Rescue Media/SISI
BISSONE
11.11.19 - 12:430

Campanile decapitato, tutta colpa di una cinghia

Il SISI ha chiarito la dinamica dell'incidente avvenuto lo scorso 12 marzo, puntando il dito su «un'organizzazione inappropriata del lavoro»

BISSONE - Il Servizio d’inchiesta svizzero sulla sicurezza (SISI) ha pubblicato nei giorni scorsi il rapporto sull'incidente avvenuto il 12 marzo scorso, quando un elicotterò danneggiò il campanile e la chiesa di San Carpoforo.

In un primo momento si era ipotizzato che i danni erano stati causati dal carico appeso all'elicottero, il quale stava effettuando dei trasporti di materiale. Quest'ultimo avrebbe urtato la punta del campanile facendo cadere alcuni pezzi. Ma le cose sono andate un po' diversamente.

«Dopo aver trasportato il secondo di cinque carichi totali - si legge sul rapporto - il pilota stava ritornando presso il punto di carico situato nel parcheggio comunale a lato della chiesa di San Carpoforo. Al gancio della longline erano attaccate delle cinghie per legare il carico e, nel sorvolare la chiesa a bassa velocità, una cinghia penzolante era rimasta accidentalmente impigliata alla croce posta alla sommità del campanile».

Secondo il pilota, la causa dell'incidente è da attribuire al vento, il quale con forti raffiche aveva spostato la longline fuori dall'asse dell'elicottero, facendo impigliare la cinghia alla croce «in modo sfortunato». Questi, accortosi della resistenza anomala si era fermato in volo stazionario, senza tuttavia riuscire ad evitare il distacco della croce. Quanto ai danni al tetto dell'edificio religioso, sono stati causati da un sasso caduto dal colmo del campanile.

In conclusione, «l'inconveniente grave» occorso la mattina del 12 marzo è stata causata per il SISI da «un’organizzazione inappropriata del lavoro, rispettivamente una scelta sfavorevole della posizione di carico».

Rescue Media
Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
BELLINZONA
13 min
Guardate cosa hanno “nascosto” nelle cantine dell’ex convento
A Monte Carasso, oltre 400 presepi provenienti da ogni parte del mondo. Uno scenario suggestivo immortalato in video. La coordinatrice Maria Elena Guidotti: «Qui ci sono piccoli “gioielli”»
CANTONE
26 min
Eroina nello zaino, arrestato un 22enne
Il giovane è sospettato di aver spacciato un importante quantitativo di droga a consumatori locali
FOTO E VIDEO
CANTONE / ALBANIA
2 ore
I terremotati ringraziano i ticinesi
Ecco dove sono finiti i beni che avete donato con generosità dopo l'appello su Tio. «Grazie di cuore a tutti»
FOTO
BELLINZONA
4 ore
Neve, sbanda e finisce in un riale
Sul posto la Tre Valli Soccorso che ha provveduto al trasporto del ferito in ospedale
SAN VITTORE (GR)
5 ore
La presunta rapina si rivela una messinscena
La valigetta con un milione di franchi rubata a San Vittore non è mai transitata dai Grigioni. Ora l'uomo afferma di aver mentito sul luogo, ma non sulla rapina
FOTOGALLERY
CANTONE
6 ore
Dopo la neve il vento. Fino a 130 km/h
Neve in pianura ancora possibile fino alle 15 di oggi. Sole per il weekend
CANTONE / ITALIA
7 ore
Primo omicidio a 15 anni, condannato Pulice
Riconosciute le attenuanti per il sicario della 'ndrangheta, che aveva aperto diverse attività a Lugano, ora collaboratore di giustizia
LUGANO
8 ore
«Forse con l’eredità di mia nonna riuscirò ad arginare quel buco»
Raffaello Molina, imprenditore legato all’obbrobrio di Breganzona e al caso Adria, ha sul groppone un fallimento da 18 milioni di franchi. Ma ci sono novità
MENDRISIO
18 ore
«Un riconoscimento atteso da anni e che va alla gente»
L'iscrizione delle Processioni nella lista Unesco «non dev'essere un punto d'arrivo» per il presidente Gabriele Ponti. Nadia Lupi di Mendrisiotto Turismo: «Uno stimolo, ma anche responsabilità in più»
CANTONE
21 ore
«Ha ucciso la nonna per darle una lezione»: 18 anni al nipote
L’autore del delitto di Caslano è stato condannato per assassinio. La pena sospesa a favore di un trattamento stazionario
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile