Fotolia
LOCARNO
01.04.16 - 12:040

Locarno, città amica degli anziani, con spazi pubblici a misura della terza età

LOCARNO - Nella sua seduta del 29 marzo, il Municipio di Locarno ha approvato il documento «Spazi pubblici a misura di anziano». Obiettivo dello studio – voluto dal Dicastero Istituti e servizi sociali, giovani, famiglie e integrazione diretto dal municipale Ronnie Moretti – è di migliorare le condizioni per vivere e spostarsi a piedi in città, con particolare riguardo alle necessità della terza e quarta età. L’iniziativa ha già suscitato l’interesse del Cantone, e potrebbe tradursi in un modello di riferimento riproducibile anche da altri Comuni ticinesi.

I cittadini di Locarno appartenenti alla categoria «over 65» sono oggi 3.500, vale a dire il 23% della popolazione totale – e a loro si aggiungono i numerosi turisti e visitatori anziani. Questa fascia demografica, come del resto quella dei giovani, ha bisogni dei quali occorre tenere conto, nel pianificare gli spazi pubblici di una città. Partendo da queste constatazioni, il Municipio ha quindi deciso di commissionare uno studio specifico per approfondire il tema.

Lo studio si è svolto con una metodologia basata sulla partecipazione e il coinvolgimento diretto delle persone interessate, in modo da ottenere la massima aderenza possibile alle aspettative della popolazione anziana. A questo scopo, un questionario è stato inviato ai membri residenti a Locarno delle associazioni ATTE e Pro Senectute, così da permettere loro di segnalare i principali problemi e ostacoli incontrati nella loro vita quotidiana di pedoni.

Particolare attenzione è stata dedicata alla situazione attuale degli spazi pubblici della Città di Locarno, e alla loro fruibilità. L’analisi si è svolta quartiere per quartiere, secondo alcuni temi-cardine: percorsi, luoghi di sosta, possibilità di socializzazione e svago, ma anche dotazione di servizi. Fra i principali problemi segnalati primeggiano le difficoltà di convivenza con automobilisti e ciclisti, che spesso circolano a velocità eccessive. Sono stati denunciati anche una gestione insoddisfacente dei semafori, con intervalli troppo esigui per l’attraversamento, la mancanza di servizi igienici e luoghi di sosta (panchine) o l’insufficiente valorizzazione dello spazio pubblico.

«Con una pianificazione accurata e investimenti lungimiranti – sottolineano gli autori dello studio – è possibile migliorare molti piccoli aspetti che contribuiscono all’obiettivo primario di una Città a misura di anziano». Di conseguenza, come emerge dalle conclusioni dello studio, i problemi segnalati dalla popolazione andranno considerati nei processi di pianificazione e gestione degli spazi pubblici. A tale proposito, un esempio virtuoso è considerato il Piano di mobilità scolastica, che – in particolare sul piano infrastrutturale – è giudicato utile anche per migliorare la mobilità degli anziani.
Dalla prima valutazione sono già emerse alcune idee di intervento per i quartieri della Città. Per verificare – e, se necessario, ampliare – la lista degli interventi, l’Esecutivo ha ora deciso di consultare le Associazioni di quartiere. Nel corso del mese di aprile verranno presentati alle Associazioni lo studio e le proposte concrete; con l’accento su quelle applicabili nel breve termine; il Municipio concederà poi ai partner un intervallo di tempo adeguato per la discussione interna del documento e per formulare eventuali osservazioni.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Ticino
GORDOLA
29 min
Un 34enne scompare sui Monti di Motti
Si chiama Aurèle Donis, di Ginevra, ed è stato visto per l'ultima volta attorno alle 10 di questa mattina
LUGANO
1 ora
Voleva fare una strage a scuola: ecco la sentenza
Il 21enne è stato condannato a 7 anni e mezzo sospesi, in modo da potersi curare in una struttura adeguata.
CANTONE
1 ora
Traffico congestionato sulle strade ticinesi
Il maltempo contribuisce a peggiorare la situazione, specie nel Luganese. Rallentamenti sia sull'A2 che sulle cantonali
CAMORINO
2 ore
Lite al centro asilanti, un arresto
Due ospiti del bunker di Camorino sono venuti alle mani. Scattano le manette
CANTONE
3 ore
Nuovi focolai in due feste private
«Dobbiamo mantenere alta la guardia». De Rosa e il governo introducono nuove disposizioni per contenere l'epidemia
CANTONE
5 ore
Perché il nome di quel ragazzo è sul sito del Cantone?
Strage sventata alla Commercio: il giudice Mauro Ermani chiedeva privacy per l'imputato. Ma poi...
CANTONE
6 ore
Un temporale, quasi 10 gradi in meno
È accaduto ieri a Lugano. Altrove raffreddamenti, ma non così marcati
LUGANO
7 ore
Crediti Covid, arrestato un "furbetto" nel Luganese
Oltre 600mila franchi usati, in realtà, per spese personali. In manette un 47enne italiano
CANTONE
8 ore
Covid: i casi ticinesi crescono anche oggi
Invariato, invece, il numero dei deceduti a causa del virus che resta fermo a quota 350
CANTONE
8 ore
Il Municipio sotto accusa per presunti abusi edilizi
La Lega chiede alla Sezione degli enti locali di «ristabilire la legalità negli spazi dell'ex caserma»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile