Immobili
Veicoli
tipress
BELLINZONA
06.08.19 - 13:490

«Il consiglio di Stato come Ponzio Pilato»

"No" del governo alla moratoria sul 5G: la risposta non è andata giù agli attivisti ticinesi. Che si lanciano in accuse forti

BELLINZONA - Una «risposta sbrigativa» che non va giù agli attivisti anti-antenne. Oggi il gruppo "Stop 5G" ticinese ha preso posizione, a gamba tesa, sulla scelta del Cantone di non introdurre una moratoria alle reti digitali di quinta generazione. 

Il governo ticinese aveva comunicato alcune settimane fa la decisione, in risposta a un'interrogazione del Plr. Il motivo? Bloccare l'installazione di nuove antenne è «prerogativa della Confederazione» secondo l'esecutivo cantonale. 

Ma gli attivisti non sono d'accordo. «Cantoni e Comuni sono interlocutori importanti e hanno il diritto di dire la loro, e il dovere di ascoltare i propri cittadini» si legge in un comunicato molto critico diffuso oggi (vedi allegato). «Non essendoci prova dell'innocuità di questa nuova tecnologia» il governo dovrebbe «seguire l'esempio del Canton Zugo» e rifiutare il rilascio di permessi di costruzione. 

Secondo gli attivisti non esisterebbe «più alcun dubbio in materia di effetti delle onde elettromagnetiche sull’essere umano e sull’ambiente, già al livello delle immissioni attuali». La portavoce del gruppo "Stop 5G" Maria Invernizzi si lancia in una critica feroce, accusando il Consiglio federale di «corruzione» e di avere agito «in modo amatoriale».

Il comunicato - intitolato "Il consiglio di Stato come Ponzio Pilato" - non risparmia attacchi duri a Palazzo delle Orsoline. «Dobbiamo supporre che il governo ticinese sia composto di menefreghisti incapaci di adempiere al loro dovere e di informarsi adeguatamente?» recita la nota. Il comunicato si conclude con un appello al Cantone, affinché «arresti immediatamente» l'installazione di nuove antenne in Ticino. 

 

Allegati
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO
LUGANO
2 ore
«Ringrazio tutto il personale sanitario»
Il presidente della Confederazione ha parlato con i medici e gli infermieri in prima linea nella lotta al Covid-19.
CANTONE
3 ore
«Bene gli applausi agli infermieri, ma diamogli anche 6'000 franchi»
L'MPS ha presentato una serie di emendamenti al Preventivo 2022 focalizzati su sanità, dumping e disoccupazione
LOCARNO
3 ore
Kursaal firma con un nuovo gestore. «Ma noi siamo ancora interessati»
Il Gruppo ACE, che attualmente gestisce la casa da gioco, non nasconde il proprio stupore: «Non sapevamo nulla»
CANTONE
5 ore
In lieve aumento i ricoveri (+5) e tre nuove vittime
I nuovi positivi al Covid registrati nelle ultime 24 ore sono 1421.
CANTONE
9 ore
«Io prete che ho detto di no a quella donna»
Don Pierangelo Regazzi, ex arciprete di Bellinzona, vuota il sacco: «Il celibato obbligatorio non ha più senso».
CANTONE
9 ore
Figlio in ospedale? C'è chi ti porta da mangiare gratis
Questo lo scopo dell'associazione che, ora, cerca volontari nel Bellinzonese: «Abbiamo delle famiglie da aiutare»
CANTONE
15 ore
Il «bellissimo gioco» che ti fa perdere 1300 franchi
Il meccanismo è quello del noto "schema Ponzi": piramidale e senza reale possibilità di vincere
CANTONE/CONFINE
17 ore
Senza peli sulla lingua: «Il Green Pass avrà un impatto»
La testimonianza di uno storico parrucchiere e il parere del sindaco Mastromarino
LUGANO
18 ore
Pugni al Parco Ciani, in due in ospedale
La colluttazione è avvenuta attorno alle 18.30. Sconosciute per il momento le cause e la dinamica dei fatti
BELLINZONA
20 ore
Cade dalla scala a chiocciola, operaio in fin di vita
Il 40enne italiano stava lavorando presso una casa in ristrutturazione in via Tamporì a Bellinzona.
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile