DT
VIRA GAMBAROGNO
28.09.18 - 09:240
Aggiornamento : 12:00

Il DT alla Giornata Cantonale dei Sentieri 2018

Tramite appositi pannelli sono stati illustrati i dettagli del progetto "Territorio e montagne pulite"

VIRA GAMBAROGNO - In occasione della Giornata Cantonale dei Sentieri 2018, tenutasi il 27 settembre all’Alpe di Neggia, il Dipartimento del territorio era presente con uno spazio espositivo dedicato al progetto “Territorio e montagne pulite”, promosso in collaborazione con la Federazione Alpinistica Ticinese e il Club Alpino Svizzero - Sezione Ticino e con il sostegno dell’Azienda Cantonale dei Rifiuti.

Come di consueto erano una settantina i partecipanti in rappresentanza di Organizzazioni turistiche regionali (OTR), Comuni, Patriziati e imprese attive nella gestione e manutenzione della rete sentieristica.

La Giornata Cantonale dei Sentieri è una manifestazione organizzata e promossa da Ticino Sentieri. Per l’occasione, il DT ha illustrato - tramite appositi pannelli informativi - i dettagli del progetto “Territorio e montagne pulite” e fornito consigli ai partecipanti alla giornata per sensibilizzarli sul tema della gestione ecosostenibile dei rifiuti in montagna e nelle capanne alpine.

Il DT collabora da diversi anni con TicinoSentieri, un’associazione alla quale ha affidato diversi compiti tra cui la pianificazione e la consulenza nel campo della manutenzione e della segnaletica dei percorsi escursionistici. L'associazione si è affermata in qualità d’indispensabile perno della politica cantonale in materia di mobilità pedonale di svago e turistica, che agisce sul territorio ed è riconosciuta dai vari partner del settore quali Patriziati, Comuni, Agenzia turistica Ticinese, Organizzazioni turistiche regionali, nonché altre fondazioni o associazioni vicine alla pratica dell'escursionismo.

Inusuale il tema scelto per l’edizione di quest’anno. Al centro della giornata vi era la presentazione da parte dell’Organizzazione turistica Lago Maggiore e Valli dei lavori di costruzione e delle sfide poste dalla manutenzione del percorso per mountain bike Alpe di Neggia Bike.
È la prima volta che TicinoSentieri, associazione che difende gli interessi dell’escursionismo, dedica la propria attività di formazione e sensibilizzazione alle infrastrutture per il turismo in bicicletta, un’attività che talvolta è vista come conflittuale con la pratica dell’escursionismo e problematica per la manutenzione. 

Durante la giornata sono quindi state discusse le differenti esigenze relative alla costruzione alla gestione dei percorsi per mountain bike rispetto ai sentieri escursionistici, le questioni giuridiche relative alla segnalazione dei percorsi e le modalità per garantire una convivenza non conflittuale con l’escursionismo.

Durante il quadriennio 2016-2019, TicinoSentieri è stata chiamata in particolare a vigilare affinché la rete escursionistica, che a oggi conta circa 4'300 chilometri di sentieri segnalati, mantenga «l'ottimo livello di qualità raggiunto». Nel 2019 il Consiglio di Stato prevede di rinnovare il proprio contributo alle Organizzazioni turistiche regionali che si occupano della cura dei sentieri, attraverso un quinto credito quadro per il periodo 2020-2023, al quale sarà aggiunto anche un contributo per la manutenzione dei percorsi Mountain Bike.

Per maggiori informazioni: www.ti.ch/sentieri

Guarda le 4 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE / GRIGIONI
18 min

Il Passo del Lucomagno è stato riaperto

Sono stati sgomberati i grossi massi caduti sulla strada settimana scorsa. E per Corpus Domini, dopo un lungo letargo invernale, tornerà transitabile anche la Novena

VIDEO
CAPRIASCA
3 ore

Cade da un muretto, interviene la Rega

Al momento non sono note le condizioni del ferito

CAMPIONE D'ITALIA
3 ore

«I debiti di Campione li paghi l'Italia»

Ignazio Cassis ha risposto a una domanda di Marco Romano specificando come non sussista alcun legame tra i debiti che l'enclave ha con il Ticino e i ristorni. «Sono due dossier diversi»

CANTONE
4 ore

«La dott.ssa Lesmo non è contraria ai vaccini. Ha vaccinato i suoi figli»

Il medico replica dopo l'interrogazione di Galeazzi sui dottori contrari ai vaccini: «Queste terapie di massa non tengono conto del rapporto rischio/beneficio»

BIDOGNO
7 ore

Il parcheggiatore abusivo è stato estradato in Italia

Fine della corsa per il 42enne, ricercato dal 2016 per questioni legate al traffico di stupefacenti. Qualche mese fa aveva piazzato le sue macchine senza targhe in una proprietà privata del Luganese

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report