CANTONE
02.08.16 - 08:100
Aggiornamento : 13:18

«Al centro commerciale con il volto coperto»

Non tutti i turisti arabi rispettano la nuova legge. Chi deve intervenire?

MENDRISIO - I turisti arabi continuano a visitare la nostra regione, anche con la legge sulla dissimulazione del volto entrata in vigore all’inizio dello scorso luglio. Ma non tutti sembrano rispettarla. Alcuni lettori ci segnalano dunque la presenza di più donne con il niqab (quindi con il viso coperto) che nel weekend facevano shopping al centro commerciale FoxTown, senza che qualcuno le informasse sulla nuova legge. «Sappiamo che alcune donne non rinunciano a coprire il volto, tuttavia non è compito nostro intervenire» ci dice allora Giorgia Tarchini, responsabile marketing dell’outlet e figlia del patron Silvio Tarchini. E aggiunge: «È compito della polizia, che da sempre è la benvenuta negli spazi del FoxTown».

Un compito delle autorità - L’obbligo di segnalazione è delle autorità, non dei privati. Lo aveva ricordato, lo scorso giugno in un incontro con municipi e polizie comunali, anche il sostituto procuratore generale Antonio Perugini: «Siete voi a dover fare il vostro lavoro» aveva detto, sottolineando comunque che il divieto di coprire il volto vale su suolo pubblico e in tutte le superfici private il cui accesso è aperto al pubblico. «Quindi anche all’interno di un centro commerciale o nelle parti comuni di un hotel. Soltanto nella propria stanza d’albergo è quindi possibile stare con il volto coperto» ci spiega, da parte sua, la deputata Plr Natalia Ferrara, che si è occupata della legge nella Commissione della legislazione.

Anche sul lungolago - Non soltanto al centro commerciale si incontrano comunque tuttora donne con il niqab. Un altro lettore ci parla, per esempio, di due coppie in cui le mogli avevano il visto coperto che pochi giorni fa passeggiavano sul lungolago di Lugano. «Nessuno è intervenuto» conclude.

TOP NEWS Ticino
CANTONE
45 min
A rischio, e senza soldi
Alcuni operatori sanitari faticano ad arrivare a fine mese. Pur fornendo «servizi essenziali». L'appello
BALERNA
7 ore
«Il mio bimbo intubato una settimana, ma ora sta bene»
Kevin, 11 mesi, soffre di problemi respiratori. Il Covid-19 ha colpito anche lui.
VIDEO
MORCOTE
9 ore
Inguardabili ieri e oggi
Le immagini e il video dei fantocci scaccia cormorani appesi da mesi alle porte del villaggio turistico.
CANTONE
11 ore
Informazione, l'arma contro l'esodo
La strategia dell'autorità per scoraggiare l'arrivo sotto Pasqua di turisti confederati si baserà sull'informazione
CHIASSO
13 ore
Quindici contagiati in dogana? «Noi tuteliamo i collaboratori»
L'Amministrazione federale delle dogane non fornisce numeri, ma garantisce il rispetto della distanza sociale
COMANO
14 ore
Auguri Sandra Zanchi: la "regina" compie 98 anni
Versatile, ironica, unica. Una leggenda del teatro dialettale ticinese taglia il traguardo in perfetta salute
CANTONE
15 ore
Aziende sì, bar con calma e niente over 65: ecco quando riaprirà il Ticino
Con l'Italia come esempio, il nostro Cantone può programmare come ricominciare.
LUGANO
15 ore
Aeroporto Lugano, referendum posticipato al 28 giugno
È stata spostata la data della votazione per il risanamento dello scalo luganese. Non si vota più il 26 aprile
CANTONE
16 ore
«Il 5-10 per cento»
Sono i ticinesi entrati in contatto con il virus, secondo il medico cantonale. Che lancia un appello oltre Gottardo
LUGANO
18 ore
Troppa gente in giro, la Città si chiude
Le aree a lago non saranno più accessibili al pubblico. Posticipata anche l'apertura del Lido.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile