Speziali: «Per chi vuole vivere in valle ma stare a pochi minuti dal lavoro».
BRIONE
04.07.19 - 06:000
Aggiornamento : 09:17

Verzasca come Milano: ma stavolta non per le Maldive

Ecco il co-working, spazio di lavoro condiviso, tipico delle aree urbane. Il progetto fa parte del Masterplan 2030. Il coordinatore Alessandro Speziali: «Così portiamo professionisti in valle»

BRIONE VERZASCA – WiFi a banda larga, sala riunioni, stampanti, angolo caffè. Uno spazio di lavoro condiviso. È il cosiddetto co-working. Tipico degli ambienti urbani e delle grandi città. Fa un po’ strano, invece, vederne uno a Brione Verzasca. Eppure, da qualche giorno è realtà, nello stabile dell’ex banca Raiffeisen. «Lo abbiamo voluto per promuovere concretamente posti di lavoro in valle – sostiene Alessandro Speziali, coordinatore del Masterplan Verzasca 2030 – non solo legati al turismo e all’agricoltura. Ma anche al mondo digitale».

A chi si indirizza una simile opportunità?
«Pensiamo, ad esempio, a un grafico o a un informatico che vuole andare ad abitare in valle e avere l’ufficio a pochi metri da casa. E poi anche alle startup, o ai liberi professionisti in generale. Non dimentichiamo che il telelavoro è in rapida espansione».

Il telelavoro può essere svolto direttamente da casa. Non serve un co-working.
«Ma facendo tutto solo da casa, si rischia di non avere contatti sociali dal vivo con le persone. Così si ha la possibilità di scambiare quattro chiacchiere con qualcuno. E possono nascere collaborazioni».

Costo dell’affitto?
«I prezzi sono modici. Si parte dai venti franchi al giorno. Un mese può costare duecento franchi, se la persona è domiciliata in Verzasca. Così porteremo professionisti in valle. Sarà possibile affittare uno spazio anche solo per un giorno o per una settimana».

È uno dei primi frutti del vostro progetto…
«Sì. Vogliamo coprire tre aree: turismo, vita in valle, salvaguardia e promozione del territorio. Ovviamente qui si fa riferimento al secondo punto. Avremo una succursale a Tenero, anche perché il coinvolgimento dei Comuni del Piano è importante».

A luglio prende concretamente avvio un altro progetto, su cui Cantone e Confederazione vi hanno sostenuto molto.
«È legato alla nuova mobilità. Tutti i sistemi di trasporto in valle vanno ripensati. Occorre combinare al meglio trasporto pubblico e privato».

Tradotto?
«Chi viene a vivere in valle deve potersi spostare sempre. Non solo d’estate. Dove non c'è copertura del bus di linea, si può pensare che qualcuno metta a disposizione la propria auto privata, o un pulmino».

Insomma, non vi accontentate di avere le Maldive di Milano…
«Il turismo mordi e fuggi serve a poco. Anche per questo si stanno valutando i progetti per il nuovo centro sportivo di Sonogno e per il campeggio di Brione. Prossimamente partirà il cantiere dell’albergo diffuso di Corippo».

Ed è appena stata lanciata una newsletter.
«Ha cadenza bimensile. Le nuove tecnologie ci stanno aiutando. Anche con l’agenda Verzasca online. Incitiamo la gente a organizzare iniziative. Poi abbiamo inaugurato il sentiero delle leggende, a Gerra Verzasca. In un’ora e mezza scopri usi e costumi della valle, attraverso postazioni digitali, interattive con gli smartphone».

Altri eventi in vista?
«Sabato 14 settembre lanceremo il più grosso evento mai organizzato in valle, il pentathlon del boscaiolo, a Sonogno. Potrebbero arrivare cinquemila persone».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Didar Utebay 1 anno fa su fb
Baldassare Scolari
RobediK71 1 anno fa su tio
Mi sembra controproducente accostarsi a Milano, ma se si parla di danee allora tutto va bene
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile