Tipress
MAGLIASO
04.11.19 - 14:250

Fumata nera dal Tribunale federale: niente cannabis senza licenza edilizia

Losanna respinge il ricorso della CBD Alchemy, che però grazie alla richiesta di un effetto sospensivo è riuscita a portare ancora a maturazione l’erba legale che infastidisce i nasi dei vicini

MAGLIASO - Prendere tempo. Servono anche a questo gli avvocati. Come aveva detto a Tio.ch, il sindaco Roberto Citterio il ricorso al Tribunale federale da parte della CBD Alchemy era stato  fatto «evidentemente per non compromettere il raccolto». E quindi anche se negli scorsi giorni i giudici di Losanna hanno dato torto ai coltivatori, alla fine la società è riuscita - nonostante le proteste dei vicini infastiditi dagli odori - a mettere in “cascina” la cannabis light maturata nuovamente nelle serre presso via Pastura. 

Verosimilmente per l’ultima volta. Visto che nel frattempo il Municipio ha deciso di congelare l’attività molesta con una zona di pianificazione. Ed è quindi musica per le orecchie dell’Esecutivo la sentenza losannese dello scorso 22 ottobre che approva l’agire del Comune, che aveva vietato l’uso delle serre fino al rilascio della licenza edilizia: «In questo stadio della procedura l’obbligo - si legge nella sentenza - di inoltrare una domanda di costruzione regge». 

Non regge invece la tesi della CBD Alchemy Sagl, che si è fatta scudo con la libertà economica: «In concreto il criticato divieto - per i giudici - non impedisce alla ricorrente di utilizzare le serre per altre coltivazioni, motivo per cui, in questo stadio della procedura, la libertà economica non è lesa». Il Tribunale federale, pur definendole non prive di fondamento, non ha dato troppo peso alle osservazioni della ricorrente, secondo cui, «le esalazioni moleste, non nocive, per la salute, sarebbero limitate a un periodo di circa quattro settimane all'anno, al momento della fioritura tra settembre e ottobre». Aggiungendo anche che «una coltivazione di piante di limoni o di lavanda comporterebbe la presenza di forti odori». Per i giudici le osservazioni che i «cittadini che risiedono a fianco di una zona agricola devono prendere in conto determinate immissioni, non sono privi di ogni fondamento», ma ciò non basta a «dimostrare che le autorità cantonali avrebbero ecceduto il vasto potere di apprezzamento che compete loro».

Ma, come anticipato, la fumata nera di Losanna non avrà incidenza sulla stagione in corso, visto che la canapa contestata ha potuto essere nuovamente raccolta. Sotto il naso dei cittadini.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
9 min
Coronavirus: in Ticino altri tre casi
Le persone ricoverate negli ospedali a causa del covid-19 restano due
CANTONE
21 min
La scuola "ai tempi del Covid-19" piace più agli allievi che ai docenti
Il loro carico di lavoro è aumentato, così come quello dei genitori. Si sono sentiti sotto pressione e/o ansiosi
ORIGLIO
2 ore
«Sono centinaia, ce li troviamo quasi in casa»
Il sindaco Alessandro Cedraschi sulla presenza di cinghiali vicino al Paese: «Continuiamo a sollecitare il Cantone».
CANTONE
4 ore
Un brutto male nei rubinetti
Si chiama clorotalonil, è vietato in Svizzera perché cancerogeno. Ma in alcune località del Mendrisiotto sfora i limiti.
LUGANO
4 ore
Cassarate, si cercano volontari per ripulirne le sponde
Dopo il successo dell'appuntamento di luglio si riparte per «rendere bello e vivibile il nostro bene pubblico».
GAMBAROGNO
11 ore
«Il mio Rodolfo non merita di finire così»
Waldis Ratti, 63 anni, "piange" per lo storico ristorante di famiglia. Un patrimonio che rischia di svanire.
SANTA MARIA (GRIGIONI)
13 ore
«Quando il treno è affollato, cedo il posto e mi siedo per terra»
Nella “sua” Calanca la chiamano tutti “Robi” ma lei è la donna forte delle ferrovie svizzere.
ASCONA
15 ore
«Per chilometri legata alla borsa della padrona»
L'animale, zoppicante e in evidente stato d'incuria, non avrebbe nemmeno la possibilità di fare i suoi bisogni.
OSCO
17 ore
La vittima dell'incidente di Osco è stata identificata
Ieri la Polizia aveva chiesto a eventuali testimoni di farsi avanti.
FOTO E VIDEO
LUGANO
20 ore
Prima del Gran Consiglio, contro le politiche del DI di Gobbi
Presidio "antirazzista e per il rispetto dello stato di diritto", a partire dalle 12, davanti al Palazzo dei Congressi
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile