Tipress
CANTONE
12.02.18 - 06:310
Aggiornamento 10:39

Auto in contromano: Viasuisse ne segnala un centinaio all'anno

in Ticino gli annunci sono calati. La polizia cantonale: «Negli ultimi tre anni si registra un solo incidente causato da un veicolo che circolava in senso contrario»

LUGANO - Sono dieci le vetture in contromano che nel 2017 sono state segnalate da Viasuisse sulle autostrade ticinesi. E in un caso si è verificato un incidente con due feriti gravi. «Gli incidenti causati da veicoli in contromano sono in realtà piuttosto rari, ma molto spesso comportano conseguenze gravi per le persone coinvolte» ci dice Gabriele Crivelli, portavoce dell’Ufficio federale delle strade (USTRA). Perlomeno nel nostro cantone, il fenomeno sarebbe comunque in calo, anche considerando che nel 2016 si contavano quattordici annunci radiofonici e nel 2015 erano diciannove (Viasuisse evidenzia tuttavia che non si tiene conto dei casi non trasmessi dalla polizia). Nello stesso periodo a livello svizzero le segnalazioni per auto in contromano erano invece quasi un centinaio all’anno.

Potenziamento della segnaletica - Una diminuzione si riscontra anche sul fronte degli incidenti causati dalle vetture in contromano. Negli ultimi tre anni in Ticino si conta soltanto quello verificatosi lo scorso ottobre, all’altezza di Grancia. Mentre a livello nazionale si è scesi da una media, tra il 2000 e il 2013, di diciotto episodi all’anno a nove tra il 2014 e il 2016 (i dati per lo scorso anno saranno disponibili appena dalla prossima primavera). Un contributo significativo è stato dato dai provvedimenti che l’USTRA ha preso già a partire dal 2009, «posando cartelli di divieto di accesso sulle 420 entrate ed uscite autostradali svizzere, nelle aree di sosta e in quelle di servizio e potenziando nel contempo anche la segnaletica orizzontale, mediante la posa di frecce direzionali sull’asfalto» spiega Crivelli.

Un fenomeno complesso - Non è tuttavia facile trovare una soluzione definitiva, in quando si tratta di un problema particolarmente complesso. Le cause all’origine di queste manovre sono infatti molteplici: «In genere sono legate a uno stato psico-fisico alterato da parte di chi è alla guida del veicolo» ci dice ancora il portavoce, che poi ci parla anche dei punti in cui le vetture possono entrare in autostrada in contromano: nella metà dei casi le immissioni avvengono da entrate e uscite, ma nel restante 50% degli episodi l’errore avviene all’interno dell’autostrada stessa, nelle aree di sosta e di servizio.

Un dispositivo che intercetta le vetture - Attualmente l’USTRA sta inoltre valutando i risultati di un progetto pilota, durato due anni, per rilevare e gestire i veicoli che si immettono in autostrada in contromano. Un sistema che, come ci spiega Crivelli, intercetta le vetture attraverso un segnale e attiva immediatamente un segnale luminoso di divieto di accesso e un segnale acustico. «Nel caso in cui il conducente non si accorga di queste segnalazioni e proceda comunque la sua marcia in senso errato, lo strumento genera una chiamata alla polizia cantonale e porta all'attivazione dei semafori» conclude.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
Tags
vetture
auto
crivelli
segnale
centinaio
ustra
polizia
autostrada
TOP NEWS Ticino
Copyright ©2018 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report