Deposit Photos
CANTONE/SVIZZERA
03.02.19 - 10:530

Insegnamento dell’italiano in Svizzera, sarà fatto un bilancio

Il Forum per l’italiano in Svizzera ha interpellato la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione

BELLINZONA - Il Forum per l’italiano in Svizzera si era rivolto alla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione nel settembre 2018 per denunciare un’inadeguata offerta facoltativa dell’italiano nelle scuole degli altri cantoni e la mancata organizzazione dell’abilitazione per l’italiano in alcune alte scuole pedagogiche. Con lettera del 24 gennaio 2019, indirizzata al presidente Manuele Bertoli e a Diego Erba, coordinatore del Forum, la CDPE ha preso posizione in merito, dopo averne discusso in una recente seduta di Comitato.

Nello scritto si precisa dapprima che «la CDPE dà molta importanza all'insegnamento delle lingue nazionali e sostiene l’insegnamento di una terza lingua nazionale, in particolare a livello secondario».

Rilevato come il concordato HarmoS preveda che un'offerta appropriata d'insegnamento facoltativo di una terza lingua nazionale sia proposta durante le scuole dell'obbligo, la CDPE esaminerà questo tema e lo approfondirà nell’ambito del secondo bilancio sull'armonizzazione delle scuole dell’obbligo in Svizzera. Il bilancio 2019 della CDPE si riferirà all’armonizzazione degli elementi mirati dall'art. 62 cpv. 4 della Costituzione nel settore delle scuole dell'obbligo e sarà dunque «completato da un esame concernente la messa in atto dell'art. 4 cpv. 2 del concordato HarmoS».

«In base all’esito di questo bilancio – prosegue la lettera firmata dalla Segretaria generale della Conferenza Susanne Hardmeier – la CDPE potrà stabilire se l'offerta d'italiano è appropriata e, nel caso, intraprendere delle riflessioni più approfondite sulla promozione dell'italiano nelle scuole dell’obbligo».

Per quanto concerne invece l’abilitazione si osserva  che il compito di garantire anche la presenza delle discipline scolastiche facoltative nei cicli di formazione delle alte scuole pedagogiche esula dalle competenze della CDPE.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
CANTONE
1 ora
La rivelazione shock del padre: «Toccarmi con mia figlia era diventata un'esclusiva»
Processo alla coppia dell'orrore. Il 50enne, che abbelliva i filmati hard con effetti speciali e colonne sonore, gioca a nascondino col giudice. Intanto emerge che la madre era gelosa della ragazza
FOTO E VIDEO
CHIASSO
2 ore
Tamponamento in via Rampa, conducente ferita
L'incidente è avvenuto attorno alle 10 di questa mattina. Sul posto soccorsi e polizia
LUGANO
2 ore
«I nostri figli in quei momenti erano oggetti al servizio della coppia»
Si apre il processo nei confronti dei due genitori del Bellinzonese che per anni avrebbero abusato sessualmente dei loro ragazzi. Filmando spesso le folli gesta. Ammissioni shock da parte della mamma
POSCHIAVO (GR)
3 ore
In Italia è polemica sulla pasta poschiavina
Coldiretti, l'associazione italiana degli agricoltori, si è imbestialita dopo un servizio televisivo su un pastificio grigionese
CANTONE
5 ore
Torna la neve: allerta di livello 4 nel Sopraceneri
Forti nevicate in arrivo tra domani e venerdì. Limite in calo fino a 200 metri nei distretti più a nord
LUGANO
7 ore
Come è facile ordinare sushi "di contrabbando" dall'Italia
Boom di ticinesi nei ristoranti oltre confine. E alcuni non disdegnano le consegne di pasti a domicilio: in barba alle regole doganali. Abbiamo fatto un test
CANTONE
14 ore
Una petizione per salvare i bus per Malpensa
È stata lanciata un paio di giorni fa in vista dell'interruzione dei collegamenti su gomma prevista per la fine di quest'anno
ORSELINA
17 ore
«Con l'omeopatia seguiamo il malato di cancro»
Serata speciale domani 13 novembre alla Clinica Santa Croce. Il direttore Dario Spinedi: «Dopo 23 anni, vi raccontiamo cosa abbiamo fatto»
LUGANO
19 ore
Su terra ferma, ma si pattinerà su ghiaccio a Natale in Città
L’idea della pista sul lago è stata rinviata al 2020 per allestire la perizia idro-geologica. «Da un pool di sponsor 300mila franchi per un evento di qualità e sociale» rivela Stefano Artioli
MENDRISIO/LUGANO
20 ore
Malore sul treno: «Nessuno ha chiamato i soccorsi»
Le FFS fanno chiarezza sull'episodio di questa mattina. E assicurano: l'affollamento del TiLo era «una situazione del tutto eccezionale»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile