Ti Press
+ 5
LUGANO
02.10.17 - 15:140

Posata la prima pietra del Campus universitario

Il Campus universitario USI-SUPSI di Lugano-Viganello entra nella fase di costruzione. Dal 2020 accoglierà collaboratori e studenti dei due istituti universitari

 

LUGANO - Dopo 8 anni di pianificazione e progettazione, si è svolta questa mattina, nell’area di cantiere ex-Campari, nelle immediate vicinanze dell’attuale Campus dell’Università della Svizzera italiana, la cerimonia di posa della prima pietra del futuro Campus universitario USI-SUPSI. Un momento speciale e ricco di emozioni, svoltosi in presenza delle autorità comunali e cantonali, dei membri della Direzione e del Consiglio di USI e SUPSI, del team di progettisti, della stampa e di numerosi collaboratori dei due istituti.

La posa della prima pietra è stata anticipata dal saluto di benvenuto del Direttore generale SUPSI Franco Gervasoni e dagli interventi ufficiali del Presidente della Fondazione per le Facoltà di Lugano dell’USI Alfredo Gysi, del Presidente del Consiglio SUPSI Alberto Petruzzella, del Rettore dell’USI Boas Erez, del Sindaco della Città di Lugano Marco Borradori, del Consigliere di Stato On. Manuele Bertoli e del Responsabile di progetto Edilizia universitaria della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) Marco Müller.

Una fontana a forma elicoidale - Una pietra originale, quella posata stamattina, rappresentata da una fontana a forma elicoidale che richiama la forma del DNA. «L’elica è formata da due materiali che, unendosi, rappresentano simbolicamente il sostegno da parte della tecnologia all'indagine del mistero della vita» – ha spiegato il Rettore dell’USI Boas Erez – augurandosi che essa sia di «buon auspicio per le interessanti sinergie interdisciplinari che potranno svilupparsi sul nuovo campus».

Tra il 2017 e il 2019 è prevista l’esecuzione dell’opera grezza del nuovo Campus. La fine dei lavori è pianificata a fine luglio 2020, a conclusione delle opere di finitura e di messa in esercizio.

A settembre 2020 il nuovo campus potrà accogliere circa 600 collaboratori, 1’000 studenti nella formazione Bachelor e Master e oltre 800 partecipanti all’anno nella formazione continua per l’anno accademico 2020/2021.

Ti Press
Guarda tutte le 9 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Ticino
LUGANO 
1 ora
«Costretti ad usare l’auto per gettare i rifiuti»
In un comparto abitato da molti anziani sono spariti i cassonetti e gli interrati son lontani. Il Dicastero: «Distanza di percorrenza nella normalità»
LUGANO
2 ore
Le ruspe minacciano (ancora) due ville storiche
A Lugano due edifici centenari stanno per essere demoliti. E sui social è polemica
VIDEO
STABIO
5 ore
Ecco dove nasce la magia della “Bottega del Mario”
Ha portato agli onori la salumeria ticinese, vincendo il prestigioso Best of Swiss Gastro nel 2019. Un curioso ristorante a Zurigo
VIDEO
LUGANO
5 ore
Bambini entusiasti per la prima di Dolittle
Grande folla al Cinestar per l'anteprima organizzata da Tio/20 minuti del film di Stephen Gaghan
CANTONE
9 ore
È morta Tiziana Soudani
Produttrice cinematografica, è deceduta nella notte dopo una lunga malattia
FOTO E VIDEO
LUGANO
13 ore
I pescatori potevano averlo sulla coscienza
Salvato per un pelo dai soccorritori della Spab. L'associazione: «Troppi casi, occorre sensibilizzazione»
PONTE TRESA
1 gior
Scontro al passaggio a livello: traffico in tilt
Un tamponamento è avvenuto questa sera sulla cantonale verso Ponte Tresa, presso i binari dell'FLP
ISONE
1 gior
«Tutto liscio» al carnevale, per ora
Dal "Carnevaa di Locc" un bilancio positivo. «Le regole di sicurezza hanno funzionato»
FOTO
BELLINZONA
1 gior
La Città dei mestieri è infine realtà
La struttura di Viale Stazione è stata inaugurata oggi. L'apertura ufficiale è attesa per lunedì
FOTO E VIDEO
CUGNASCO-GERRA
1 gior
Le fiamme distruggono il tetto di una casa a Cugnasco
L'incendio è divampato questa notte in via Vaslina. Nessuno è rimasto ferito
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile