LUGANO
07.06.17 - 08:500

Orme Festival: energia e vitalità all’insegna dell’integrazione artistica

LUGANO - Si è conlcusa domenica 4 giugno la quarta edizione di Orme Festival, festival di arti integrate della Svizzera italiana inserito nel circuito nazionale IntegrArt coordinato da Migros-Kulturprozent di Zurigo.

«L’evento è ormai una realtà biennale ben riuscita, credibile ed efficace che con professionalità, qualità e coerenza artistica ha accolto il numeroso pubblico presente, scaturendo forti emozioni e interesse sulla tipologia degli spettacoli» fanno sapere gli organizzatori.

Iniziato giovedì 1 giugno con il progetto Disability on Stage che ha lo scopo di promuovere la partecipazione delle persone disabili alla formazione nell’ambito teatrale e della danza in Svizzera.

In una sala stracolma i due laboratori del progetto, Lab1 e Lab2, una collaborazione tra l’Accademia Teatro Dimitri, ZHdk, BewegGrund e Teatro Danzabile, in una coralità coreografica, hanno espresso straordinaria empatia, energia e vitalità comunicativa.

L’ Accademia Arte della Diversità Teatro la Ribalta di Bolzano, esibitasi venerdì nelle due rappresentazioni scolastiche di “Superabile”, una sorta di competizione arricchita da disegni proiettati, i protagonisti in scena hanno catturato l’interesse del giovane pubblico rendendolo attento alle difficoltà quotidiane che una persona affetta da handicap affronta ogni giorno.

Lo spettacolo serale ha visto il filosofo-danzatore e coreografo austriaco Michael Turinsky dimostrare la terminologia specifica dell’handicap inerente ai movimenti sia nell’assolo “Heteronomous male” che nella performance di gruppo «my body, your pleasure» dove ha trasferito la sua personale filosofia di movimento ai quattro danzatori senza handicap.

Il sabato mattina è stato caratterizzato dal laboratorio di danza contact condotto da Giuseppe Comuniello, danzatore non vedente della Compagnia Virgilio Sieni di Firenze, e da Mariateresa Diomedes, performer e operatrice teatrale della compagnia Magnifico Teatrino Errante di Bologna, che hanno insegnato ai partecipanti grandi e piccoli un particolare approcio alla danza e al movimento scaturito dalla sensibile percezione del corpo e dello spazio.

Grande energia, passione e orgoglio hanno caratterizzato lo spettacolo “Ashed” della Unmute Dance Company, proveniente dal Sudafrica. Un'esperienza contemporanea di arte visiva, parola, danza e suono di notevole impatto visivo, musicale e coreografico.

Un pomeriggio dedicato al “Diversamente cinema” quello svoltosi domenica allo Studio Foce, dove Erik Bernasconi e Olmo Cerri hanno accompagnato i presenti in un viaggio cinematografico tra documentari, film e video concernenti la disabilità. Insieme agli ospiti Walter Sievi e Hugo Gargiulo, della Compagnia Finzi Pasca, e Niccolò Castelli, regista e sceneggiatore, si è riflettuto sulle potenzialità e le difficoltà incontrate durante i vari estratti presentati.

Lo spettacolo di chiusura ha “visto”, se così si può dire, la compagnia Fosca di Firenze presentare il radiodramma-spettacolo “Tenue” le cui protagoniste sono state tre attrici non vedenti.

Un viaggio da percorrere a occhi chiusi che ha affascinato e immerso il pubblico in un mondo ricco di suoni, voci, ma sopratutto parole, quello appunto dei non vedenti.

A completare il programma l’esposizione tattile “Le tue mani vedono” dell’associazione Sensi in Arte, dove i visitatori venivano invitati a bendarsi gli occhi e a scoprire le sculture presentate con le mani.

Anche questa un’occasione particolare per avvicinarsi al mondo dei non vedenti.

Il festival è stato un "crocevia" di lingue, paesi, corpi e linguaggi artistici differenti: un palco aperto alla diversità come componente di ricchezza e fascinazione artistica, diversità come elemento caratterizzante di ogni fenomeno ed ogni individuo, un valore per tutta l'arte e non un limite.

Questa l'unica diversità che Orme Festival ha voluto portare in scena.

Appuntamento con la quinta edizione nel 2019.

TOP NEWS Ticino
LUGANO
1 ora
Lara e Valon, la coppia più “antipatica” della Svizzera?
La sciatrice e il calciatore nell’occhio del ciclone. Francesco Lurati, esperto di gestione della comunicazione: «Nell’era dei social, è problematico non avere una strategia chiara»  
TESSERETE
1 ora
Ticinesi in crisi d'identità? «Riscoprite il dialetto»
È il consiglio che dà Gabriele Quadri, dialettologo e scrittore che spiega perché l’idioma locale è «ricchezza da salvaguardare», magari anche con l’aiuto della scuola
FOTOGALLERY
QUARTINO
13 ore
Fanno un video con la Ferrari, fermati tre giovani
È successo oggi pomeriggio nei posteggi del centro Luserte. Sequestrate delle armi finte. "Trapper" nei guai
CANTONE
15 ore
«Il collegamento con Milano è un grosso problema»
In occasione del battesimo del Giruno “Ceneri 2020”, oggi il sindaco di Lugano ha sottolineato l’importanza di sviluppare la ferrovia verso sud
FOTO, VIDEO E SONDAGGIO
CANTONE
16 ore
Al tunnel del Ceneri mancano 365 giorni… anzi no, sono 363
È scattato oggi il conto alla rovescia in vista della messa in esercizio della galleria. Battezzato un altro treno Giruno
ITALIA-CANTONE
16 ore
Un tesoro da 27 milioni "naufragato" in Ticino
In una banca luganese i presunti fondi sottratti dal mega-fallimento di un armatore campano
CANTONE
18 ore
Pioggia, pioggia e ancora pioggia
Il bollettino di MeteoSvizzera per la prossima settimana ci lascia una sola certezza: servirà l’ombrello almeno fino a venerdì
AIROLO
18 ore
L’Hotel Alpina potrà passare nelle mani del Comune
Il 61,9% dei cittadini ha approvato l’acquisto della struttura che per una decina di anni ospiterà gli operai del Gottardo. Ma c'è ancora un ricorso da evadere
LUGANO
19 ore
Un "pacchetto" di sinistra sotto l'albero
PS, PC e Verdi hanno presentato tre emendamenti e sei mozioni al Municipio di Lugano. Eccole
LUGANO
20 ore
Un'isola artificiale a Lugano? «Ma è un plagio»
Il progetto commissionato dal Municipio. Ma assomiglia a un'idea lanciata pochi mesi fa da due consiglieri comunali
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile