Webcam
URI / CANTONE
19.05.18 - 08:300
Aggiornamento : 13:48

Pentecoste di passione al San Gottardo

Le code al portale nord della galleria non si sono dissolte neppure durante la notte. Alle 10.20 si registrano 22 chilometri con tempi d'attesa di quattro ore. Disagi anche in Ticino

GÖSCHENEN - «Lasciate ogni speranza voi che entrate». Lo disse Dante nella Divina Commedia, prima di addentrarsi nell'inferno. Lo penseranno i tanti viaggiatori che sono saliti in automobile per recarsi verso Sud sfruttando il weekend lungo della Pentecoste.

Colonne chilometriche a nord delle Alpi - Le code al portale nord della galleria del San Gottardo - attese e previste - si sono infatti puntualmente verificate già da ieri mattina e non si sono dissolte neppure nel corso della nottata. Le automobili in colonna sono poi costantemente aumentate tanto che questa mattina, attorno alle 7.50, la coda tra Altdorf e Göschenen in direzione del Ticino ha toccato i 21 chilometri, con un tempo di attesa di almeno tre ore. Da allora la circolazione è in continua aumento: al momento i veicoli sono incolonnati su una lunghezza di 25 km tra Buochs e il portale nord del San Gottardo a Göschenen. I viaggiatori devono pazientare circa 4 ore prima di immettersi in galleria. Secondo l’Ufficio federale del traffico (USTRA), per il momento «non si intravedono miglioramenti e la tendenza è in aumento». 

Disagi anche in Ticino - E sempre sull’autostrada A2, ma più a sud, gli automobilisti si ritrovano incolonnati anche alla dogana di Chiasso Brogeda in direzione dell’Italia.

Strade intasate nei Grigioni - La situazione sull'A2 è stata complicata dall'incendio di un autobus tedesco avvenuto ieri pomeriggio nella galleria del San Bernardino.  La chiusura del tunnel, che dovrebbe riaprire solo lunedì, ha infatti costretto molti viaggiatori ad utilizzare l'A2 per superare le Alpi. Ma anche nei Grigioni la situazione non è semplice: attualmente sull'A13 ci sono 5 chilometri di colonna da Splügen in direzione sud. I veicoli sono incolonnati anche tra Coira-sud e Rothenbrunnen così come sulla strada del passo del San Bernardino e sulla strada principali tra Coira e Realta. 

Via Suisse consiglia ai viaggiatori provenienti dall’Altopiano di utilizzare il servizio dei treni navetta del Lötschberg e poi quello del Sempione e infine transitare dall’omonimo passo, mentre il consiglio per coloro che partono dalla Svizzera romanda è quello di optare per la galleria del Gran San Bernardo anche se, contrariamente al San Gottardo, è a pagamento. 

Aggiornamento alle 9.40 - La situazione al portale Nord della galleria del San Gottardo non migliora. Anzi. Attorno alle 9.40 i chilometri di coda in direzione del Ticino sono infatti 22. Tempi di attesa oltre le tre ore.

Aggiornamento alle 10.20 - La situazione continua a peggiorare. Alle 10.20 i veicoli sono incolonnati su una lunghezza di 25 chilometri tra Buochs e il portale nord del San Gottardo a Göschenen. I viaggiatori devono pazientare circa 4 ore prima di immettersi in galleria. Inoltre, il traffico viene dosato attraverso brevi chiusure dalla galleria del Seelisberg. Di conseguenza si sono formate code anche sulle strade principali tra Erstfeld e Göschenen.

Aggiornamento 11.50 - Il traffico tra Altdorf e  Göschenen è ancora bloccato per 22 chilometri. I ritardi si attestano sempre sulle 4 ore.

 

