MENDRISIO
19.10.19 - 21:060

«La mia esperienza shock: ecco dove mi hanno curato»

Disavventura sanitaria per un giovane ticinese in Sicilia. Durante una vacanza, il ragazzo è stato vittima di una banale lussazione alla spalla. E poi…

MENDRISIO – Una banale lussazione alla spalla. Un dolore terribile. Fin qui niente di strano per un 28enne del Mendrisiotto in vacanza in Sicilia, nella zona di Agrigento. D’altra parte, quella spalla gli dava noia da tempo. È quello che segue a trasformare il suo soggiorno in un viaggio ai confini della sanità. Il nostro interlocutore sarà ricoverato in un ospedale locale, e confinato in un ambulatorio simile a un cementificio. «Tre ore d’attesa, con un dolore atroce, per una questione che solitamente si risolve in trenta secondi». 

Personale ridotto all’osso – Invece, no. Stando al 28enne nell’ospedale regna il panico per quella spalla fuori posto. Gli infermieri, pochi visto il personale ridotto all’osso, sono titubanti. Non sanno come trattare il caso. «Io ero lì a soffrire e ad aspettare. Senza possibilità di muovermi. A un certo punto, visto che stava passando tanto tempo, ho avuto bisogno del bagno. Mi sono dovuto alzare e arrangiare da solo. È stato tremendo, penso di non avere mai provato tanto dolore in vita mia». 

Ai confini della realtà – Come dimostrano le foto, lo sfortunato momò pare essere finito proprio in un luogo da incubo. «Mi guardavo intorno e mi sembrava di stare in un cantiere. Non in un posto in cui si curano le persone. Avevo l’ansia. Non c’è stato alcun supporto per me. Dicevano che doveva arrivare la persona giusta, che avrebbero dovuto caricarmi sul carrellino. Una marea di frasi senza senso. Finalmente a un certo punto è arrivato il medico, ma avevo ormai i nervi a fior di pelle. Anche la loro medicazione mi ha lasciato di stucco». 

Una macchia in una vacanza da sogno – Per il ticinese, una nota stonata in una vacanza da sogno. «La Sicilia è una terra splendida, accogliente, calorosa. Ero stato benissimo fino a quel momento. Ci lamentiamo della sanità svizzera. Ma quando vai all’estero e vedi certe cose, resti scandalizzato». 

Guarda le 4 immagini
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
33 min
A Carona ciak con Roger Federer
L'amato tennista elvetico si trova nel quartiere luganese per le riprese di uno spot
CANTONE
1 ora
Regole chiare per chi vuole lavorare da casa
Il Governo ha approvato il nuovo regolamento sul telelavoro nell'Amministrazione cantonale.
CANTONE
2 ore
Otto nuovi contagi, una persona in ospedale
I casi registrati nel nostro cantone dall'inizio dell'emergenza salgono a 3'363. I decessi restano 350.
MENDRISIO
2 ore
Erbe aromatiche self-service a Mendrisio
La città ha lanciato un nuovo progetto didattico e sociale che strizza l'occhio al verde.
FOTO E VIDEO
CASTIONE
4 ore
Tamponamento a catena tra quattro veicoli, un ferito
Chiusa la corsia in direzione nord, il traffico viene deviato. Sul posto polizia e ambulanza
CANTONE
5 ore
Case di lusso: il lockdown non ferma gli italiani
La gestione della pandemia da parte della Confederazione piace ai compratori della penisola
CANTONE
7 ore
Trasferirsi in Ticino? C'è chi ti aiuta psicologicamente
Dalle pratiche burocratiche, alla scuola dei figli. Fino a toccare la sfera affettiva. C'è chi si occupa di tutto
CANTONE
7 ore
Il lockdown è finito, ma il cielo resta (ancora) blu
Anche a luglio la qualità dell'aria continua a beneficiare del calo del traffico durante il lockdown
FOCUS
16 ore
Viaggio nell'inferno delle torture siriane
Benvenuti a Coblenza, nel primo processo della storia per crimini contro l’umanità in Siria
AGNO
18 ore
Dopo tanta paura vera, i brividi del Luna Park
L'estate luganese non rinuncia al divertimento all'aperto
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile