizioni di lavoro.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile