LUGANO
03.04.18 - 10:550
Aggiornamento : 14:10

«Ma quale padrone di Piazza Riforma!? Mai pressioni da me per svuotarla»

Accusato di allontanare gli eventi dal cuore della città, lo storico esercente Guido Sassi rinvia la “sassata” al mittente

LUGANO - Cadono come foglie gli eventi che in passato si tenevano nel cuore della Città e c’è chi, come Davide Giampani, in passato candidato Ppd al Consiglio comunale di Lugano, lancia l’accusa: Piazza della Riforma si è trasformata in Piazza Sassi.

Lui, Guido Sassi, storico gerente dell’Olimpia e del Sass Café, rimanda la pietra al mittente: «Ma quale padrone della piazza! Qui qualcuno è fuori di melone! Non sono il padrone di Piazza Riforma che è pubblica e le decisioni le prende il Municipio e gli enti preposti. Non è Guido Sassi che decide».

Voi, come esercenti, non avete dunque mai fatto pressioni sul Municipio per allontanare appuntamenti dalla piazza?

«No, il mercato è ormai stato spostato nel secolo scorso, ma non per volontà degli esercenti. È stato il Municipio che ha preso la decisione, non certo io. Che sia ben chiaro».

Altri eventi gastronomici, come lo Streetfood, a voi danno fastidio?

«Guardi, non lo dico io, ma prendiamo Piazza San Marco a Venezia, o altri luoghi turistici, vediamo che è vietato mangiare un panino. Delle regole devono esserci, ma è la Città e non sono io a farle. La stessa decisione per lo Streetfood è stata presa con gli organizzatori, non con Guido Sassi. In Piazza Riforma non si poteva fare in ogni caso perché era già allestita per la Pasqua coi mercatini. Altroché deserta».

Quindi nessuna pressione da parte sua?

«Participo alle riunioni dei commerciati, alle conferenze stampa. Non posso dire la mia? Sono l’unico esercente ticinese che fa ancora l’esercente con un volto e un nome. Ci metto la faccia ma non per vietare, anzi. La mia storia dimostra il contrario».

La presenza di Estival Jazz le dà fastidio?

«Ma di cosa stiamo parlando? Fastidio cosa? Sono 40 anni che lavoro in Piazza Riforma. Ho ospitato tutti gli artisti possibili. Ho creato il palco per far star meglio le persone. E sempre in centro ho promosso le casette di Natale. Di cui mi ritengo l’artefice».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
giangibos 2 anni fa su tio
Ciao Guido non so proprio cosa pensare, città piena, fantastica atmosfera, giornata calda e soleggiata, pieno di turisti di ogni nazionalità, ottimo cibo (mangiato un panino Tibetano) scusa se non sono venuto da te:( piazza riforma sembrava il centro di una grande capitale europea, insomma ho percepito una bella atmosfera di festa come non mi capitava da tempo ma poi vedo un articolo scritto da un nostro politico e mi deprimo e mi chiedo se é stato a farsi un giro nella sua città giusto per godersi la festa invece di criticare sempre l`operato di voi esercenti. Ê chiaro che é una missione impossibile mettere tutti d`accordo però un`po' di ottimismo e fiducia non guasterebbe soprattutto perché chi lavora nel settore ha bisogno di questo spirito che poi lo trasmette al cliente. p.s quando fai anche tu il panino Tibetano?? Buon lavoro e andate avanti così perché Lugano non molla.
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
in ogni caso quest'anno era organizzata meglio. Lo spazio usato a mio parere era molto meglio di Piazza Riforma
siska 2 anni fa su tio
Sostengo il signor Sassi e non sosterrò mai politici o pseudo-politici che vogliono metterci sempre e comunque il naso. Andate a lavorare per bene e non buttate via il tempo a frignare.
siska 2 anni fa su tio
Per me il signor Guido Sassi é un gran signore e ha fatto tanto per la città di Lugano e soprattutto ha sempre messo la "faccia". Allora é propio vero che questo povero ticino non funzionerà mai fino a quando esisteranno persone che vogliono metterci il naso senza avere mai lavorato a fondo e conoscere l'ambiente E LE FATICHE...vedere sig. Giampani. Ma su dai che fra poco Lugano si trasformerà in: città dei fastfood e dei baretti che aprono e chiudono! Allora quelli vanno bene per i vari politicini di zona?
KilBill65 2 anni fa su tio
Lugano non si sa piu' ne cosa dire ne fare...Tutti che remano contro!!!....Poi si lamentano che le cose non funzionano....
francox 2 anni fa su tio
I mercati sono una calamita per turisti ma quello settimanale a Lugano lo hanno relegato in un triste posteggio. Ho chiesto lumi ad un poliziotto che mi ha spiegato che sono gli esercenti a non volerlo in piazza.
dara 2 anni fa su tio
solite polemiche per nulla. I prezzi, il costo del lavoro ( tra le altre cose, ho letto quasi solo dati sbagliati) ,la vicinanza con l'Italia ecc. Semplicemente il turismo è cambiato, 30 anni fa la Pasqua segnava veramente l'inizio della stagione, I prezzi delle stanze erano quelli dell'alta stagione ( mentre oggi vengono praticamente dettati da booking) ed il periodo pasquale vedeva arrivare turisti per 2 settimane. Con il sole si lavorava di più , con la pioggia un poco meno. Però: non c'era il tunnel del Gottardo, non c'erano I voli low cost, c'erano meno locali ......ma i residenti andavano già a fare la spesa o al ristorante oltre frontiera. Condivido con Sassi il pensiero di non doversi sempre piangere addosso , ma malgrado il suo peso reale ( mi perdoni), non credo abbia un cosi grande potere decisionale. Personalmente non credo sia una grande idea fare lo street food festival nel fine settima di Pasqua, dove magari sarebbe stato opportuno valorizzare le proposte insediate sul territorio, ma solo chi non fa nulla non sbaglia.
miba 2 anni fa su tio
Anni fa ho conosciuto Guido Sassi per motivi professionali poi l'ho perso di vista. L'ho conosciuto per una persona schietta, diretta e soprattutto corretta (e non penso proprio che nel frattempo sia cambiato) ma soprattutto per una persona CHE LAVORA ed anche molto. Ha indubbiamente le sue idee/posizioni e ci mancherebbe altro, fino a prova contraria non mi sembra che in Ticino siamo come a Pyongyang e chiunque è libero di esprimere/proporre/intraprendere quello che vuole. Chi è Davide Giampiani? Da quello che vedo in internet è un impiegato di commercio, classe 1982, che di tanto in tanto appare con le sue teorie "scassamarroni" e che fa selfie (v. Paolo Bernasconi). È giusto dare spazio ai giovani nella politica, indipendentemente se siano PPD, PLR, PS o Lega ma qualcuno dovrebbe anche dire loro di tanto in tanto che bisogna sempre accertarsi che il cervello sia collegato a quanto si afferma e/o si scrive e soprattutto che il "bla bla" contro chi/cosa porta ESPERIENZA E FATTI CONCRETI da purtroppo l'impressione di poca coerenza oltre che la dimostrazione "teorie a tonnellate ma fatti in concreto zero"
Fafner 2 anni fa su tio
Sassi lo vedrei bene come politico. "Non avete mai fatto pressioni?" "Hanno deciso loro, mica io". Come dare una risposta che non è la risposta alla domanda.
GI 2 anni fa su tio
basterebbe rendere "sede del partito" un dei suoi ritrovi....e tutto tornerà come prima....Grande Guido !!
TOP NEWS Ticino
Berna/LUGANO
56 min
L'UFAC rimette le ali all'aeroporto Città di Lugano
L'Ufficio federale dell'aviazione civile ha approvato oggi i cambiamenti necessari a far partire la nuova gestione
CONFINE
1 ora
Riapertura della Lombardia: la data chiave potrebbe essere l'8 giugno
La dichiarazione arriva dall'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera
CANTONE
2 ore
Un weekend tra sole e bagnato
Già nel corso della giornata di oggi potrebbero arrivare i primi rovesci
CANTONE
3 ore
Tre nuovi contagi, ma nessun decesso
Prosegue il trend positivo per ciò che concerne il numero di vittime da coronavirus
CANTONE
6 ore
Arriva la fattura... «Ma è pagabile entro oggi»
Nuovo problema con Swisscom che ammette: «Un disguido. Ma il termine di pagamento è stato prorogato»
CANTONE
6 ore
Il verde alle luci rosse: «Le ragazze scalpitano, ma...»
Berna consente ai locali erotici di riaprire. Le ragazze premono, ma il settore si interroga se varrà la pena
CANTONE
15 ore
L’appello dei medici: «Usate la mascherina»
Tra i firmatari Franco Denti, Christian Garzoni, Mattia Lepori e il medico cantonale Giorgio Merlani
BELLINZONA
17 ore
62 giorni di battaglia prima del ritorno alla vita
Il consigliere comunale Fabio Briccola è stato uno degli oltre 3'300 ticinesi colpiti dalla malattia.
TENERO
19 ore
Vince 88mila franchi con un gratta e vinci
Ha speso solo otto franchi per un biglietto e si è ritrovata con una vincita che l’ha lasciata senza parole
CONFINE
19 ore
«La Svizzera riapra la frontiera con l'Italia»
È l'appello di esponenti leghisti della vicina penisola: «La chiusura è un ulteriore colpo al nostro turismo»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile