Ti Press (archivio)
CANTONE
18.07.19 - 09:280
Aggiornamento : 11:37

Sei persone in manette per traffico e spaccio di cocaina

Mese intenso per il Servizio antidroga della Polizia cantonale, che negli scorsi giorni ha pure fermato una persona accusata di riciclaggio e un'altra di infrazione alla Legge federale sugli stranieri

LUGANO - L'attività operativa e investigativa della Polizia cantonale, in particolare del Servizio antidroga con a supporto alcune polizie comunali, ha permesso negli scorsi giorni di arrestare 6 persone coinvolte con varie responsabilità nel traffico e nello spaccio di droga e di rinvenire oltre due chili di cocaina. 

47enne del Luganese - Il 3 luglio è stato arrestato a Rivera un 47enne cittadino italiano domiciliato nel Luganese, sospettato di aver spacciato negli scorsi mesi un importante quantitativo di cocaina, stimato in alcune centinaia di grammi, a consumatori locali. Le ipotesi di reato nei suoi confronti sono di infrazione aggravata subordinatamente semplice e contravvenzione alla Legge federale sugli stupefacenti. L'inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore generale Nicola Respini.
 
37enne della Riviera - Il 6 luglio è stato arrestato a Claro un 37enne cittadino kosovaro domiciliato in Riviera. L'uomo è stato fermato alla guida di una vettura con targhe ticinesi. La perquisizione dell'auto ha permesso di rinvenire una quindicina di grammi di cocaina.

43enne del Bellinzonese - Il 9 luglio è stato arrestato a Bellinzona un 43enne cittadino macedone domiciliato nella regione. L'uomo è sospettato di aver spacciato negli scorsi mesi un importante quantitativo di cocaina a consumatori locali.

Per entrambi le ipotesi di reato confronti è di infrazione aggravata, subordinatamente semplice, alla Legge federale sugli stupefacenti. Le inchieste sono coordinate dalla Procuratrice pubblica Marisa Alfier. 

42enne del Luganese - Sempre il 9 luglio è stato pure arrestato a Lugano un 42enne cittadino nigeriano domiciliato nel Luganese. L'uomo è sospettato di aver venduto in passato un importante quantitativo di cocaina, stimato in diverse centinaia di grammi, a un altro spacciatore e a consumatori locali. La perquisizione del suo appartamento ha permesso di rinvenire alcune decine di grammi di cocaina. L'ipotesi di reato nei suoi confronti è di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Margherita Lanzillo.
 
55enne spagnolo e 50enne domenicano - Infine, la Polizia evidenzia un'inchiesta di valenza non solo ticinese che nei giorni scorsi a Porza ha portato all'arresto di un 55enne cittadino spagnolo e di un 50enne cittadino dominicano. I due uomini sono sospettati di avere preso parte a un importante traffico di cocaina, per svariati chili, tra Italia, Olanda e Svizzera.

La perquisizione dell'appartamento in cui si trovavano ha permesso di rinvenire alcuni chili di cocaina. L'ipotesi di reato nei loro confronti è di infrazione aggravata alla Legge federale sugli stupefacenti. Il 55enne è pure accusato di riciclaggio di denaro mentre il 50enne di infrazione alla Legge federale sugli stranieri. L'inchiesta è coordinata dalla Procuratrice pubblica Petra Canonica Alexakis.

Salgono così a una sessantina gli arresti effettuati dalla Sezione antidroga della Polizia cantonale dall'inizio dell'anno per reati in urto alla Legge federale sugli stupefacenti.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
22 min
Scappano dai postriboli per il coronavirus
Il panico per la pandemia non risparmia i locali a luci rosse. Cala la clientela e le ragazze si prendono una “pausa”
FOTO E VIDEO
CANTONE
47 min
Coronavirus: uno sguardo nelle tendine per il triage
Lo scopo? Evitare i contatto tra eventuali contagiati e altri pazienti
CANTONE
2 ore
«Ecco perché la gente ruba le mascherine»
Panico da Coronavirus, il sociologo Sandro Cattacin critica le autorità: «Sbagliato fermare carnevali ed eventi».
CANTONE/ITALIA
3 ore
L'odissea di una famiglia ticinese a Malpensa
Cancellato il volo per le Canarie, senza rimborso. «Faremo causa»
CANTONE
9 ore
Nuova notizia fake, si scherza con la salute di tutti
Sono stati diffusi alcuni nostri articoli volutamente modificati. Seguite solo i canali ufficiali
FOTO E VIDEO
VACALLO
13 ore
Rapina a un distributore di benzina
È accaduto in via del Breggia. I tre malviventi si sono dati alla fuga
CANTONE
13 ore
Quindici aziende "lasciano a casa" per il virus
Telelavoro "coatto" per evitare contagi. La lista delle aziende si allunga. L'indagine Aiti
CANTONE
16 ore
Coronavirus: «Ci sono 15 casi sospetti»
Merlani: «Attendiamo i risultati dei test». Le scuole lunedì saranno aperte normalmente
LUGANO-MILANO
17 ore
Chi ha paura di andare a Milano?
Ecco come i nostri lettori si regolano con l'epidemia
LUGANO
20 ore
Lavoratori a casa per il virus: «Chiamano preoccupati»
Alcune aziende in Ticino hanno iniziato a mettere "in isolamento" i lavoratori. Unia: «Diverse sollecitazioni»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile