Tipress (archivio)
Il distretto più "osservato" sarà il Luganese, con quasi una ventina di controlli.
CANTONE
16.08.19 - 17:030

Radar piazzati in tutti i distretti

La settimana prossima sono inoltre previsti controlli semi-stazionari a Lumino, Losone e Bombinasco

BELLINZONA - Come ogni venerdì, la Polizia cantonale e le polizie comunali comunicano dove, in ottica di prevenzione della circolazione stradale, saranno effettuati i prossimi controlli della velocità mobili e semi-stazionari, dal 19 al 25 agosto.

La prossima settimana i radar mobili saranno piazzati in tutti i distretti ticinesi. Sono inoltre previsti tre controlli della velocità semi-stazionari a Lumino, Losone e Bombinasco.

Qui di seguito la lista di tutte le località interessate:

Distretto di Blenio
• Olivone
• Dongio
• Camperio

Distretto di Leventina
• Pollegio
• Ossasco
• Airolo
• Piotta

Distretto di Riviera
• Biasca
• Osogna

Distretto di Bellinzona
• Claro
• Gudo
• Carasso
• Bellinzona
• Giubiasco

Distretto di Locarno
• Locarno
• Cugnasco
• Losone 
• San Nazzaro
• Ranzo

Distretto di Vallemaggia
• Gordevio

Distretto di Lugano
• Muzzano
• Bissone
• Breganzona
• Brusino Arsizio
• Barbengo
• Pazzallo
• Ponte Tresa
• Magliaso
• Agno
• Rivera
• Bedano
• Cadempino
• Savosa
• Porza
• Massagno
• Grancia
• Gentilino
• Caslano

Distretto di Mendrisio
• Genestrerio
• Novazzano
• Mendrisio
• Ligornetto 

La Polizia Cantonale ricorda pure che «la velocità elevata permane una delle maggiori cause di incidenti con esiti gravi e a volte pure letali», e rinnova l’invito ai conducenti «di rispettare i limiti a tutela della propria incolumità e di quella degli altri utenti della strada».

Le forze dell'ordine poi specificano che da questa lista sono esclusi i rilevamenti con le vetture civetta e i controlli con pistola laser, che «devono essere utilizzati esclusivamente per contrastare infrazioni gravi alla Legge federale sulla circolazione stradale». Inoltre, la misura non si applica ai controlli mobili sulla rete autostradale come da parere negativo espresso dall’Ufficio federale delle strade (USTRA).

La Polizia Cantonale conclude evidenziando «di avere la facoltà di svolgere, straordinariamente, dei controlli non annunciati allo scopo di reprimere infrazioni gravi e garantire la sicurezza degli utenti della strada». I controlli preannunciati possono pure non aver luogo a causa di esigenze di servizio o problemi tecnici.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LOCARNO
7 ore
Nevicate che sanno di beffa per Cardada
Vista la meteo di questi giorni, qualche rimpianto per la chiusura degli impianti c’è. «Ma un anno in più non avrebbe fatto la differenza», spiega il locale Sci Club
SONDAGGIO
CANTONE
9 ore
Acquisti online tabù: «I regali comprateli in Ticino»
L’appello della Federcommercio in vista del Natale. La presidente Lorenza Sommaruga: «Non vogliamo demonizzare nessuno. Però tanti piccoli negozi sono a rischio chiusura»
CANTONE
12 ore
Vent’anni di prigione, e l’espulsione dalla Svizzera
È la pena esemplare proposta dalla Procura per il 56enne che, due anni fa, uccise la moglie all’autosilo di Ascona
CANTONE / CONFINE
12 ore
Ticinesi nei boschi per la droga, fermato l'ennesimo traffico
Un anno di pedinamenti, mezzi aerei e diverse auto per porre un freno allo spaccio in quel del Parco Pineta
CANTONE
13 ore
In aula va in scena il video dell'uccisione, e scoppia il dolore
Nella requisitoria, il Pp Moreno Capella ha ricostruito il «calvario» della donna uccisa all’autosilo di Ascona. Critiche dalla Procura alla polizia
CANTONE
14 ore
Ballottaggio per gli Stati: «La RSI non c’era»
La critica del Consiglio del pubblico della CORSI: «C'era voglia di informazione». Quindi le scuse: «Terremo conto delle osservazioni per migliorare»
CANTONE
15 ore
«Mikron? La loro è irresponsabilità sociale»
L'MPS punta il dito contro il Cantone definendolo complice dei licenziamenti «con la sua politica di sgravi fiscali»
CANTONE
17 ore
La "prova" del tradimento? «Un herpes sulle labbra»
Emergono nuovi particolari dal processo al 56enne che, nel giugno 2017, uccise a colpi di pistola la moglie in un autosilo ad Ascona
CANTONE
17 ore
«Non è possibile quantificare esattamente i tagli»
Il responsabile delle finanze di Mikron ha commentato la notizia dei 25 licenziamenti annunciati ad Agno. Senza sbilanciarsi: «Dipenderà dall'evoluzione delle commesse nei prossimi mesi»
CANTONE
18 ore
«Io la amavo, signor giudice, la amavo»
A processo il 56enne che uccise la moglie in un autosilo di Ascona, nel 2017. Tra lacrime in aula e accuse di tradimenti
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile