foto tipress
LUGANO
01.06.16 - 09:120
Aggiornamento : 11:01

«Ho vinto 100mila franchi». Il casinò non lo fa più entrare

La casa da gioco luganese è alle prese con un cliente “troppo fortunato”.

LUGANO - Una vita da giocatore. Mario*, 60 anni, imprenditore immobiliare del Sopraceneri, ha iniziato con l'azzardo «oltre 40 anni fa» racconta. Se gli si chiede quanto abbia perso al tavolo nella sua carriera, glissa. Chi lo conosce parla di milioni di franchi. Negli ultimi due mesi, tuttavia, il 60enne ha vinto oltre 100mila franchi al casinò di Lugano. «È un periodo in cui la ruota gira a mio favore» dice. Curiosamente, settimana scorsa la casa da gioco ha avviato un accertamento sul cliente fortunato.

La protesta - «Frequento questo posto da quando ha aperto: finché perdevo nessuno si è preoccupato per le mie condizioni» è la risposta inviata per posta dal 60enne al casinò. Risultato: la direzione ha emesso un divieto d'entrata nei suoi confronti. Ma i numeri fanno pensare: in 14 anni Mario stima di avere perso «tra i 300 e i 400mila franchi» solo al Casinò di Lugano. «Non abbiamo fatto altro che ottemperare agli obblighi di legge» spiega la direttrice Emanuela Ventrici, da noi contattata. «L'esclusione viene dichiarata qualora sussista il sospetto che un cliente sia gravato da debiti o metta a rischio cifre sproporzionate rispetto al proprio reddito».

Altri casi - Il suo non è un caso isolato. «Ho vinto 150mila franchi in una sera a Lugano, e solo allora, dopo anni che perdevo, sono scattati gli accertamenti» racconta un altro cliente affezionato. I controlli non andrebbero fatti prima? «I casinò devono intervenire prima che il giocatore abbia già delle conseguenze negative» commenta Anna-Maria Sani del Gruppo azzardo Ticino - prevenzione (Gat-p). Il fatto è che gli accertamenti «partono da segnalazioni su comportamenti o situazioni a rischio, come una grossa vincita». 

Hai problemi di gioco d'azzardo? 

chiama il 0800 000 330 o vai su www.giocoresponsabile.com

* nome noto alla redazione

TOP NEWS Ticino
CANTONE
31 min

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
2 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
2 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

CANTONE
4 ore

Ex docente di Montagnola condannato: «Minore messo in pericolo»

Il pretore ha deciso per lui 60 aliquote da 190 franchi sospese per 2 anni e a una multa di 2000 franchi

BELLINZONA
6 ore

Amianto: le FFS si difendono

I vertici dell'ex regia federale sui decessi dei collaboratori in pensione: «Casi noti, monitoriamo la situazione»

FOTO E VIDEO
LUGANO
6 ore

Il robot Sophia che parla agli umani

È sbarcato a Lugano. Può rispondere alle tue domande. Si è presentata durante la seconda edizione del Forum innovazione Svizzera italiana, da oggi al LAC

FOTO
BELLINZONA
8 ore

Ecco il nuovo volto della Posta di Giubiasco

La rinnovata filiale di via Bellinzona 6 è stata inaugurata questa mattina: «Questa sede è apprezzatissima dalla clientela. Siamo orgogliosi di averla rimessa a nuovo»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile