foto tio.ch-20 minuti
I palazzi di via Martignoni.
LUGANO-CHIASSO
18.12.16 - 17:570
Aggiornamento : 19.12.16 - 13:46

«Ho 25 palazzi in Ticino, i problemi sono solo qui»

Via Martignoni, via Odescalchi, via Industria: gli immobili al centro della cronaca hanno lo stesso proprietario. «Periodo sfortunato, faccio tutto il possibile»

LUGANO-CHIASSO. Non è un buon periodo per il proprietario del palazzo in via Martignoni, a Massagno. «Diciamo pure un periodo nero». L'incendio avvenuto sabato mattina, in cui ha perso la vita un 40enne senza fissa dimora, è solo l'ultimo di una serie di episodi «sfortunati» per il nostro interlocutore.

Anche il palazzo di via Odescalchi, dove il mese scorso è andato a fuoco un laboratorio della droga casalingo, a Chiasso, è infatti di sua proprietà. E suo è lo stabile di fianco, dove a ottobre 2015 un 35enne portoghese fu ucciso in una faida tra gang; così come il “grattacielo” di Pregassona, teatro di una maxi-retata anti abusivismo che a ottobre ha portato a quattro fermi e svariate denunce per spaccio e immigrazione illegale. Per citare solo i casi più recenti.

«Negli ultimi tempi abbiamo avuto una serie impressionante di incidenti» ammette l'imprenditore contattato da tio.ch-20minuti. «La sfortuna ci ha messo del suo. Ma è sicuramente vero che si tratta di contesti problematici, dove ci troviamo confrontati con casi sociali difficili da gestire» continua il padrone di casa, e precisa: «Abbiamo 25 palazzi in Ticino e questi sono gli unici a dare simili preoccupazioni. Con questo non voglio minimizzare». Anche perché tra Pregassona, Chiasso e Massagno sono 237 le famiglie che vivono nei palazzi “difficili”.

«La maggioranza sono brave persone che meritano un trattamento dignitoso ed è quello che ci sforziamo di offrire» aggiunge il proprietario. «Gli interventi di manutenzione sono continui, la collaborazione con la polizia è costante. Facciamo il possibile. Ma il padrone di casa può arrivare fino a un certo punto». Dopo l'ennesimo incidente, però, gli affittuari chiedono di più. A cominciare dalla chiusura dei portoni di ingresso, che nei palazzi sopracitati sono aperti 24 ore su 24 (un nostro servizio lo aveva segnalato solo venerdì scorso). «Provvederemo a chiuderle e ad installare dei citofoni» conclude il padrone di casa. 

tipress
Guarda le 2 immagini
TOP NEWS Ticino
CANTONE
28 min
Perché il nome di quel ragazzo è sul sito del Cantone?
Strage sventata alla Commercio: il giudice Mauro Ermani chiedeva privacy per l'imputato. Ma poi...
CANTONE
2 ore
Un temporale, quasi 10 gradi in meno
È accaduto ieri a Lugano. Altrove raffreddamenti, ma non così marcati
LUGANO
2 ore
Crediti Covid, arrestato un "furbetto" nel Luganese
Oltre 600mila franchi usati, in realtà, per spese personali. In manette un 47enne italiano
CANTONE
3 ore
Covid: i casi ticinesi crescono anche oggi
Invariato, invece, il numero dei deceduti a causa del virus che resta fermo a quota 350
CANTONE
3 ore
Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi
La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»
FOTO E VIDEO
LUGANO
6 ore
Incendio sul balcone, arrivano i soccorsi
Il rogo è scoppiato questa mattina a Viganello.
AGNO
6 ore
«Non sorrido da cinque anni»
Franco Boroni, 65 anni, ha ingaggiato un'interminabile battaglia legale. E nel frattempo è logorato dal mal di denti
LOCARNO
6 ore
E se il Ticino lo scoprissi dondolando su un'altalena?
Il progetto di Elisa Cappelletti e Fabio Balassi è destinato a chi cerca lo scatto “instragrammabile” perfetto
MENDRISIO
14 ore
Da subentrante in Consiglio comunale a Municipale
Manuel Aostalli prenderà il posto di Marco Romano nell'esecutivo del Magnifico Borgo.
LUGANO
16 ore
Al San Grato si dorme come sugli alberi le foglie
L'idea lanciata da Elia Frapolli è stata inserita nella campagna di SvizzeraTurismo
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile