Archivio Tipress
CAMPIONE D'ITALIA
11.03.19 - 12:150
Aggiornamento : 12:30

«Il deposito della droga era da noi, ma spacciavano in Svizzera»

Due giovani albanesi finiscono in manette. A casa loro sono stati trovati oltre tre etti di cocaina. Natale Grasso, Maggiore dei carabinieri: «Avevano una strategia ben precisa»

CAMPIONE D'ITALIA – I carabinieri li tenevano d'occhio da tempo. E nella serata di domenica li hanno colti con le mani nel sacco. A Campione d'Italia sono scattate le manette per due giovani albanesi. Nella loro abitazione sono stati trovati più di tre etti di cocaina, oltre che diverse centinaia di franchi. «Avevano una strategia ben precisa – spiega Natale Grasso, Maggiore dei carabinieri –. Usavano Campione d'Italia come deposito. E spacciavano soprattutto in Svizzera». 

Insomma, i due si erano rifugiati nell'enclave verosimilmente perché quasi certi di sfuggire a eventuali inchieste delle autorità elvetiche. Gli sarebbero state fatali alcune piccole vendite effettuate su suolo italiano. «Il grosso lo facevano su terreno rossocrociato – riprende Grasso –. La droga l'abbiamo trovata in scaglie. Si tratta di personaggi non noti dalle nostre parti. E non abbiamo motivo di pensare che ci siano altre persone coinvolte». 

Per i carabinieri di Campione d'Italia è la seconda importante operazione anti droga in pochi mesi. «Già a novembre siamo intervenuti con successo – conferma Grasso –. Non vediamo collegamenti tra i due casi però. Fa comunque riflettere il fatto che queste persone scelgano Campione come campo base. Per poi fare i loro affari in Svizzera. Bisogna interrogarsi su questi aspetti».  

 

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO / ITALIA
3 ore

Una ditta luganese vuole assumere 400 persone a Napoli

Il discusso stabilimento Whirlpool nel capoluogo campano verrà ceduto alla Prs, una "misteriosa" società con sede sul Ceresio. Che promette di mantenere tutti gli impieghi

CANTONE
5 ore

Abusi al Dss: la nomina fa discutere

Il governo propone ai vertici dell'Azienda cantonale dei rifiuti un ex funzionario coinvolto in uno scandalo sessuale. Dadò invoca un'inchiesta parlamentare

FOTO
CANTONE
7 ore

Fungiatt dispersi in valle Morobbia, ma è un'esercitazione

Positiva la collaborazione tra la colonna di soccorso di Bellinzona e l'unità cinofila SAS

CONFINE / SVIZZERA
9 ore

Svizzero truffato. Il falso intermediario sparisce con la provvigione per lo chalet

L'anziano è rimasto con in mano un pugno di mosche, e una valigetta piena di denaro falso

BELLINZONA
11 ore

Schiume sul Lago Maggiore: «Un fenomeno naturale»

Numerose segnalazioni tra Muralto e Brissago. Il Dipartimento del territorio tranquillizza: «Non si tratta di inquinamento, ma di alghe che risalgono in superficie»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile