LUGANO / ITALIA
17.09.19 - 19:480
Aggiornamento : 18.09.19 - 00:05

Una ditta luganese vuole assumere 400 persone a Napoli

Il discusso stabilimento Whirlpool nel capoluogo campano verrà ceduto alla Prs, una "misteriosa" società con sede sul Ceresio. Che promette di mantenere tutti gli impieghi

LUGANO/NAPOLI - Uno stabilimento della Whirlpool a Napoli sta facendo penare, da mesi, il governo italiano. Con oltre 400 posti di lavoro a rischio, il caso è diventato una proverbiale "patata bollente" sul tavolo di Luigi Di Maio, prima, e ora del suo successore Stefano Patuanelli. Una ditta luganese, però, sembra intenzionata a sbrogliare la matassa. 

Arrivano i ticinesi - Si chiama Prs Sa, Passive Refrigeration Solutions, e si occupa di sistemi di refrigerazione di alimenti. L'azienda, riportano i media italiani, si è inserita nel tira-e-molla tra il governo di Roma e la multinazionale americana, rilevando da quest'ultima l'intero sito produttivo. 

Sindacati in subbuglio - La notizia ha suscitato un certo scalpore nella vicina Penisola, dove i sindacati sono sul piede di guerra e hanno annunciato una manifestazione fuori dal Ministero dello sviluppo economico. Da Napoli - scrive il Corriere della Sera - sono già partiti quattro pullman con circa 200 persone a bordo.

Cessione in corso - La cessione dello stabilimento «era l'unica soluzione» ha spiegato all'Ansa l'ad di Whirlpool Italia Luigi La Morgia. «Abbiamo individuato un nuovo partner, e la cessione sarà avviata da domani». 

L'azienda "misteriosa" - Ma chi sono i misteriosi acquirenti luganesi? Praticamente sconosciuta alle nostre latitudini, la Prs Sa ha sede in corso Elvezia 16 a Lugano, nello stesso stabile dell'Associazione industriale di cui però - spiegano dall'Aiti - non fa parte. In Ticino l'azienda non avrebbe siti produttivi, ma solo una bucalettere presso una fiduciaria. Il fondatore - da registro di commercio - è un imprenditore della provincia di Lecco che, nel 2009, vantava alle sue dipendenze solo due addetti. Grazie a una «tecnologia innovativa per la conservazione degli alimenti», però, l'azienda ha attirato negli anni l'attenzione di investitori italiani e svizzeri.  

400 dipendenti da assumere - Ora la ditta luganese dovrà vedersela con i sindacati italiani, ed è attesa al tavolo della politica. I soci dell'azienda - alcuni residenti in Svizzera - non sono stati raggiungibili al telefono da tio/20minuti. Whirlpool ha assicurato che, nello stabilimento di Napoli, i livelli occupazionali verranno mantenuti. Prs dovrebbe quindi assumere i 420 dipendenti attuali. Promesse diplomatiche? La decisione, forse, verrà presa in ufficio nel centro di Lugano. 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
LIVE
«In Ticino abbiamo scalato la montagna più alta di questa pandemia»
A Bellinzona è in corso la conferenza stampa che fa il punto sulla situazione del coronavirus
CANTONE
36 min
Coronavirus: due nuovi contagi
Il numero dei morti resta immutato. Aumenta, invece, quello dei dimessi
CANTONE
1 ora
Condanna per la titolare dello studio "Lex e Iustizia"
Per il giudice la donna ha millantato competenze non in suo possesso traendo in inganno i suoi clienti
CANTONE
4 ore
Pigioni ai tempi del Covid: «Il silenzio del Governo è scandaloso»
Il presidente dell'Asi sulle piccole e medie imprese: «Si rischia un bagno di sangue»
CANTONE
4 ore
I ristoranti superano l'esame Covid e brindano all'allentamento
Il settore supera la serie di controlli della polizia e si prepara a meno restrizioni
CANTONE
14 ore
«Basta polemiche, mio figlio ha già superato il test della vita»
Covid-19: parla la mamma di un liceale che avrebbe dovuto sostenere gli esami di maturità. Poi annullati.
LAVERTEZZO
16 ore
Assembramenti sul Ponte dei Salti: «I furbetti ci sono sempre»
Il sindaco di Lavertezzo sulla gestione di turisti e avventori: «Gli svizzero tedeschi sono un po' meno accorti»
CANTONE
18 ore
A scuola ma solo per (almeno) un incontro
Gli istituti del grado postobbligatorio riapriranno l'8 e chiuderanno il 19 giugno. Servirà per un "bilancio"
LUGANO
21 ore
«Gandria rischia di affondare»
Attività in difficoltà a causa del virus ma anche della mancanza di parcheggi e collegamenti
CANTONE
23 ore
Ticino gran beneficiario di crediti Covid-19
Il nostro è il Cantone con la più alta percentuale di crediti concessi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile