tipress (archivio)
CANTONE
18.11.19 - 11:340

Ecco dove c'è penuria di docenti

Criticità rilevate nella scuola dell'infanzia e tra gli insegnanti di tedesco

BELLINZONA - C'è penuria di docenti. La situazione, definita "potenzialmente critica", è stata rilevata nella scuola dell’infanzia e nel ricambio degli insegnanti di tedesco presso le scuole medie e le scuole medie superiori. Così, secondo la fotografia "scattata" dal Centro competenze innovazione e ricerca sui sistemi educativi (CIRSE) - su mandato del DECS del DFA e della SUPSI -, circa le stime previsionali del fabbisogno di insegnanti in Ticino fino al 2022/23.

Lo studio si è avvalso dei dati forniti a inizio 2019 dai docenti in carica riguardo a cambiamenti sicuri o probabili della propria situazione professionale durante il quadriennio 2019/20-2022/23.

 

Caratteristiche stabili - Le caratteristiche sociodemografiche e professionali degli insegnanti per i vari ordini scolastici sono relativamente stabili rispetto agli ultimi anni. In tutti gli ordini scolastici la professione si caratterizza per una certa stabilità, con la maggior parte di insegnanti che vanta un’esperienza superiore ai dieci anni (66.5% nelle scuole dell’infanzia, 59% nelle scuole elementari, 51% nelle scuole medie e 57% nelle scuole medie superiori).

Le carenze riscontrate - Per la scuola dell’infanzia, la formazione di nuovi docenti prevista per il quadriennio è appena sufficiente per permettere di supplire al fabbisogno rilevato dalle indicazioni delle docenti. Non è invece sufficiente per far fronte a uno scenario di crescita delle sezioni, né di un’eventuale introduzione di ulteriori docenti d’appoggio.

Pochi docenti di tedesco - Per la scuola elementare, l’offerta formativa regolare del DFA per il quadriennio, tenendo conto del numero di ammissioni attuale e del tasso di diplomati 2018/19, è ampiamente in grado di ovviare al fabbisogno stimato di docenti titolari e di appoggio. Per quel che riguarda la scuola media e le scuole medie superiori, il fabbisogno di insegnanti varia a seconda della materia. Per il tedesco preoccupa il divario tra il fabbisogno stimato (21 nuovi docenti sul quadriennio per le scuole medie e 9 per le scuole medie superiori) e le poche matricole annuali fin qui registrate.

Per quanto riguarda il fabbisogno per la scuola media la situazione potrebbe variare in funzione delle decisioni future relative all’introduzione dei laboratori di italiano, matematica e tedesco recentemente proposte dal Governo.

Per quanto riguarda invece il fabbisogno per le scuole medie superiori, esso dipenderà anche dalla revisione della griglia oraria del liceo attualmente in discussione in vista dell’introduzione dell’informatica quale disciplina obbligatoria.

Le finalità dello studio

Lo studio ha l’obiettivo di fornire delle stime che permettano di formare sufficiente personale insegnante sulla base delle fluttuazioni che possono essere anticipate da quanto segnalato dal corpo docenti stesso.

I questionari compilati sono stati 552 per la SI (tasso di risposta del 95%), 1200 per la SE (89%), 1371 per la SM (92%), 537 per le SMS (93%) e 65 da parte di docenti di lingua e integrazione (82%).

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
44 min
«Da ieri siamo tagliati fuori dal mondo»
Problemi alla rete Swisscom e Sunrise da lunedì nel Luganese. Un bel guaio per uffici, hotel e abitanti
FOTO E VIDEO
MAROGGIA
49 min
Operaio cade e si ferisce alla testa
L'uomo stava lavorando in un cantiere a lato della strada cantonale tra Maroggia e Arogno
CHIASSO
2 ore
Nebiopoli fa guerra alle stelle filanti spray
«Fastidiose e dannose». Il Carnevale chiassese è il primo in Ticino a mettere al bando le bombolette
SVIZZERA / CANTONE
3 ore
Aumento delle vendite per Medacta nel 2019
La crescita più forte è stata registrata nel segmento di vendita estremità e sport, con un più 155%
LUGANO
6 ore
«Ci sentiamo frustrati e impotenti»
Il disagio dilaga: Michele Bertini, capo dicastero sicurezza, commenta la fiaccolata per Matteo Cantoreggi. L’organizzatrice Sara Beretta Piccoli: «Si può fare di più»
FOTO E VIDEO
LUGANO
13 ore
«Serve un nuovo Skate Park, altre pezze non hanno senso»
Le anime di ieri, Yari Copt, e di oggi, Daniele Stamerra, evidenziano i pesanti acciacchi della struttura. Alla Città, da sempre collaborativa, gli skater chiedono una nuova "area street"
FOTO
LUGANO
15 ore
Lacrime ed emozioni: fiaccolata per Matteo
Un momento di riflessione per il trentacinquenne ucciso lo scorso 17 dicembre alla pensione La Santa di Viganello. Diverse le persone presenti
LUGANO
15 ore
«Nella sezione PPD di Lugano c’è maretta»
Si è dimesso Luca Campana, membro dell’Ufficio presidenziale e responsabile comunicazione
CANTONE
17 ore
La gestione alla Cinque Fonti entra in aula con il Gran Consiglio
Raffaele De Rosa risponde alle domande dell'interpellanza di Matteo Pronzini sulla casa anziani. Ma il Parlamento rifiuta di aprire una discussione generale
CANTONE
17 ore
Dalla seconda alla prima classe? Solo se te lo dice il controllore
Il diritto di avere un posto a sedere non esiste. Anche quando i treni sono sovraffollati la valutazione spetta al personale delle FFS. Ma per chi sgarra non sempre è prevista una multa
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile