Depositphotos - foto d'archivio
CANTONE / BASILEA
12.06.19 - 09:380

Mastectomia, in arrivo fondi per la ricerca

Il nuovo progetto per una ricostruzione meno invasiva del seno con protesi coinvolgerà pazienti del Centro di Senologia della Svizzera Italiana, con il quale il professor Yves Harder collabora

BELLINZONA - Il Fondo Nazionale Svizzero per la Ricerca Scientifica (FNRS) ha assegnato congiuntamente all’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) e all’Ospedale universitario di Basilea un finanziamento di oltre 1.6 milioni di franchi per un nuovo progetto di ricerca clinica su una tecnica meno invasiva per la ricostruzione del seno con protesi. Il progetto si prefigge di studiare il miglioramento della qualità di vita a medio termine della donna modificando il posizionamento dell’impianto di silicone per la ricostruzione del seno.

Ogni anno in Svizzera vengono effettuate circa 1'600 ricostruzioni del seno con protesi dopo mastectomia dovuta al tumore al seno e/o alla predisposizione genetica al tumore.

Il progetto di ricerca ipotizza che il posizionamento dell’impianto di silicone per la ricostruzione immediata del seno dopo mastectomia con risparmio totale della cute sia meglio tollerato nel piano pre-pettorale (cioè sottocutanea) rispetto al piano retro-pettorale. Attualmente, la ricostruzione del seno è effettuata con il posizionamento della protesi sotto il muscolo pettorale, anche se questo tipo di ricostruzione non rispetta l’anatomia del seno. Il posizionamento pre-pettorale della protesi può offrire diversi vantaggi, come per esempio una diminuzione dei dolori post operatori, una ripresa dell’attività fisica più rapida, un miglior benessere fisico e psichico o un miglioramento dell’aspetto estetico. Questi vantaggi devono essere ponderati e paragonati ad un potenziale tasso più alto dell’incapsulamento della protesi e del cosiddetto “rippling”, ovvero di pieghe della protesi visibili che potrebbero richiedere ulteriori interventi chirurgici.

Si tratta di un progetto di ricerca clinica multicentrico di cui sono responsabili il Prof. Dr. med. Walter Paul Weber, primario di chirurgia del seno e co-responsabile del Centro di Senologia all’Ospedale Universitario di Basilea, ed il Prof. Dr. med. Yves Harder, responsabile del Servizio di Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica dell’EOC. Nello studio saranno coinvolte pazienti del Centro di Senologia della Svizzera Italiana, con il quale il professor Harder collabora.

Il finanziamento è previsto per una durata di cinque anni ed è la prima volta che questo Servizio dell’EOC ottiene un finanziamento dal FNRS.

Possibili sbocchi terapeutici
In futuro, continueranno ad essere necessarie operazioni di mastectomia, sempre più spesso anche bilaterale, legate all’asportazione profilattica della ghiandola mammaria dovuta a una predisposizione genetica al cancro al seno. In certi casi, una chirurgia invasiva che si basa sul prelievo di tessuto della paziente per ricostruire il seno può rivelarsi di difficile attuazione. Trovare soluzioni “poco invasive”, ricreando il seno quasi come prima senza creare un danno collaterale per prelievo di un lembo sarà sempre più desiderato.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
«Il collegamento con Milano è un grosso problema»
In occasione del battesimo del Giruno “Ceneri 2020”, oggi il sindaco di Lugano ha sottolineato l’importanza di sviluppare la ferrovia verso sud
FOTO, VIDEO E SONDAGGIO
CANTONE
2 ore
Al tunnel del Ceneri mancano 365 giorni… anzi no, sono 363
È scattato oggi il conto alla rovescia in vista della messa in esercizio della galleria. Battezzato un altro treno Giruno
ITALIA-CANTONE
3 ore
Un tesoro da 27 milioni "naufragato" in Ticino
In una banca luganese i presunti fondi sottratti dal mega-fallimento di un armatore campano
CANTONE
4 ore
Pioggia, pioggia e ancora pioggia
Il bollettino di MeteoSvizzera per la prossima settimana ci lascia una sola certezza: servirà l’ombrello almeno fino a venerdì
AIROLO
4 ore
L’Hotel Alpina potrà passare nelle mani del Comune
Il 61,9% dei cittadini ha approvato l’acquisto della struttura che per una decina di anni ospiterà gli operai del Gottardo. Ma c'è ancora un ricorso da evadere
LUGANO
6 ore
Un "pacchetto" di sinistra sotto l'albero
PS, PC e Verdi hanno presentato tre emendamenti e sei mozioni al Municipio di Lugano. Eccole
LUGANO
7 ore
Un'isola artificiale a Lugano? «Ma è un plagio»
Il progetto commissionato dal Municipio. Ma assomiglia a un'idea lanciata pochi mesi fa da due consiglieri comunali
BIASCA
7 ore
A2, veicolo in avaria e corsia bloccata per oltre un'ora
Disagi alla circolazione questa mattina in direzione nord tra Biasca e la galleria della Biaschina
CANTONE
22 ore
Processioni, Cassis: «A Pasqua ci ricordate che “la bellezza salverà il mondo”»
Il Consigliere federale è intervenuto in occasione dei festeggiamenti per l’inserimento delle processioni della Settimana Santa nel patrimonio Unesco
VIDEO
CANTONE/VENEZUELA
23 ore
Ecco cosa si inventa il "prete coraggio" per sfamare la gente
Don Angelo Treccani, missionario attivo da anni a El Socorro, ha realizzato una fabbrica accanto alla "sua" fattoria: produce mattonelle con canna da zucchero 
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile