MURALTO / MINUSIO
14.03.17 - 20:230

«Questo progetto stradale sperimentale è inadeguato»

MURALTO / MINUSIO - L’associazione Quartiere Rivapiana, il comitato Nuovo Piano Viario Minusio, l’Associazione traffico e Ambiente e PRO VELO Ticino attive sul territorio hanno indirizzato ai municipi di Muralto e Minusio una presa di posizione comune sul progetto stradale sperimentale di moderazione del traffico su via Nessi a Muralto e via R. Simen a Minusio.

«Tale progetto - scrivono in una nota - vuole garantire il transito veicolare dei trasporti pubblici regionali (bus), di autoveicoli e ciclisti, che condivideranno la stessa careggiata adattata con restringimenti a zig zag con l’intento di rallentarne la velocità». I firmatari della lettera da un lato si rallegrano della collaborazione tra Muralto e Minusio per disciplinare finalmente il traffico su via Nessi-via Simen, dall’altro, deplorano il fatto di non essere stati direttamente consultati, nonostante si siano occupati direttamente della questione in passato.

La soluzione proposta, inoltre, è ritenuta «inadeguata sia da un punto di vista pianificatorio che da un punto di vista della sicurezza». Il progetto è ritenuto «non conforme con quanto prevede la pianificazione - sia cantonale (Piano direttore), sia comunale (Piano del traffico in vigore), vincolante per le autorità».

Per adeguare la situazione di via R. Simen, definita dalla pianificazione “strada di servizio” »dovrebbero, essere implementate quelle misure di moderazione previste dalla legge al fine di limitare il volume di traffico a 2000 veicoli giornalieri, ridurre l’inquinamento dell’aria e il rumore, e aumentare la sicurezza di ciclisti e pedoni», prosegue la nota stampa.

Le preoccupazioni riguardo alla sicurezza degli utenti, in particolare degli scolari che
quotidianamente vanno e vengono a piedi dal centro scolastico della Vignascia e dei ciclisti,«rimangono purtroppo immutate. La soluzione proposta, oltre a non raggiungere gli obiettivi pianificatori in vigore e ridurre il volume di traffico veicolare non permetterà di creare un’alternativa sufficientemente attrattiva al percorso più lento su via alla Riva per i ciclisti veloci che saranno ancora completamente confrontati con il traffico parassitario».

Secondo i firmatari della lettera applicando le misure di questo progetto sperimentale non ci saranno significativi miglioramenti della situazione attuale e, fatta eccezione per la riduzione della velocità, «si rischia di mantenere e addirittura di consolidare definitivamente le criticità attuali».

TOP NEWS Ticino
FOTO
MASSAGNO
30 min
I cari anziani? Li si incontra tra i fiori per combattere il Covid
Così ha pensato la casa Girasole, che ha creato anche un apposito gazebo per chi volesse restare al coperto
LUGANO
3 ore
Sacerdote indagato, Lazzeri: «Appena ho saputo ho denunciato»
Il presbitero 50enne è in arresto con l'accusa di atti sessuali con persone incapaci di discernimento
BELLINZONA
3 ore
«Uno spettacolo desolante»
La sezione di Bellinzona della Lega critica le riposte ricevute dal Municipio: «Non ammetterà mai le sue colpe».
CANTONE
8 ore
Due nuovi casi di contagio in Ticino
Rimane invariato il numero dei decessi: non se ne registrano da una settimana.
CANTONE
10 ore
Coronavirus: ospedali confrontati a perdite milionarie
L'EOC lamenta ammanchi per 60-70 milioni di franchi. Moncucco: «Speriamo di trovare un buon accordo col Cantone».
LUGANO
23 ore
«Il trasferimento degli uffici a Cornaredo è una condanna a morte»
Gli esercenti del centro ritornano a discutere sul nuovo quartiere, in tempi di Covid
FOTO
CANTONE
1 gior
"Verso l'ospedale senza fumo", anche a Bellinzona
Nella "Giornata mondiale senza tabacco", l’Ospedale Regionale Bellinzona e Valli offre un contributo concreto
FOTO E SONDAGGIO
LUGANO
1 gior
Biciclette alla conquista delle corsie bus
A Lugano è in corso la posa della nuova segnaletica per le due ruote
FOTO
BELLINZONA
1 gior
Il mercato di Bellinzona ha messo la mascherina
Oggi ne sono state distribuite agli avventori che non ne erano provvisti: si tratta di una misura prevista dalla Città
CONFINE
1 gior
«L'Italia non è un lazzaretto»
Lo dice il ministro degli esteri Di Maio. Dal 3 giugno si potrà entrare nel paese senza quarantena
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile