tipress (archivio)
CANTONE
19.11.19 - 19:590
Aggiornamento : 22:19

Acquisti online tabù: «I regali comprateli in Ticino»

L’appello della Federcommercio in vista del Natale. La presidente Lorenza Sommaruga: «Non vogliamo demonizzare nessuno. Però tanti piccoli negozi sono a rischio chiusura»

SONDAGGIO

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

LUGANO – Non fate gli acquisti per Natale tramite Wish, Amazon e compagnia. Per favore, sostenete l’economia locale. Abbiamo bisogno di voi. È il commovente appello lanciato negli scorsi giorni dalla Federcommercio Ticino in vista dell’Avvento. «Non vogliamo demonizzare chi compra online – evidenzia Lorenza Sommaruga –. Anche questa è un’evoluzione del commercio. Però…»

Però?
«Parlando con colleghi che hanno piccoli negozi ci sentiamo sulla stessa barca della grande distribuzione. Non ce l’abbiamo con la grande distribuzione. Ma sono le grosse piattaforme online internazionali a crearci problemi. A prezzi stracciati».

C’è sfruttamento dietro a questi prezzi?
«Non lo so. Non posso dare risposte».

Circa il 75% degli svizzeri compra in rete, secondo le statistiche…
«È tanto. E la percentuale crescerà sempre di più. Con la nostra campagna “Insieme si può” cerchiamo un piccolo gesto da parte dei ticinesi».

Non è una richiesta che potrebbe risultare patetica?
«Mi spiace se qualcuno la pensa così. Ognuno è libero di fare le scelte che meglio crede. Però tante attività ticinesi sono a rischio chiusura. Lo vogliamo davvero? Abbiamo bisogno di un po’ di fiducia. Spesso, soprattutto nei piccoli negozi, il personale viene ridotto, con un conseguente peggioramento delle condizioni lavorative per chi resta a lavorare».

Qualcuno potrebbe decidere di andare a comprare i regali in Italia…
«Uno può fare ciò che vuole. È anche normale che una persona magari va a fare una gita in Italia e si ferma magari a fare acquisti. Occorre, però, smetterla di fare paragoni tra i prezzi della Svizzera e quelli dell’Italia. Anche perché noi abbiamo generalmente un potere d’acquisto maggiore e possiamo permetterci di acquistare in Ticino. Poi ci sono le eccezioni. Io capisco che ci siano famiglie che fanno fatica e magari scelgono di andare in Italia o di comprare online per questo motivo».

Quali sono le prime reazioni di fronte a questa vostra campagna?
«I commercianti sono tutti molto contenti. Per ora non sappiamo cosa ne pensano i consumatori. So però che tanti ticinesi sono affezionati ai loro negozi e alle loro tradizioni. Sono fiduciosa».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
6 min
Eroina nello zaino, arrestato un 22enne
Il giovane è sospettato di aver spacciato un importante quantitativo di droga a consumatori locali
FOTO E VIDEO
CANTONE / ALBANIA
2 ore
I terremotati ringraziano i ticinesi
Ecco dove sono finiti i beni che avete donato con generosità dopo l'appello su Tio. «Grazie di cuore a tutti»
FOTO
BELLINZONA
3 ore
Neve, sbanda e finisce in un riale
Sul posto la Tre Valli Soccorso che ha provveduto al trasporto del ferito in ospedale
SAN VITTORE (GR)
5 ore
La presunta rapina si rivela una messinscena
La valigetta con un milione di franchi rubata a San Vittore non è mai transitata dai Grigioni. Ora l'uomo afferma di aver mentito sul luogo, ma non sulla rapina
FOTOGALLERY
CANTONE
5 ore
Dopo la neve il vento. Fino a 130 km/h
Neve in pianura ancora possibile fino alle 15 di oggi. Sole per il weekend
CANTONE / ITALIA
6 ore
Primo omicidio a 15 anni, condannato Pulice
Riconosciute le attenuanti per il sicario della 'ndrangheta, che aveva aperto diverse attività a Lugano, ora collaboratore di giustizia
LUGANO
7 ore
«Forse con l’eredità di mia nonna riuscirò ad arginare quel buco»
Raffaello Molina, imprenditore legato all’obbrobrio di Breganzona e al caso Adria, ha sul groppone un fallimento da 18 milioni di franchi. Ma ci sono novità
MENDRISIO
18 ore
«Un riconoscimento atteso da anni e che va alla gente»
L'iscrizione delle Processioni nella lista Unesco «non dev'essere un punto d'arrivo» per il presidente Gabriele Ponti. Nadia Lupi di Mendrisiotto Turismo: «Uno stimolo, ma anche responsabilità in più»
CANTONE
20 ore
«Ha ucciso la nonna per darle una lezione»: 18 anni al nipote
L’autore del delitto di Caslano è stato condannato per assassinio. La pena sospesa a favore di un trattamento stazionario
LUGANO
21 ore
Mezzo milione per uno studio: obiettivo lungolago
Il Municipio di Lugano ha licenziato il messaggio per il credito al masterplan. Al via la progettazione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile