TiPress
CANTONE
01.10.18 - 13:400

Per l’italiano il Forum scrive alla CDPE

Manuele Bertoli e Diego Erba lamentano che cantoni che hanno aderito ad HarmoS non offrono l'insegnamento della lingua o solo durante il pomeriggio libero

BELLINZONA - Il Forum per l’italiano in Svizzera ha scritto alla Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) per segnalare alcune situazioni insoddisfacenti riguardanti l’insegnamento dell’italiano nelle scuole dell’obbligo di diversi cantoni, come pure per l’abilitazione dei docenti di questa disciplina. Il Concordato HarmoS prevede il principio per cui «un’offerta appropriata d’insegnamento facoltativo di una terza lingua nazionale è proposta durante la scuola obbligatoria».

In base alle informazioni tratte da un’indagine della CDPE un cantone che ha aderito ad HarmoS non offre nessun insegnamento facoltativo della lingua italiana, un altro lo offre durante il pomeriggio settimanale libero, in molti cantoni non tutti gli istituti scolastici offrono questo insegnamento oppure, se lo offrono, lo collocano in modo tale che l’italiano è in concorrenza con numerosi altri corsi facoltativi.

A giudizio del Forum «si è di fronte ad un’applicazione insufficientemente rispettosa della norma concordataria». Fra i motivi della mancata offerta dell’italiano alcune sedi scolastiche della Svizzera tedesca segnalano anche il problema della mancanza d’insegnanti. Per quanto noto al Forum, nemmeno tutte le Alte scuole pedagogiche (ASP) della Svizzera tedesca e della Svizzera romanda offrono la possibilità di conseguire l’abilitazione all’insegnamento dell’italiano.

Per il Forum si tratta di «una situazione inaccettabile per l’insegnamento dell’italiano nelle scuole obbligatorie svizzere», «una sostanziale scarsa applicazione delle regole concordatarie e di una conseguente mancata o insufficiente offerta di corsi di abilitazione per gli insegnanti».

Il Forum chiede quindi alla CDPE, che presiede alla vigilanza sul Concordato HarmoS e sulle ASP, «di prendere una chiara posizione in merito, come pure di adottare i provvedimenti necessari affinché l’italiano, lingua nazionale, abbia il giusto riconoscimento nella scuola dell’obbligo, senza essere discriminato rispetto alle altre lingue nazionali e all’inglese».

La lettera, indirizzata alla Presidente della CDPE Silvia Steiner, porta la firma del presidente del Forum Manuele Bertoli e del coordinatore Diego Erba.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
GORDOLA
2 ore
Un 34enne scompare sui Monti di Motti
Si chiama Aurèle Donis, di Ginevra, ed è stato visto per l'ultima volta attorno alle 10 di questa mattina
LUGANO
2 ore
Voleva fare una strage a scuola: ecco la sentenza
Il 21enne è stato condannato a 7 anni e mezzo sospesi, in modo da potersi curare in una struttura adeguata.
CANTONE
3 ore
Traffico congestionato sulle strade ticinesi
Il maltempo contribuisce a peggiorare la situazione, specie nel Luganese. Rallentamenti sia sull'A2 che sulle cantonali
CAMORINO
4 ore
Lite al centro asilanti, un arresto
Due ospiti del bunker di Camorino sono venuti alle mani. Scattano le manette
CANTONE
4 ore
Nuovi focolai in due feste private
«Dobbiamo mantenere alta la guardia». De Rosa e il governo introducono nuove disposizioni per contenere l'epidemia
CANTONE
6 ore
Perché il nome di quel ragazzo è sul sito del Cantone?
Strage sventata alla Commercio: il giudice Mauro Ermani chiedeva privacy per l'imputato. Ma poi...
CANTONE
8 ore
Un temporale, quasi 10 gradi in meno
È accaduto ieri a Lugano. Altrove raffreddamenti, ma non così marcati
LUGANO
8 ore
Crediti Covid, arrestato un "furbetto" nel Luganese
Oltre 600mila franchi usati, in realtà, per spese personali. In manette un 47enne italiano
CANTONE
9 ore
Covid: i casi ticinesi crescono anche oggi
Invariato, invece, il numero dei deceduti a causa del virus che resta fermo a quota 350
CANTONE
9 ore
Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi
La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile