CANTONE
02.07.15 - 06:270

Polizia unica, "Tutto da rifare?"

BELLINZONA - Durante la seduta di Gran Consiglio del 24 giugno scorso, il Presidente del Consiglio di Stato e ministro delle Istituzioni on. Norman Gobbi ha ritirato il Messaggio governativo relativo alla Mozione del 23 settembre 2013 presentata dal deputato Giorgio Galusero e cofirmatari, sulla Polizia unica. 

Omar Terraneo ha presentato una interrogazione in merito firmata anche da Bixio Caprara, Franco Celio, Graziano Crugnola, Nicola Pini e Germano Mattei.

"Da quanto emerso dai numerosi interventi dei deputati in Parlamento si legge nell'interrogazione - e da quanto si evince dai rapporti di maggioranza e di minoranza, è volontà condivisa di rafforzare e migliorare il servizio di sicurezza per i cittadini mediante l’ottimizzazione dei servizi della Polizia per rispondere nel migliore dei modi e con tempestività alle crescenti nuove sfide poste dalla criminalità e dall’ordine pubblico. Ricordiamo che, esprimendosi sulla Mozione, il Consiglio di Stato riteneva la creazione di un corpo unico di Polizia, la soluzione migliore da praticare a medio/lungo termine, parallelamente all’implementazione della Legge sulla collaborazione tra Polizia Cantonale e Polizie Comunali.

Entro fine settembre 2015 entrerà in vigore il Regolamento di applicazione della LCpol, dove tutti i Comuni, salvo eccezioni particolari (come ad esempio Sementina) dovrebbero aver sottoscritto le convenzioni con i “Comuni polo” dando così avvio alla fase di implementazione vera e propria, che nel giro di 4/5 anni dovrebbe soddisfare gli intendimenti della LCpol".

Gli interroganti quindi chiedono al Consiglio di Stato:

- se il Consiglio di Stato fosse a conoscenza delle intenzioni del ministro Gobbi, e se le stesse erano o sono condivise; rispettivamente quali sono le facoltà di un direttore di Dipartimento di ritirare un messaggio del collegio governativo;

- se la decisione del Parlamento di rimandare la mozione in Commissione della Legislazione non sia in contraddizione con qualche disposizione di legge;

- se tale decisione, differisca dall’accettazione del rapporto di minoranza (Franscella), che prevedeva l’applicazione della LCpol, la valutazione della funzionalità della stessa dopo 2 anni, con il lancio, se del caso, dello studio sulla Polizia unica solo successivamente;

- Con il lancio in parallelo della progetto di Polizia unica, alcuni Comuni si sono trovati disorientati ed hanno di riflesso rallentato l’applicazione del nuovo progetto di LCpol. Non si ritiene che questa ulteriore battuta d’arresto, non crei ancora più confusione ed i Comuni “titubanti” possano rallentare ulteriormente se non addirittura attendano gli sviluppi ed i nuovi intendimenti dell’Esecutivo sul futuro progetto di Polizia unica?

- Infine, in quanto tempo si prevede il Consiglio di Stato di presentare il nuovo messaggio al Parlamento?

 

TOP NEWS Ticino
FOTO E VIDEO
BEDANO
56 min

Restano solo macerie. Una vicina: «Sono scioccata»

Non ha ancora un nome la vittima del rogo di via Val Barberina. Per saperne di più bisognerà attendere l'identificazione formale

CANTONE
59 min

Tempo a yo-yo e allerta pioggia di livello 3

In Ticino sono attesi 70-100 mm, con punte locali fino a 140 mm in Alta Vallemaggia, Leventina, Locarnese e Valle Verzasca

FOTO E VIDEO
BEDANO
2 ore

Il silenzio della notte è stato rotto da un boato

Fuori dalla ditta in cui è scoppiato l'incendio questa notte è rimasto solo un furgone. Metà veicolo è stato mangiato dalle fiamme

BELLINZONA
3 ore

Donna morta al Tertianum, nessuna responsabilità per la struttura

Per diminuire ulteriormente i rischi tutti i futuri appartamenti verranno muniti di rilevatori anti-fumo

FOTO E VIDEO
BEDANO
4 ore

Scoppia un incendio nella ditta di vernici, un morto

La vittima sarebbe un collaboratore, travolto da una fiammata quando ha aperto la porta del magazzino

CANTONE
5 ore

Funerali a 3'500 franchi, così 8 su 10 si fanno bruciare

La Svizzera è al primo posto in Europa per l'usanza di cremare i defunti. I numeri sono crescita nel nostro cantone, dove i servizi sono aperti alle salme d'oltreconfine

GAMBAROGNO
7 ore

Fino all’altro ieri, qui si viveva “senza cellulare”

Mentre il mondo assapora il 5G, il villaggio di Indemini, 48 abitanti, può finalmente scoprire i piaceri della telefonia mobile. L’ex sindaco: «Aspettavamo questo momento da 20 anni»

CANTONE
17 ore

«Trattamenti da ambulatorio africano e nessuna privacy»

Nuova stilettata dell'avvocato Tuto Rossi contro il medico del traffico Mariangela De Cesare

CANTONE
19 ore

Corteo dei Molinari, il Governo «condanna i toni e le ingiurie»

Il direttore del DI ha risposto all’interpellenza, pur non fornendo cifre precise sul costo dell’intervento della polizia

CANTONE
20 ore

Quella povertà che nessuno vede

Negli ultimi cinque anni sono raddoppiate le richieste a Soccorso d’inverno da parte dei domiciliati in difficoltà economica: «Tante volte le persone non osano chiedere aiuto pur faticando»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile