TiPress
CANTONE
25.10.17 - 13:140

Canapa “light”: cambiano le regole, ma resta l’autorizzazione

Il Consiglio di Stato ha approvato la modifica del regolamento cantonale

BELLINZONA – Non soltanto i prodotti alimentari a base di canapa “light” (con tenore di THC inferiore all’1% e quindi legale), ma anche i derivati conformi alla legge federale sulle derrate alimentari non sottostanno più alle disposizioni cantonali. Tuttavia dal punto di vista della coltivazione e della vendita non cambia nulla: in Ticino, a differenza del resto della Svizzera, serve ancora un’autorizzazione. È quanto ha spiegato poco fa il consigliere di Stato Norman Gobbi, direttore del Dipartimento delle istituzioni, dopo che stamani il Governo ha approvato la modifica del regolamento cantonale sulla coltivazione della canapa e sulla vendita al dettaglio dei suoi prodotti.

All’inizio degli anni Duemila, lo ha ricordato il consigliere di Stato, le autorità ticinesi si erano dovute confrontare con la dilagante vendita di canapa sotto forma di “sacchetti profumati”. «Una situazione che aveva portato alla creazione di una legge e di un regolamento ad hoc, con cui era stato possibile intervenire in maniera più incisiva e porre freno al fenomeno». Ora, pur adattando il regolamento all’evoluzione federale, il Cantone intende mantenere un alto livello di vigilanza, «per evitare che dalla legalità si scivoli nell’illegalità» ha sottolineato Gobbi.

Allora cosa cambia con la modifica del regolamento? In sostanza «la formulazione dell’articolo è più chiara» ha spiegato il tenente Elia Arrigoni, capo della Sezione amministrativa della polizia cantonale. E si parla anche di meno burocrazia e di nuovi moduli. Alla fin dei conti,  l’obiettivo dichiarato è – lo ha ribadito Gobbi – «di mantenere un equilibrio tra la libertà economica da una parte e il bisogno di sicurezza dall’altra».

Ecco l’articolo modificato:

1 Non sottostanno alle disposizioni della legge i prodotti e i derivati a base di canapa comprovati essere conformi alla legislazione federale sulle derrate alimentari.

1bis La comprovata conformità può essere richiesta in ogni momento o verificata d’ufficio dalla polizia.

Commenti
 
Matthias Ghidossi 1 anno fa su fb
Il circo continua
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Attendiamo comunque una legge federale che sarà trattata nel parlamento federale.
Stefano Fehr 1 anno fa su fb
Era ora di questa benedetta modifica, così le Filiali delle COOP ticinesi potranno vendere per esempio le sigarette della Heimat. Vi annuncio inoltre che le filiali delle Denner ticinesi hanno chiesto l'autorizzazione alla polizia.
Pierfrancesco Ferrari 1 anno fa su fb
Per chi volesse può annunciarvi da me per affittare spazi di produzione. Sono attualmente liberi 270 mq.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
GAMBAROGNO
5 ore

Eroe per un giorno: salva un 70enne dalle acque

L'uomo stava praticando stand up paddle, quando si è ritrovato in grave difficoltà. Momento di meritata gloria per il giovane Tito Balestra

ITALIA / CANTONE
8 ore

Scomparso in Italia, è ricoverato in un ospedale di Berna

Il centauro della Provincia di Asti, transitato dal Ticino e di cui non si avevano notizie da domenica, è rimasto coinvolto in un incidente sulla Novena

VIDEO
CAMORINO
9 ore

La torrida giornata degli asilanti: «Non ne possiamo più»

Prosegue lo sciopero della fame dei 30 rifugiati nel bunker. Ecco il video in cui raccontano i loro disagi. Intanto, il Cantone annuncia spostamenti

LUGANO
10 ore

Ex Macello: il Molino è pronto a scendere in piazza

Annunciata una manifestazione per il prossimo 14 settembre

FOTO
CANTONE
11 ore

Conquista il podio "estremo": «Il mio team ha commesso errori, altrimenti...»

Circa 1’600 chilometri da compiere non-stop, in sella a una bici. È un terzo posto meritatissimo quello di Valentina Tanzi, che guarda già al futuro: «La prossima volta i chilometri saranno 5mila»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report