Lettore Tio.ch / 20 minuti
Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
Blobloblo 1 anno fa su tio
Cominciamo a mettere un bel pedaggio al S.Gottardo, che è l’unica galleria d’Europa che non ce l’ha!!
gigi23 1 anno fa su tio
@Blobloblo Hai perfettamente ragione!!
Lore62 1 anno fa su tio
@Blobloblo Vedo che c'è un mucchio di gente (come i politici), che continuano a inventare come tartassarci con nuove tasse! Non hai ancora capito che come per il "furto di collegamento" grazie agli accordi "unilaterali" da masochisti con il principio di non discriminazione sulle differenze di trattamento, tutte queste tasse applicate dovremo PAGARLE anche NOI!! Avanti così, che l'economia del Ticino (e gli spostamenti) andrà ancora meglio...
gigi23 1 anno fa su tio
E noi ringraziamo per l'inquinamento! Mi piacerebbe sapere se poi tutte queste persone si fermano nel nostro Cantone o continuano verso l'Italia? (....è una domanda retorica...). Almeno se si fermassero qui potrebbero far girare un po' l'economia, ma visto che non è così qualcuno mi spiega che beneficio porta al nostro territorio tutto questo traffico? La risposta è molto semplice: SOLO IMQUINAMENTO E DIMINUZIONE DEL NOSTRO BENESSERE!!!!!!!!!! Secondo me, poi ognuno la pensi come vuole, bisognerebbe aumentare molto il prezzo della benzina e diminuire il costo dei mezzi pubblici, che putroppo sono ancora troppo alti e poco acessibili. Purtroppo si parla troppo ma a volte a mancare è la volontà......
Shion 1 anno fa su tio
Non c'è limite alla stupidità umana.
skorpio 1 anno fa su tio
Come mai viasuisse non da come alternativa il passo s. Bernardino....cque cavoli loro...a me spiace soltanto che passano dal ticino ad inquinare e il 90% oltretutto non si ferma nemmeno
Ben8 1 anno fa su tio
Colpa dei lavori in corso da tutte le parti e una corsia sola nel Gottardo, invece di andare in avanti andiamo indietro.... autostrade da 80Km orari....
spank77 1 anno fa su tio
Certo che confrontando il meteo ...viene da chiedersi come mai tutti sfuggono dall'asciutta Domenica al Nord per andare in cerca di acqua al Sud...boh...
sedelin 1 anno fa su tio
mai sentito di 21 km! mi chiedo come mai questi automobilisti si mettono in un'impresa masochista.
spank77 1 anno fa su tio
@sedelin Certo che 4 ore di attesa + 3 e mezza minimo di viaggio (se poi non ci sono altre colonne) per andare da Basilea ad Ascona... Quasi 8 ore.. :-o si hai ragione è un poco da masochisti...e poi lunedì il grande rientro.... :-oooooo
TOP NEWS Ticino
VIDEO
BELLINZONA
9 min
Addio Peter Pan: il responsabile è in lacrime
Il Ticino perde un locale storico. “Serata nostalgia” con ex collaboratori e clienti. Sul palco lo Swiss Elvis. Gianni Morici: «Qui dentro ho messo l’anima. Spiace per le nuove generazioni»
BELLINZONA
11 ore
Il compito sul seno: «Ecco come è andata»
L'insegnante 60enne licenziato a Bellinzona racconta la sua versione dei fatti. E punta il dito contro il Decs
MENDRISIO
13 ore
Caos viario, l’SOS di cinque sindaci: «Siamo al limite della sopportazione»
L’appello lanciato dai sindaci del distretto ai colleghi del Luganese: «Ancora molto può essere fatto sul vostro territorio contro i posteggi selvaggi e per promuovere la mobilità aziendale»
LUGANO
13 ore
Arriva la tassa sul sacco: tutto quello che dovete sapere
Il prezzo dei sacchi. Le novità degli ecocentri. Quelli che il sacco possono averlo a un prezzo agevolato. Lugano si prepara alla rivoluzione dei rifiuti.
FOTO E VIDEO
AROGNO
13 ore
Cade per 20 metri e si ferisce gravemente
Un uomo di 82 anni è stato vittima di un serio infortunio mentre stava effettuando dei lavori di disboscamento in zona Devoggio ad Arogno
BREGGIA
14 ore
Dopo 20 giorni l'acqua torna potabile
A Cabbio e Muggio l'acqua è rimasta troppo torbida per settimane. Ma in attesa del rinnovamento degli impianti il Comune ha le mani legate
FOTO
POSCHIAVO (GR)
14 ore
Fuori strada e giù dalla scarpata per 200 metri
L'incidente è avvenuto mercoledì sera sulla strada principale del Bernina
CANTONE
16 ore
Valichi e criminalità: Berna ha fretta
Il Consiglio nazionale si chinerà a breve sul problema dei malviventi "transfrontalieri". L'UDC «preoccupata»
FOTO E VIDEO
LUGANO
18 ore
I treni circolano normalmente, le auto non ancora
Il carro attrezzi ha evacuato l'auto travolta questa mattina da un treno merci. La sbarra del passaggio a livello ha riportato qualche danno e sono in corso le verifiche tecniche
CANTONE
18 ore
Orario 2020: 27 collegamenti al giorno tra il Ticino e Milano
La rinnovata cadenza oraria sulla linea RE10 è la principale novità del cambio orario TILO. Confermati i cambiamenti introdotti per il cantiere sul lago di Zugo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile