Tipress
LUGANO
25.06.19 - 06:000
Aggiornamento : 09:05

«Spariscono i parcheggi per disabili e l’accesso al centro e al lago è tabù»

La denuncia di un’automobilista che racconta la propria odissea alla ricerca di un posto auto al Lido: «Ma anche il centro è fuori portata. Sembra non vogliano vedere le persone con andicap»

LUGANO - Da un lato ci sono gli spazi riservati virtuali, su cui aggiorna in particolare il sito www.parcheggiodisabili.ch e che sembrano anche numerosi sulla mappa. Dall’altro, invece, c’è l’odissea per trovarne uno vero, quando serve. A lanciare il sasso nello stagno dell’indifferenza è Gilda Degiorgi, 69 anni e un problema di salute che la obbliga a usare il deambulatore, ma non le impedisce di guidare la propria auto.

La riga da gialla a bianca - Domenica scorsa aveva un appuntamento alla Foce, ma la strada lungo il fiume Cassarate - dove ci sono due stalli appositi - era chiusa per un evento sportivo. Si è ricordata allora dei parcheggi per disabili del Lido. «Dove sono finiti? Il posteggio davanti alla porta del Lido - racconta la donna - è diventato uno spazio con la scritta “ambulanza”. Ho cercato allora i due posti sulla destra, vicino ai campi da tennis e l’altro più lontano. Non ce n’era più uno. La riga gialla è diventata bianca! In pratica sono dovuta tornare a casa. Furente».

Il centro off limits - Un’arrabbiatura che la signora Degiorgi ha affidato ai social dove ha ampliato la sua critica alle principali città ticinesi. Ma il cattivo esempio, sostiene, arriva principalmente da Lugano: «È un problema che riscontro in particolare nel centro. In zona Casinò ci sono due parcheggi per disabili sempre occupati. Sono davvero pochi e i cantieri attualmente aperti complicano la situazione. Ho come l’impressione che Lugano non voglia vedere le persone portatrici di andicap». Il problema è acuto per chi, come la signora, non riesce a compiere lunghi tragitti a piedi. Ad esempio, ce ne sono due in Piazza Monte Ceneri, «ma - osserva - sono troppo lontani da Piazza Riforma. Pedonalizzare va bene, ma lasciate delle possibilità d’accesso a chi non cammina con le proprie gambe! Invece è diffusa l’idea che il disabile debba essere sempre accompagnato».

E anche nella capitale… - La donna lamenta una diffusa improvvisazione: «Per esempio in centro a Bellinzona tempo fa per accedere con l’auto alla zona di Piazza Collegiata mi è successo di non trovare più chi riaprisse la barriera alla mia amica che mi doveva riportare a casa. È stata un’avventura camminare nella notte con il deambulatore». Tutte esperienze che fanno dire a Gilda Degiorgi quanto la realtà ticinese sia «lontana anni luce dai buoni propositi di inclusione andicap e che i politici dovrebbero pensare anche a chi ha difficoltà motorie quando pedonalizzano le città. Ricordate anche l’invecchiamento della popolazione e il diritto di tutti ad accedere al centro e al lago!».

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CASLANO
10 min

Pipì ovunque nei bagni di scuola e la direttrice corre ai ripari

Non se ne poteva più di trovare i gabinetti in uno stato impresentabile e delle continue interruzioni durante le lezioni. Ai genitori: «Fategli espletare i bisogni a casa»

MAGLIASO
2 ore

Le zaffate (o profumi) di canapa light arrivano fino a Losanna

Mossa e contromossa: per guadagnar tempo e salvare il raccolto la CBD Alchemy Sagl ricorre al Tribunale federale, ma il Municipio replica con la zona di pianificazione che bandirà le coltivazioni

LUGANO / CONFINE
4 ore

Trovato un parassita nel pesce persico del Ceresio

L'Eustrongylides sp. è stato rilevato in alcuni esemplari pescati nella parte italiana. Il Laboratorio cantonale: «Mai consumare il pesce crudo, bisogna cuocerlo o abbatterlo»

FOTO E VIDEO
MANNO
8 ore

Fiamme in un capannone di via Violino, fumo acre nell'aria

Gli oltre 50 dipendenti che si trovavano all'interno della struttura sono stati evacuati. La polizia: «Non si lamentano né feriti, né intossicati»

CANTONE
8 ore

Agitazione al Palapenz, nessuna rilevanza penale nell'operato degli agenti

Il Procuratore generale Andrea Pagani ha emanato un decreto di abbandono dopo la denuncia da parte di uno degli attivisti allontanato «in malo modo»

SERRAVALLE
9 ore

«Il cervo investito è stato abbattuto dopo più di quattro ore»

Un lettore denuncia le sofferenze sopportate dall’animale «per troppo tempo». Ma l’Ufficio della caccia e della pesca spiega come sono andate le cose

FOTO
LOCARNO
10 ore

Notte movimentata per i pompieri

I militi sono dovuti intervenire per porre rimedio ai danni provocati dal maltempo. Diverse le piante cadute a Minusio, Muralto e Locarno. Non si registrano feriti

FOTO
CANTONE
11 ore

Ticino da record: «Più di mezzo mese di pioggia in un giorno»

Particolarmente toccato il Locarnese dove si sono registrati i quantitativi più importanti. Il primato spetta alla frazione onsernonese di Mosogno con 115,7 litri per metro quadrato

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile