Tipress (archivio)
BELLINZONA
06.09.19 - 13:410
Aggiornamento : 15:52

Cane ucciso per sbaglio: non doveva essere senza guinzaglio

I proprietari del Setter Gordon scambiato per un cinghiale e abbattuto sui Monti di Mornera ora rischiano una multa. I consigli di Fabio Croci, capo guardie dell’Ufficio caccia e pesca

BELLINZONA – Un tragico errore. Ma quel Setter Gordon, non doveva essere libero. Soprattutto in una zona di caccia. Il cane abbattuto per sbaglio verso le 19 di mercoledì sui monti di Mornera, sopra Monte Carasso, era senza guinzaglio. Ed è stato scambiato per un cinghiale. «I cani di principio dovrebbero sempre essere al guinzaglio – sostiene Fabio Croci, capo guardie dell’Ufficio cantonale caccia e pesca –. In particolare in montagna e in questo preciso periodo».

Incidenti rari, ma che fanno clamore – Lama, asini, maiali lanuti abbattuti per errore. Perfino un uomo ferito alla mano a Muggio, di recente. Gli incidenti di caccia suscitano sempre clamore. Ma restano piuttosto rari. «Calcolate – riprende Croci – che ogni anno vengono abbattuti circa 5.000 capi selvatici. La percentuale di errore è davvero bassissima. È chiaro che si tratta di episodi isolati, ma spiacevoli. Anche da un punto di vista umano. Personalmente mi dispiace molto per la famiglia che ha perso questo cane».

L’appello – Famiglia che, verosimilmente, potrebbe incappare in una sanzione. Proprio a causa del fatto di avere lasciato il cane libero. Croci, con parecchia sensibilità, evita l’argomento. «Mi preme, invece, cogliere l’occasione per lanciare un appello a chi frequenta le nostre montagne con i propri cani. Rendeteli visibili. Magari con una pettorina. E rendete voi stessi, a vostra volta, visibili».

Le responsabilità di chi spara – Il cacciatore di Mornera, conoscendo il proprietario del cane, sposato con una nota conduttrice televisiva, si è subito “costituito”. Trattandosi di un cane di razza, gli è stato chiesto un risarcimento. Ma il cacciatore in questione rischia sanzioni? «Occorre sempre valutare responsabilità e intenzionalità».

Quel branco a spasso – Anche perché, e questa potrebbe essere un’attenuante per il malcapitato cacciatore, proprio negli ultimi giorni era stato avvistato un branco di cinghiali nella zona dei Monti di Mornera. «La sagoma scura del Setter Gordon, in movimento, potrebbe avere ingannato chi ha sparato».

Orari per sparare – La caccia, scattata lo scorso 31 agosto e in vigore fino al 22 settembre, al momento, è aperta dalle 5.50 alle 20.40. «Gli orari – conclude Croci – tengono conto degli spostamenti e delle abitudini degli animali selvatici. E possono subire variazioni».

1 mese fa Scambia un cane per un animale selvatico e lo uccide
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
3 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
5 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
6 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
8 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
CANTONE
11 ore
«I radar? No agli accanimenti»
Norman Gobbi spezza una lancia a favore degli automobilisti. E insiste sulla distinzione tra «prevenzione e far cassetta»
FOTO E VIDEO
COMANO
12 ore
Esplosione al bancomat: «Ad agire? Presumibilmente più di una persona»
Per la Polizia è prematuro parlare della stessa mano dei precedenti colpi. Il portavoce: «Attendiamo i rilievi»
FOTO
CANTONE / SVIZZERA
13 ore
Le frane bloccano il Lucomagno e la Novena
Diversi metri cubi di roccia sono precipitati sulla carreggiata in territorio di Disentis. Smottamenti anche a Ulrichen e in via Valmara a Brissago
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile