TiPress
CANTONE
29.08.18 - 08:580

La Bassa Leventina rivendica il ruolo di polo di sviluppo economico

Bodio, Giornico e Personico ritengono che la loro zona industriale ottemperi a tutte le condizioni

BODIO - La zona industriale della Bassa Leventina deve essere inserita tra i poli di sviluppo economico. Ne sono convinti gli Esecutivi di Bodio, Giornico e Personico, che hanno invitato al Dipartimento del territorio le loro osservazioni in merito alla proposta di modifica del Piano Direttore.

Nelle loro osservazioni viene fatto notare come la zona sia stata «il primo polo industriale del cantone» che «ha dato impiego a centinaia di operai generando un importante indotto economico». Chi vi lavora «resta principalmente sul territorio», coprendo tutte le Tre Valli. In quanto a “ricerca e innovazione” gli Esecutivi cittadini citano quale esempio il Campus formativo di Bodio che ospita numerosi apprendisti.

La Bassa Leventina viene inoltre elogiata per un’industria meccanica e chimica «ben radicata», accessi stradali e ferroviari, possibilità di sinergia e collaborazione con Biasca e Leventina, nonché «ampia disponibilità di aree dismesse pronte a esse occupate».

Per «mantenere e potenziare la zona industriale con una buona pianificazione urbana e sostenibile - conclude la presa di posizione - non bastano i Piani regolari, ma sarà necessaria una pianificazione a un livello superiore che solo il Piano Direttore potrà offrire». Per «mantenere ciò che oggi funziona» e «potenziare l’attrattività futura» Bodio, Giornico e Personico auspicano «che la zona industriale possa quindi essere a tutti gli effetti definita un polo di sviluppo economico».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Danny50 2 anni fa su tio
C’é anche il vantaggio di essere più vicini alla vera Svizzera e di non essere ancora stati contaminati da piccoli imprenditori italiani come quelli installati nel mendrisiotto, che mirano solo ai vantaggi fiscali e assumono solo frontalieri.
Meno 2 anni fa su tio
@Danny50 Guarda quanti imprenditori italiani nei Grigioni, pensi davvero che siano quei 30-50 Km a scoraggiarli? In ogni caso, facendo generalizzazioni si è sempre in torto
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
LUGANO
1 ora
Materiale e sterpaglie in fiamme a Cadro
L'incendio è divampato all'esterno di uno stabile adibito a magazzino.
CANTONE
3 ore
La "fabbrica" dei collaudi va fuorigiri
Il Governo garantisce il rispetto dei piani di protezione, ma i collaboratori parlano di ritmi quasi pre-pandemici
MENDRISIO
5 ore
Càvea Festival, gli organizzatori gettano di nuovo la spugna
Per il secondo anno consecutivo le cave di Arzo rimarranno senza musica. L'attesa terza edizione non ci sarà.
BELLINZONA
10 ore
Ecco come sarà il nuovo Pretorio
Il Consiglio di Stato chiede al Parlamento un credito di 43 milioni e 420mila franchi per ristrutturazione e ampliamento
FOTO
BREGGIA
10 ore
Gli alberi se ne vanno per poi tornare
Nell'ambito della valorizzazione della piazza di Cabbio è iniziato lo spostamento di tigli e platani
CANTONE
10 ore
L'autostrada A2 si prepara per il semisvincolo
Al via i lavori per il risanamento globale del tratto compreso tra gli svincoli di Bellinzona Nord e Bellinzona Sud
FOTO E VIDEO
BRISSAGO
11 ore
Come ti salvo l'Isolino dalle neofite invasive
Le specie alloctone avevano colonizzato l'Isola dei conigli, ma un intervento mirato le ha estirpate.
CANTONE
11 ore
Covid: 44 positivi e 7 ricoveri
Il tasso di riproduzione Rt è dell'1,09. Sono 156 su 100mila le persone positive negli ultimi 14 giorni
BEDANO
15 ore
Decide Google Maps, niente aiuti per il ragazzo
Sconti sull'abbonamento del bus per chi tra casa e scuola impiega più di 20 minuti a piedi. Beffa per alcuni.
CANTONE
15 ore
Sofferenza (e licenziamenti) dietro il sipario
Il lockdown culturale sembra senza fine. Le eccellenze artistiche in Ticino sono in affanno
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile