CHIASSO
30.11.15 - 10:020
Aggiornamento : 11:53

È caccia agli assassini

Padre e figlio di origini napoletane potrebbero avere cercato rifugio presso amici o parenti

CHIASSO - A Chiasso e dintorni il nome di Angelo Falconi è sulla bocca di tutti. Già poche ore dopo l'omicidio di venerdì sera, avvenuto attorno alle 19 in un parcheggio sotterraneo di via Valdani, prima che venisse reso noto il nominativo della vittima, molti chiassesi erano già a conoscenza della scomparsa di un uomo molto noto e conosciuto nel Mendrisiotto. 

Nome noto nel Mendrisiotto - Angelo Falconi, infatti, a Morbio Superiore era stato consigliere comunale e municipale. Dopo la vicenda giudiziaria del 2006, che lo ha visto coinvolto in prima persona e la condanna per truffa a due anni con la condizionale. Era stato condannato nel 2012 con rito abbreviato. Falconi in sostanza accettò la condanna e riuscì a risarcire pienamente le sue presunte vittime.

Sorpresa e rassegnazione - A Chiasso l'aria che si respira è tra la sorpresa e la rassegnazione. Già venerdì sera i commenti a caldo dei pochissimi cittadini che passeggiavano lungo il Corso San Gottardo, affrontando il freddo pungente, lasciavano trapelare più che paura, una sorta di rassegnazione in una cittadina che negli ultimi 15 anni ha cambiato il suo volto, ancora alla ricerca di riemergere e di trovare una propria identità dopo il tramonto degli anni d'oro delle attività bancarie e finanziarie, delle case di spedizioni e dei commerci di confine. 
E Falconi, al momento dell'aggressione mortale, si trovava proprio nel cuore pulsante di Chiasso, nel sotterraneo di uno stabile che ospita varie attività commerciali e non.  

Ancora attivo professionalmente - A 73 anni era ancora attivo a livello professionale: si occupava dell'amministrazione di beni immobiliari di familiari e di alcuni conoscenti. Ed è proprio nel contesto professionale che Falconi ha incrociato due persone, un padre e suo figlio - arrivati dal Napoletano e con regolare permesso di soggiorno - che a Chiasso avevano avviato un'attività commerciale, chiusa una decina di giorni fa, in superfici gestite proprio da Falconi. 

Lo sfratto - Come riferito ieri la causa scatenante dell'omicidio, avvenuto con modalità particolarmente feroci al secondo piano sotterraneo del parcheggio, sarebbe proprio legata allo sfratto intimato ai due congiunti. Come riferisce il CdT, proprio oggi era prevista un'udienza di una procedura di sfratto che riguarda il mancato pagamento dei canoni di locazione per l'appartamento in cui abitavano.

L'uomo è stato colpito alla testa con un oggetto contundente e tagliente che non ha lasciato scampo alla vittima, a cui è stato fracassato il cranio e mozzato un dito.

La caccia ai presunti assassini è aperta. Pare che abbiano preso la fuga verso l'Italia meridionale, in cerca di rifugio presso amici o conoscenti. 

 

TOP NEWS Ticino
LOCARNO
20 min
Un’immobiliare contro il venditore ambulante: «Chiamate la polizia»
La Assofide Sa mette in guardia gli inquilini: «Non l'abbiamo mandato noi e neppure il Cantone». Lui si difende: «Diffamazione e violazione della privacy»
TICINO / VENEZUELA
3 ore
Un prete rivoluzionario, da Curio al Venezuela
Don Angelo Treccani fa il missionario in un paese allo sbando: serve più di mille pasti al giorno ai bisognosi, grazie alla generosità ticinese
VIDEO
CANTONE
4 ore
L’amianto che dorme nelle case: «Prima di svegliarlo fate una perizia»
Il materiale è tornato d’attualità, ma i più ignorano le potenziali “bombe” che si trovano nelle abitazioni costruite prima del 1991. L’esperto: «Il Ticino, purtroppo, è fanalino di coda in materia».
FOTO
BELLINZONA
6 ore
Col furgoncino vola nel riale
Sul posto Polizia e Pompieri, oltre alla Scientifica. Non sono note le condizioni del conducente
CANTONE
16 ore
In bici al lavoro: «Un pieno di benzina adesso mi dura 4 mesi»
La proposta di Patrizia, che ha abbandonato l’auto per abbracciare il “bike to work”: «Sarebbe bello promuovere degli incentivi al chilometro». L'esperto: «Non dimentichiamoci della sicurezza»
LUGANO
18 ore
«Le Iene si sono introdotte in quel salone in modo vergognoso»
Un testimone racconta l'episodio verificatosi nella serata di giovedì da parte degli inviati di Italia 1. Tra scorrettezza e violazioni della privacy a gogo 
LUGANO
20 ore
Caos all'inaugurazione del salone: arrivano Le Iene e la polizia
Storie di ex mogli che sostengono di essere state raggirate. La vicenda riguarda un noto parrucchiere. Grande scompiglio creato dagli inviati della trasmissione italiana
COMANO
21 ore
Una miscela di gas esplosivo per forzare il bancomat
Gli autori del tentato furto della scorsa notte sono tuttora in fuga. Le ricerche sono in corso
VIDEO
CANTONE
23 ore
Le forti piogge sono finite, ma la Maggia è ancora carica
Dopo l’allerta piena per i fiumi, ora tocca ai laghi. Aumenta a vista d'occhio, in particolare, il livello del Verbano
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile