Classe 1999, Corti è studente alla facoltà di Economia di San Gallo
CANTONE
21.04.19 - 08:080
Aggiornamento : 16:55

«Con un click ho messo in contatto docenti privati e studenti»

Dopo il successo l'app ticinese creata da Simone Conti per docenti e studenti si è rifatta il look e mira a diventare internazionale

LUGANO - Era stata lanciata lo scorso anno in versione test. WorkInPairs, prima applicazione in Ticino in grado di mettere in contatto docenti e studenti per offrire loro lezioni private, è stata un successo. In un anno ha contato più di 1'000 download per 2'500 ore di insegnamento. In un periodo di attività di soli 4 mesi. Proprio questo interesse ha spinto il suo realizzatore,  Simone Conti, giovane studente universitario nella facoltà di economia a San Gallo, a premere sull'acceleratore e "rifare il look" alla app, introducendo diverse migliorie.

«Il  sistema precedente - ci spiega - permetteva solo agli studenti di interagire. Ora l'applicazione assolve il lavoro che prima era del customer service. E include anche i docenti».

L'idea, ammette Conti, nasce da un'esigenza personale: «Non riuscivo a trovare il docente giusto. L'offerta era vasta, ma poco chiara e soprattutto non ti permetteva di valutare prima se era formato e se poteva essere ciò che si cercava». 

Proprio per questo, a chi offre lezioni, è stata chiesta la maggior trasparenza: «Devono precisare i rispettivi percorsi universitari. Questo per dare più informazioni allo studente che sceglie il docente e per avere un team insegnanti più specifico e formato. Già nella scorsa versione se 300 circa erano i docenti registrati, quasi 400 erano quelli scartati».

WorkInPairs, STARTUP sviluppata in Ticino, ma che mira ad espandersi a livello internazionale «apre ora le porta ad un nuovo concetto di sharing economy, basato su un modello di broking», spiega Conti. «Riesce a mettere in contatto la domanda di lezioni di recupero e/o perfezionamento in tutte le materie scolastiche con l’offerta, provvedendo nel contempo a fissare gli appuntamenti in modo sicuro e con un semplice click. Il nuovo sistema prende spunto dai meccanismi finanziari: permette all’allievo di creare la sua domanda (le lezioni private). L’applicazione sarà in grado di svolgere l’attività di un broker e segnalare a tutti i docenti che si trovano nelle vicinanze la richiesta».

L’attuale aggiornamento, inoltre, permetterà alla piattaforma di essere tradotta nelle lingue nazionali e in inglese.

Gli studenti alla ricerca del proprio docente possono scaricare gratuitamente l’applicazione WorkInPairs negli store Apple e Android.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO
13 min

L’animalismo non urla (quasi) più, ma oggi è più vivo che mai

Dalla protesta davanti ai circhi alla discussione in piazza, oggi prevale l'approccio dialettico su cui Atra punta da sempre: «L’interesse è cresciuto enormemente tra i giovani»

LUGANO/LOCARNO
1 ora

I ticinesi non rubano (quasi mai) le biciclette condivise 

Il bike sharing galoppa a tutta velocità nel Locarnese e nel Luganese. Con qualche piccolo problema

FOTO E VIDEO
MASSAGNO
3 ore

Incendio in uno scantinato, evacuati in 24

Diversi gli intossicati, uno dei quali è stato rianimato dai soccorritori. Fermata una persona

CANTONE
13 ore

Nel tunnel Alptransit a 200 km/h: «È troppo!»

Lo dicono i macchinisti, secondo cui una riduzione della velocità permetterebbe di consumare meno energia e aumentare la capacità per i treni merci

MELIDE
19 ore

Violento battibecco tra allenatori, non si gioca il secondo tempo

Nuovo episodio discutibile nel calcio regionale. Stavolta colpita la categoria dei Seniori élite over 30

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report