Tipress
BELLINZONA
02.03.20 - 06:430

A causa del coronavirus annullato il corteo di domenica 8 marzo, ma «la lotta femminile non si ferma»

Il collettivo femminista iolotto invita le donne a promuovere piccole iniziative di lotta e mobilitazione

BELLINZONA - Le disposizioni delle autorità federali per contenere la diffusione del coronavirus impongono il divieto di manifestazioni con una partecipazione superiore alle 1000 persone. Per questo le organizzazioni promotrici hanno deciso di annullare la manifestazione prevista l’8 marzo a partire dalle 14.00 a Bellinzona.

In questi ultimi anni la partecipazione alla manifestazione dell’8 marzo ha sfiorato il migliaio di persone e sull’onda dello sciopero del 14 giugno è realistico pensare che l’affluenza potesse superare questa cifra, fanno sapere le organizzatrici.

Nonostante queste disposizioni, la lotta delle donne non si ferma.

Il collettivo femminista iolotto invita quindi tutte le donne, come del resto avviene a livello nazionale, a promuovere piccole iniziative di lotta e di mobilitazione. «L’obiettivo è quello di disseminare il territorio delle nostre rivendicazioni, dando libero sfogo alla nostra creatività» si legge in un comunicato.

«Le discriminazioni contro le donne non si fermano la domenica, molte di noi sono attive in settori nei quali si lavora anche la domenica con salari bassi e condizioni di lavoro precarie, tutte noi svolgiamo il lavoro di cura e il lavoro domestico non retribuito anche la domenica, siamo vittime di violenze, molestie e soprusi anche la domenica. Per questo anche se l’8 marzo cade quest’anno di domenica sarà per noi una giornata di sciopero dal lavoro produttivo e da quello riproduttivo».

Il prossimo 8 marzo sarà quindi una nuova giornata di protesta e di sciopero. «Sciopereremo insieme contro tutte queste discriminazioni, sciopereremo per noi stesse, per i nostri diritti, ma non solo. Sciopereremo contro questo sistema e per trasformare in profondità la società, per costruire un movimento femminista capace di ripensare e sovvertire l’intera organizzazione economica e sociale» si legge sempre nel comunicato.

L’invito è quindi quello «di mobilitarsi in tutti i luoghi dove possibile, portare le nostre rivendicazioni in modo decentralizzato e far sentire la nostra voce».

Chi volesse partecipare alle azioni promosse dal collettivo iolotto l’appuntamento è alle 14.00 in stazione a Lugano da dove si partirà per una sorta di sciopero itinerante che toccherà alcuni luoghi simbolo delle discriminazioni delle donne.

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
STABIO
4 min
Variante inglese alle elementari di Stabio
Un allievo è risultato positivo alla forma mutata del virus.
CANTONE
1 ora
Due gruppi locali per l'aeroporto di Lugano-Agno
Procede la selezione dei privati interessati alla gestione dello scalo: sono rimasti solo due gruppi
CANTONE
1 ora
L’accusa: «Ha consumato la vittima a poco a poco»
Nei confronti dell’ex funzionario del DSS chiesta una pena sospesa di 24 mesi.
BELLINZONA
2 ore
Casa anziani a Sementina, il Municipio: «Abbiamo competenze limitate»
Sul rapporto dell'Ufficio del Medico cantonale: «Chi di dovere farà le necessarie osservazioni e contestazioni».
CANTONE
2 ore
«Non riuscivo a oppormi»
Parla la vittima degli abusi sessuali attribuiti all’ex funzionario del DSS a processo in Appello
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Settimana prossima si testano le sirene
Mercoledì 3 febbraio ci sarà l'annuale prova generale delle circa 5'000 sirene fisse presenti sul territorio svizzero.
CANTONE
5 ore
Processo per abusi: «Erano solo degli incontri, senza sesso»
L’ex funzionario del DSS nega di aver costretto la giovane ad avere dei rapporti
CANTONE
5 ore
Personale sociosanitario: «Ora basta! Mobilitiamoci!»
L'idea di manifestare nasce dalla bocciatura della rivalutazione salariale del personale infermieristico dell’Osc.
CANTONE
7 ore
Covid: sette ricoveri, ma 17 dimessi
Nelle ultime 24 ore sono 48 i nuovi positivi al Coronavirus. Purtroppo ci sono anche 4 vittime.
MENDRISIO
7 ore
Con 400 grammi di eroina in auto: arrestato un 19enne
Il giovane è stato fermato martedì 26 gennaio nei pressi dello svincolo di Mendrisio dalle guardie di confine.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile