tipress
CANTONE
17.12.18 - 10:220

L'EOC verso l'intelligenza artificiale

La medicina personalizzata è l'obiettivo che permetterà di individuare la terapia più appropriata per ogni singolo individuo

BELLINZONA – Così come le persone, anche le malattie sono molto diverse. Per questo, la medicina personalizzata si prefigge di individuare la terapia più appropriata per ciascuno. Questo approccio, oggi in pieno sviluppo, sarà reso sempre più possibile grazie a tecnologie che sfruttano l’enorme massa di dati prodotti dal sistema sanitario.

Anche l’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC), nel rispetto delle normative vigenti in materia di protezione dei dati, intende incamminarsi su questa via molto promettente per il paziente.

Un primo passo è stato compiuto con una convenzione di collaborazione sottoscritta con l’Istituto Dalle Molle di Studi sull’Intelligenza artificiale (IDSIA) e con l’adesione all’iniziativa nazionale creata su mandato della Confederazione per promuovere lo sviluppo della medicina personalizzata, diventata oggi un fattore chiave e trainante della medicina che cambia.

L’EOC è stato ammesso a partecipare a due progetti all’interno di questa rete nazionale e denominata Swiss Personalized Health Network (SPHN). La collaborazione dell’EOC con l’IDSIA, struttura di reputazione mondiale comune all’Università della Svizzera italiana (USI) e alla Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana (SUPSI - dipartimento delle tecnologie innovative), consentirà di sviluppare in comune attività volte alla valorizzazione dei dati disponibili negli ospedali pubblici del Cantone Ticino tramite metodologie di intelligenza artificiale.

Ciò servirà, ad esempio, a sviluppare la medicina predittiva e personalizzata e alla ricerca clinica. La collaborazione con questo prestigioso Istituto, con sede a Manno e che ha indotto di recente una grande banca a insediare nelle sue vicinanze il proprio centro mondiale di competenza per l’intelligenza artificiale, permetterà inoltre all’EOC di accedere a iniziative e progetti nazionali legati a questo campo di attività molto dinamico.

Medicina personalizzata sempre più importante - Oggi, la medicina diventa sempre più tecnologica e questo sviluppo apre le porte ad un trattamento potenzialmente individuale, con enormi vantaggi, ad esempio, in oncologia. In questa direzione opera lo Swiss Personalized Health Network (SPHN), i cui partner principali sono il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica e l’Accademia delle scienze mediche. SPHN è nata per facilitare la ricerca nel campo della medicina personalizzata, ottimizzando l’uso dei dati sanitari. In futuro si potranno diagnosticare e trattare malattie in modo personalizzato, con ancora più efficacia e minori effetti avversi.

Grazie alla qualità della sua ricerca innovativa, mettendo in campo le sue competenze cliniche e tecnologiche, l’EOC è stato così ammesso in due consorzi che comprendono i principali Ospedali universitari e cantonali e i Politecnici federali.

TOP NEWS Ticino
ARBEDO-CASTIONE
39 min
Camion bloccato in un sottopasso
È successo attorno alle 16 in territorio di Arbedo
CANTONE / CONFINE
58 min
Turismo degli acquisti, primi furbetti pizzicati in dogana
Registrato un aumento del 20% del traffico transfrontaliero
CANTONE
1 ora
«Dopo 93 giorni mia figlia ha riabbracciato il papà e i nonni»
Il racconto di una mamma: «Il bene di mia figlia è più forte delle incomprensioni fra genitori». E anche del coronavirus
CANTONE
4 ore
«Aveva perso la fiducia di tutti»
L'ex comandante Antonini sconfessato dal Tribunale amministrativo federale. Confermata la sospensione
CANTONE
4 ore
Il ballottaggio per il Consiglio degli Stati è valido
Lo ha stabilito il TRAM, che ha respinto il ricorso presentato lo scorso novembre dall'avvocato Gianluca Padlina
CANTONE/CONFINE
4 ore
Ticinese fermato in dogana, rischia la multa per un giornale
Nel caso specifico si è chiuso un occhio. Niente multa, ma l'acquisto è stato lasciato oltre confine.
CANTONE/BERNA
6 ore
Non chiamateli omicidi "passionali"
Femminicidio: le deputate ticinesi Gysin e Carobbio chiedono una svolta linguistica (ma non solo) nel codice penale
CANTONE
6 ore
Covid: un positivo e zero decessi
Dall'arrivo del coronavirus nel nostro cantone si registrano complessivamente 3'316 contagi
CAMORINO
8 ore
Danni e sporcizia alla Capanna Cremorasco
Atti di vandalismo da parte di alcuni ignoti. Il Patriziato di Camorino ha sporto denuncia.
MORBIO INFERIORE
8 ore
«Il Covid si è preso mio papà a 67 anni, questo brano è per lui»
Federico Perpignano è morto il 14 marzo, è il sesto ticinese deceduto per coronavirus. L’iniziativa del figlio Davide.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile